fluxus performance: flying mail / litsa spathi. 2008

Fluxus performance by Litsa Spathi: Flying Mail.
Guest star: the Fluxus Postman.
Recorded in the Fluxus city of Breda.
January, 2008.

_

men of war dirty harry sound effect / bille boquet. 2013

gammm group(s)

facebook.com/groups/gammm/

&

facebook.com/groups/gammmistas/

he disappeared into complete silence / louise bourgeois. 1946-1947

bravo, vous êtes sur internet / bille boquet. 2018

oggi: tic talk su “parlami comò”, di valentina desideri

 
TICTALK – A TU PER TU
presenta
Parlami Comò (Porto Seguro)
di e con Valentina Desideri
a cura di Antonio Syxty

facebook.com/ticedizioni/posts/4141424835952349

 

antonio syxty legge nanni balestrini

 

radical software

software zine degli anni settanta, tutti i 10 numeri su archive.org

(re)verb: call for proposals

call for proposals:
https://www.gesso.app/reverb

righe introduttive a un saggio su carlo bordini — 10 apr 2021

L’ordine del discorso critico che a volte si sente fare su Carlo Bordini sembra avere una — del resto non illogica — natura nomenclativa volentieri legata a categorie o criteri che precisamente alcune scritture contemporanee già in circolo da 30 anni (e proprio la stessa testualità di Carlo) hanno messo e mettono in crisi o fanno saltare.

Affrontare dunque l’opera di un autore complesso e sottile come Bordini attraverso quelle categorie rischia di sembrare, più che stallo ermeneutico, anacronismo; una magari non intenzionale mancanza di mira. Il bersaglio è altro e altrove.

Cercherò di dimostrarlo (in poche pagine) con un saggio in uscita nei prossimi mesi.

seguire una linea di fuga

Una formazione sociale qualsiasi ha sempre l’aria di funzionare bene. Non c’è motivo perché non funzioni. E tuttavia c’è sempre un lato attraverso cui avvengono delle fughe e per cui si disfa. Non si sa mai se il messaggero arriverà a destinazione. E più ci si avvicina alla periferia del sistema, più i soggetti si trovano presi in una specie di tentazione: o sottomettersi ai significanti, obbedire agli ordini del burocrate e seguire l’interpretazione del grande prete, o essere trascinati altrove, al di là, vettore folle, tangente di deterritorializzazione. Seguire una linea di fuga, diventare nomadi, emettere quelle che Guattari poco fa chiamava particelle asignificanti.

(Gilles Deleuze, Due regimi di folli, intervento del 1974, ripubblicato anche in Due regimi di folli e altri scritti. Testi e interviste 1975-1995, Edizione italiana e traduzione a cura di D. Borca, Einaudi, Torino 2010, pp. 6-7)

negli usa ci erano arrivati almeno 20 anni fa (e spiccioli)

Roof Books, New York 2000

video della presentazione delle opere poetiche di corrado costa (bologna in lettere, 31 mag. 2021)

discussione nel 1968

discussion on the idea of time / ian wilson. 1968