Archivi tag: testi di mg in rete

ulteriori avvertenze per l’allevamento / differx. 2021

tra le modifiche già apportate c’è il nuovo articolo
si apre domani se sulle riforme non si placano le scintille
il dissenso interno non accenna a smorzarsi
seziona una parte dell’area recintata
a questo punto trova loro una casa e distribuisci le bacche
e radici di rabarbaro senatore ad esempio.

sia giovani che meno giovani possono scottarsi al sole
se non sono protetti dalla luce diretta quando è caldo
tieni a mente che se vai ad una vendita alla quale partecipano più allevatori
tecnicamente tocca rispettare logica e buon senso nel proporne i contenuti
troveranno il punto debole del recinto e riusciranno a uscirne
se ne hanno l’opportunità
sul fronte interno dài loro un po’ di avanzi
in modo che spingano
dovrai spalare il letame prodotto al di fuori
però ricorda che tendono a stare meglio vicino a fonti di acqua.

il fango riduce anche il rischio di contrarre le pulci
mi auguro prevalga il senso di responsabilità
e non diventeranno più suscettibili alle malattie
la vendita diventa proibita per legge
a parte la conferma del vertice
bisogna sapere come alloggiarli
molti preferiscono comprare la carne da piccoli produttori locali
l’europa ha reso i consumatori più consapevoli per quanto riguarda l’origine
se li allevi per venderli anche considera
gli alimenti velenosi per gli esseri umani.

ricorda di lasciare un’apertura parziale sotto i muri della struttura
assicurati di non dar loro una dieta di soli scarti
se chiedono di formalizzare prima per iscritto un documento sui dieci punti
quando esamini i lattonzoli puoi dare loro frutta
è in agenda
e verdura
dovrebbe essere dedicata solo alla preparazione del testo
almeno così dicono il corriere della sera e repubblica
una settimana rovente
tieni un tubo da giardino arrotolato a terra e dài loro acqua fresca durante il giorno

_

due prose in rete, 14 settembre

Capere (nel sito Il cucchiaio nell’orecchio):
https://www.ilcucchiaionellorecchio.it/2021/09/capere/

e il terzo dei Quattro quadrati in uscita su icalamari.com:
https://icalamari.com/2021/09/14/the-square-quattro-quadrati-3/

_

rinascono i pompieri | ovvero: va bene non ereditare l’anarchia, ma addirittura entrare in seminario… / differx. 2021

Diciamo che quando nel 2002-2004 io e altri abbiamo iniziato a pubblicare alcune cose, e nel 2005-2007 (anche con Roberto Cavallera e Riccardo Cavallo) abbiamo moltiplicato i blog di materiali sperimentali, nel 2006 fondato gammm, e nel 2009 pubblicato Prosa in prosa, eccetera, insomma, ecco, è un po’ come se avessimo rovesciato non pochissimi altari (e altarini) delle iconiche & malinconiche vecchie buffe divinità pretesche del mainstream letterario. Non voglio certo dire che la scossa sia stata superiore al settimo grado della scala Balestrini, ma parecchie suppellettili sono pur cadute; e qualche natica ha poco onorevolmente smarrito la cadrega, picchiando il morbido e l’osso sull’assito della scena.

Tranquilli però: i draghetti Grisù della Letteratura Come si Deve si sono allertati subito. È da dopo il 1963, con le mazzate che presero per circa un decennio, che vescovi e prelati della pettinatissima ortodossia della poesia da scaffale hanno approntato le loro Stay Behind, introiettato gladiette, accademiche o extra. Del resto la distribuzione è loro (di chi li ospita, meglio), e dalle librerie tutti gli eslege sono stati ramazzati via nell’ultimo ventennio. Quindi?

Quindi ciò che si vede e legge in giro negli ultimi anni, diciamo dopo il primo decennio del secolo novo, ciò che si pubblica o si mette in rete e che rispettosamente ascolto (iuxta akusmatica principia) e osservo, quando mi lascia esterrefatto di solito ha due caratteristiche: o riprende il mainstream medesimo esattamente dove questo (non) si era interrotto, ossia all’altezza degli egotismi confessional degli anni Settanta-Ottanta, serenamente proseguiti senza intoppi grazie all’editoria e distribuzione generaliste di cui sopra; o – pur riallacciandosi contenutisticamente alle tradizioni fuorilegge degli anni Settanta e precedenti – salta a piè pari gli anni Zero,  si cancella il sorriso dalla faccia, e anzi olia e rimette in sesto i medesimi altari leggii moccoli paramenti libri e insomma tutti gli aggeggi sacri che (facendo leva proprio su una tradizione della ricerca letteraria assorbita da un generoso secondo Novecento) noi avevamo invece smontato, ironizzato, sovrascritto, coperto di spray, con l’idea non di buttarli ma di predarli, rifunzionalizzarli, e – certo – cancellarne alcuni, facendo e inventando (sempre noi) altro.

§

Praticamente dal 1961, minuto più minuto meno, chi – in gruppo o isolato – ci ha preceduto nella sperimentazione ha iniziato a sgangherare quei turiboli e scolarsi il vino del prete, e la mia generazione poi (con l’ondivago appoggio di quella di mezzo) ha continuato l’opera, … per vedere infine cosa? Per arrivare a vedere – oggi 2021 – tanti giovani e giovanissimi riprendere quei medesimi turiboli e calici, assumerli alla lettera, e ricelebrare la messa tale e quale. Riaprendo non (solo) il confessional ma – direttamente o indirettamente – i confessionali.

