raggiera o controdichiarazione di identità (e di poetica, volendo) _ 2′ 52”

Una dichiarazione di identità legata a più scritture, tagliata e mescolata (cut-up), diventa una controdichiarazione (a suo modo, anche, di poetica):




[il tono serioso non inganni]

su due anzi tre modi di scrittura (cliccare per leggere)


ritrovo, rileggo e riapprovo una notilla, questa:
https://slowforward.files.wordpress.com/2018/11/su-due-anzi-tre-modi-di-scrittura_-m-giovenale.pdf

tratta dal n. 18 (2015) de “L’Ulisse”, http://www.lietocolle.com/cms/wp-content/uploads/2014/03/ULISSE-182.pdf
[dalla pagina http://www.lietocolle.com/2015/04/poetiche-per-il-xxi-secolo-lultimo-numero-di-ulisse-e-online-n18-anno-2015/]

estraendo, volendo:
>> un passo a margine della retorica.
Cerca di impedire ai semantemi forti (e alla catena rimica, ritmica, isosillabica, sillabante le
millantate risorse dell’Io-dètto/Io-détto) di formarsi. Lasciando tuttavia quello spazio o gioco cavo
che al lettore non sia interdetto pensare di riempire di nessi <<

_