Tag Archives: poesia

camilla miglio: su paul celan (online su ‘antinomie’ e ‘nuovi argomenti’)

https://antinomie.it/index.php/2020/11/23/paul-celan-e-la-musica-della-materia

http://www.nuoviargomenti.net/poesie/camilla-miglio-ricercar-per-verba-paul-celan-e-la-musica-della-materia/

lunedì 23: interventi sulla poesia di paul celan

pdf dell’incontro:
https://slowforward.files.wordpress.com/2020/11/celan_locandina.pdf

quattro traduzioni da Celan:
https://slowforward.files.wordpress.com/2020/11/quattro-traduzioni-da-celan.pdf

aggiornamento importante per IL PUBBLICO:
il link di accesso all’incontro è cambiato ed è https://capa.zoom.us/j/97467527947
con ID riunione: 974 6752 7947

Quando entrate attivate pure la funzione video ma non quella microfono. È importante che il pubblico NON attivi il proprio microfono per nessuna ragione per evitare interferenze e rumori molesti. Se ci sono domande per i relatori e lettori per favore usate la chat.

 

_

 

i video del secondo seminario di poesia contemporanea

chi fosse interessato agli interventi del seminario che si è concluso ieri
può trovare qui i video:
_

10 novembre, ore 19:30, pietre d’inciampo. testi di amelia rosselli

martedì 10 novembre alle ore 19:30

la seconda parte di

Pietre d’inciampo. La poesia contemporanea di fronte ai disturbi linguistici e dell’apprendimento.

Anna Rita Chierici legge Amelia Rosselli

Interventi di Fiammetta Cirilli, Marco Giovenale e Pier Giorgio Solvi

all’indirizzo
meet.google.com/qfi-pbrb-yan
a cura di Cetta Petrollo Pagliarani

evento facebook:
https://www.facebook.com/events/370785880833771

 

 

nasce exargot

Nasce exArgot, gruppo di scrittori e critici che promuove e organizza occasioni pubbliche di lettura e discussione sulla poesia, le scritture di ricerca, la letteratura in generale. Ne fanno parte Maria Grazia Calandrone, Maria Teresa Carbone, Fiammetta Cirilli, Andrea Cortellessa, Elisa Davoglio, Marco Giovenale, Massimiliano Manganelli, Giulio Marzaioli, Guido Mazzoni, Vincenzo Ostuni, Tommaso Ottonieri, Laura Pugno, Lidia Riviello, Sara Ventroni, Michele Zaffarano.

Già a dicembre sono in programma due giorni di “Stati complementari della poesia”, ascolto e analisi della poesia di autori nati negli anni Ottanta e Novanta.

Un “mi piace” sulla pagina facebook vi aggiornerà su tutto: https://www.facebook.com/exargot/

[r] _ poesia e ‘oggetto estetico’

Forse non lo riscriverei così, o non parola per parola, ma insomma rivedendo questo articolo del 2005 trovo che ha forse qualche numero per risultare ancora utile. Era uscito su “YIP” nel 2003 e poi in Italianistica On Line (26 maggio 2005): http://www.italianisticaonline.it/2005/poesia-e-oggetto-estetico/

_

Quando nel testo poetico entrano, a fare struttura, inaggirabili, flussi di cifre, cartine, calchi paleografici, oggetti, video, voci, e ancora differenti elementi “estranei”; e se questo accade nell’arco non di pochi anni, ma per decenni ricodificandosi – regola o eccezione – in autori distantissimi tra loro; allora metro e ritmo, come sintassi e spezzatura, possono e forse devono sentirsi chiamati a un lavoro di ridefinizione e discussione, e di confronto anche mediato – ma inevitabile – con le arti. Questo lavoro, per il secondo Novecento, non è forse neppure agli inizi.

Se la pagina 11 del Conte di Kevenhüller è la riproduzione anastatica di un avviso settecentesco; se le opere di Zanzotto sono costellate di disegni, frecce, abrasioni; se quasi l’intero lavoro di Emilio Villa è uno stemma di sconfinamenti e sovrascritture reciproche fra le arti; se – oggi – un “riporto” epigrafico conclude il poemetto Spostamento, di Giovanna Frene; (per tacere – ma perché tacere? – di decenni di poesia concreta, o delle esperienze di riviste come «Testuale» e «Anterem»); può essere ancora pensata – e come? – una diversa mappa della metrica del secolo ormai concluso? E poi: della sola metrica?

In verità molti parametri sono inadatti a toccare e descrivere cento anni di letteratura segnati già dal principio dai gesti di Tzara, o dalla voracità inclusiva e anarchica dei Cantos. Le opere-mondo sono così, funzionano così. Continue reading

poesía contra el bloqueo (argo libri). presentazione con gli autori e gli editori cubani e venezuelani

“Un giorno prima della chiusura delle elezioni statunitensi abbiamo presentato il primo ebook della casa editrice Argolibri, Poesia contra el bloqueo, in collaborazione con: – Vadell Hermanos Editores – Rete europea di sostegno al Venezuela, con l’Unión Nacional de Escritores y Artistas de Cuba – Red de Intelectuales y Artistas en Defensa de la Humanidad – Brics – Psuv Italia – Conaicop Europa L’ebook è acquistabile al seguente indirizzo: https://bit.ly/35E7UH4

Intervengono: 🇨🇺 Da Cuba ▪️Alex Pausides, pluripremiato poeta, curatore della parte cubana dell’antologia, membro del Comitato organizzatore del Festival Internazionale della Poesia dell’Avana 🇻🇪 Dal Venezuela: ▪️William Castillo, Viceministro del Ministero contro il bloqueo ▪️Valentina Vadell, editrice venezuelana ▪️Giordana García, coordinatrice di un’antologia in Venezuela ▪️Celenia Arreaza Montserrat, poeta, ha partecipato all’ebook con una poesia ▪️Nathaly Perez e Lionel Ruiz, cantautori-poeti, 🇮🇹 Curatori dell’edizione: ▪️Geraldina Colotti, curatrice e poeta ▪️Gabriele Frasca, curatore e poeta ▪️Valerio Cuccaroni, direttore editoriale Argolibri

*

 

Entrevista a la intelectual Giordana García: una poeta contra el bloqueo

traduzione italiana:
https://www.bricspsuv.com/2020/11/02/2333/

 

*

intervista a William Castillo:
https://tinyurl.com/yxjgym9l

_

poesía contra el bloqueo

ebook, 2020, argolibri
https://www.argonline.it/prodotto/poesia-contra-el-bloqueo-oltre-cento-voci-cubane-italiane-e-venezuelane-contro-il-blocco-a-cuba-e-venezuela/

oltre cento voci cubane, italiane e venezuelane contro il blocco a cuba e venezuela

a cura di geraldina colotti, gabriele frasca, lucidi

 

 

drunk-dumb-broke-dead / donato mancini. 2020

pietre d’inciampo: reading e incontro online, 28 ottobre h. 19:30

fb.me/e/4TaSrnaiv

http://meet.google.com/ufq-ptma-bmt

dicono che la scrittura di ricerca non esiste / differx. 2020

mi si dice che la scrittura di ricerca non esiste: usano un’espressione diversa, che mi è abbastanza estranea, usano “poesia di ricerca”, per poi immediatamente affrettarsi ad aggiungere che “tutta” la poesia, se è poesia, è di ricerca.
e in effetti devo dire che la ricerca è un po’ ovunque, nel nostro quotidiano.

globo-macchina del tempo vendesi/ differx. 2020