Mi prendo giusto cinque minuti di sconforto e poi ci rifletto su. Intanto vado un attimo ad aprire la porta alla depressione, che bussa.

A dopo.

_

 

 

tre prose brevissime (due pubblicate oggi, una recentemente) / differx. 2021

senza titolo
https://www.ilcucchiaionellorecchio.it/2021/09/senza-titolo/ :

*

Quattro quadrati, 2
https://icalamari.com/2021/09/07/the-square-quattro-quadrati-2/ :

*

Quattro quadrati, 1
https://icalamari.com/2021/08/31/the-square-quattro-quadrati-1/

2423 C / differx. 2021

Nell’ambito del progetto “The Square”, esce oggi il primo di quattro brevi testi in prosa miei, sul sito icalamari.com. Grazie a Francesca Perinelli. Questo il link: https://icalamari.com/2021/08/31/the-square-quattro-quadrati-1/

2 @ ‘il cucchiaio nell’orecchio’

nuova prosa, brevissima, su “il cucchiaio nell’orecchio”:
https://www.ilcucchiaionellorecchio.it/2021/08/2-due/

_

“puntuale” @ il cucchiaio nell’orecchio

qui, grazie a Gaetano Altopiano: https://www.ilcucchiaionellorecchio.it/2021/08/puntuale/

a re-glitched image from “glitchasemics” / differx. 2021

(CC) 2021 differx
A re-glitched image from Glitchasemics (2020)
(Post-Asemic Press, https://postasemicpress.blogspot.com/2020/05/glitchasemics-by-marco-giovenale-is.html, thx to Michael Jacobson)

>>> with a special dedication to De Villo Sloan, who loved my book so much as to ban me for no reason <<<

*

See more glitchasemic images here (2016, hosted by Jim Lwftwich), here (2016), here (2016), here (2017, Otoliths), here (2018, Slova), here (2019), etc etc.

Take note:
Hâle Turhan & Gökhan Turhan experimented “glitched asemic writing” since 2015 or 2016, I think, and I definitely want to praise their work @ Ada & Arx too (e.g. here).

As the blurb of their book Hür (Xerolage #65, Dec. 2016) says: “Xeno-Poiesis is needed within the entagled bubbly nodes of the Remixocene”.

I absolutely agree.

_

“villa pamphili”, una cartolina, oggi, su antinomie

la carte postale –
su “Antinomie” oggi, una cartolina antropologica di differx.
sull’aisthesis e il movimento plurale dei frammenti:

https://antinomie.it/index.php/2021/08/16/villa-pamphili/

_

punti separati

grazie a Gaetano Altopiano, il testo Punti separati è nel sito Il cucchiaio nell’orecchio.
qui: https://www.ilcucchiaionellorecchio.it/2021/08/punti-separati/

_

neometricismo / differx. 2021

 metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro
metro

ricerca poetica, poesia di ricerca, scrittura di ricerca, ricerca letteraria

copertina del “menabò” n. 6, sett. 1963

Roberto Di Marco: «nei dintorni del “verri” ed entro i suoi stessi confini, accanto alla ricerca poetica nuova, si svolgeva un’intensa attività critica e teorica che rinnovava l’orizzonte problematico entro il quale la ricerca letteraria avviene. Quindi giustizia vuole che il Gruppo 63 e l’intero movimento nuovo sia nato in Italia grazie all’attività culturale e alla ricerca letteraria radicale del “verri” e dei Novissimi, ciò anche se poi nel Gruppo 63 si sono trovati riuniti filoni di ricerca sulla forma-parola […]» (in Il Gruppo 63 quarant’anni dopo. Bologna, 8-11 maggio 2003. Atti del Convegno, Pendragon, Bologna 2005, p. 198. Parti in grassetto, ovviamente, mie).

Le espressioni “scrittura di ricerca”, “ricerca poetica”, “poesia di ricerca”, “ricerca in letteratura” e altre non nascono negli anni ’80 o ’90 o Zero, ma molto prima. Pensiamo soltanto a “musique de recherche”, che in Francia risale addirittura agli anni Quaranta. Un post sugli argomenti è qui: https://slowforward.net/2020/03/31/scrittura-di-ricerca-senza-virgolette/.

Mentre la prima parte di un saggio sulle occorrenze delle dette espressioni (Date e dati su “ricerca”, “scrittura di ricerca”, “ricerca letteraria”) è nel n. 75 del “verri”, febbraio 2021: https://slowforward.net/2021/04/16/il-verri-n-75-ma-quale-valore/.

Che agli anni 1961-63 si debba comunque prestare particolare attenzione è evidente non solo per un minimo di decenza in ambito di storiografia letteraria (decenza di cui l’editoria mainstream ha perso contezza da tempo, se mai l’ha avuta), ma perché non è proprio evitabile vedere in quegli anni un inizio di qualcosa che – lo si chiami cambio di paradigma o in qualsiasi altro modo – continua anche oggi, e (si metta l’anima in pace l’editoria appena nominata) continuerà domani.

_

tre testi da “la gente non sa cosa si perde”: oggi su ‘inverso’

grazie a Giovanna Frene per l’ospitalità su InVerso: https://poesiainverso.com/2021/07/21/marco-giovenale-la-gente-non-sa-cosa-si-perde/

un testo da “oggettistica” sul blog di gorilla sapiens

https://gorillasapiens.wordpress.com/2021/08/02/scatole-tuttavia-di-marco-giovenale/

* * *

Grazie a Gorilla Sapiens per l’ospitalità a questa prosa breve, né racconto né poesia. microtesto dal tutt’ora inedito Oggettistica.