Archivi tag: art

e002 deta 098 l / miron tee. 2021

.

4markz / mike like. 2021

_

catalogo e retrospettiva di giulia napoleone

Mostra Retrospettiva Viaggi e costellazioni alla ricerca dell’infinito, dedicata a Giulia Napoleone, con opere create dal 1956 al 2020. Inoltre, è presentato il libro d’artista di Giulia Napoleone dal titolo Come il volo del tuffatore di Paestum, con 7 pastelli inediti creati tra il 2018-19 e con una poesia visuale di Sandro Bongiani. L’evento è sotto il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, Museo Madre di Napoli.

fine dell’alchimia, 1970

click to enlarge / cliccare per ingrandire

*

fonte: catalogo di manifesti della Libreria Marini
https://drive.google.com/file/d/1M8uF4ZUykNz9l8K-MsEAwBFxSZbXhI1d/view
_

sarenco, 1969: “abbasso i morti”

da:
Paolo Cortese Arte
instagram.com/p/B7tqj64ojAu/
_

costruzione di un paesaggio d’acqua sul mare / corrado costa. 1980

da: http://www.pariedispari.org/opere/corrado-costa-cartoline-collages

ai critici d’arte / guglielmo achille cavellini. 1978

.

9 ottobre, macerata: “crepita la carta. libri e vertigini di emilio villa”

charta tunc cantat, nec indormir illa,
crepitat charta
Emilio Villa

Presentare a Macerata una mostra su Emilio Villa e colmare le antiche teche della Biblioteca Mozzi Borgetti di curiosi oggetti poetici, libri d’artista unici e perlopiù introvabili, e rare carte manoscritte, sparse e disperse nella caosmologia villiana, significa riscoprire e, almeno in parte, ‘restituire’ una delle più prolifiche e singolari esperienze che questa città abbia mai ospitato in fatto di ricerca poetica e sperimentazione artistica. Quando, nel bel mezzo degli anni sessanta, Villa entra in relazione con diversi artisti marchigiani, tra cui i maceratesi Silvio Craia e Giorgio Cegna, si trova subito coinvolto nella coraggiosa quanto prestigiosa attività dell’editrice Foglio, di Roma-Macerata (poi La Nuova Foglio, di Pollenza), ideandone e dirigendone le più irregolari imprese editoriali fino all’inizio degli anni Settanta.

Da questa straordinaria stagione provengono i libri sulle celebri Idrologie (sfere testuali di plastica trasparente contenenti acqua e firmati Villa, Craia, Cegna); i titoli perduti della fantomatica collana “Lapsus”, diretta dallo stesso Villa (che riunisce autori quali Claudio Parmiggiani, Corrado Costa, Giulio Turcato ecc.); l’inudibile disco in cartone intitolato DISCOrso; il fuori-formato Green, opera-libro polimaterica, tesa alla ricerca di una estrema concrezione testuale su materiali poveri; o ancora il cibernetico Brunt H Options 17 eschatological madrigals captured by a sweetromantic cybernetogamig vampire, by villadrome, realizzato in pochi esemplari.

Queste opere, insieme a molte altre pubblicate in Italia e all’estero dagli anni Sessanta ad oggi, a manifesti in copia unica e a ‘crepitanti’ fogli manoscritti, saranno esposte come tracce da seguire – come sonde – per immergersi nella straripante ricerca di Emilio Villa (1914-2003) poeta, scrittore, promotore d’arte, traduttore e biblista, universalmente riconosciuto come uno dei massimi rappresentanti della cultura europea del secondo novecento. Geniale e polimorfo interprete di una «avanguardia permanente» , per tutta una vita non smise mai di interrogarsi – di interrogare gli abissi del segno e della forma – attraversando da «clandestino» le vertigini e i labirinti della parola poetica e dell’arte, nel tentativo – ininterrotto – di rigenerarle, di ‘riformularle’ ad «immaginazione di un dopo, di un più in là del mondo».

La mostra, a cura dell’A.P.S. “Nie Wiem” di Ancona e della libreria Catap di Macerata, è stata realizzata con il sostegno e la collaborazione della Regione Marche e il patrocinio del Comune di Macerata.

Il vernissage sarà alle ore 18 del 9 ottobre, presso le sale della biblioteca Mozzi Borgetti, piazza Vittorio Veneto 2, Macerata.

Evento facebook:
https://www.facebook.com/events/621252708865137/

_

un intervento video su emilio villa, “brunt h…”

Grazie a Giuseppe Garrera e Igor Patruno, che per la mostra Il Volto dei libri. Libri da Vedere, ancora per alcuni giorni aperta presso il Castello di Santa Severa, mi hanno chiesto un intervento video, che ho voluto dedicare al libro Brunt H…, di Emilio Villa: https://www.facebook.com/101729288285553/posts/380055963786216/

massimo nota. 2021

three asemic pieces / dave read. 2021

i cento anni di joseph beuys

Nicola Brucoli, qui:
https://www.goethe.de/ins/it/it/kul/art/22205388.html

Il centenario di Joseph Beuys rappresenta un momento di ricordo e attualizzazione del suo pensiero. Diverse iniziative travalicano i confini tedeschi per unire in una grande commemorazione stati europei e internazionali. Non molto spesso, infatti, le teorie e le opere di un nostro predecessore si sposano così bene con l’attualità, disegnando un percorso lineare tra passato e presente >>>

_

alice edy: concrete writing, elenchi, asemic writing, testi sperimentali, scritture di ricerca

scrittura installativa, concrete writing, elenchi, asemic writing, testi sperimentali, scritture di ricerca, experimental texts, lists, malware poetry, scrittura asemica, materiali verbovisivi, verbo-visual works

Alice Edy, ^~[(:_VIRUS.2.0)}// malware_poetry_2017 :

Continua a leggere

aswrig = asemic writing gallery 

ASWRIG = asemic writing gallery

 (est. 2017)

The best asemic writing from FB & the web. Daily updates.

FOLLOW it @ https://www.facebook.com/aswrig