salvare la scuola di gomme, in palestina

A partire dal 1 giugno, giorno in cui la sentenza sulla demolizione del villaggio beduino palestinese di Khan al Ahmar è divenuta esecutiva, i bimbi e le famiglie si trovano in una situazione di terribile stress e tensione. Ogni mattina potrebbe accadere l’irrevocabile. Il Governo Israeliano, infatti, potrebbe in qualsiasi momento ordinare di radere al suolo il villaggio abitato da circa 180 persone da oltre 60 anni. In questo luogo ha sede una piccola scuola che è diventata simbolo del diritto all’istruzione e della difesa dei diritti delle comunità beduine residenti nell’Area C della Palestina controllata da Israele.

In qualsiasi momento la scuola potrebbe essere distrutta. Per favore firma la petizione!

Si tratta della “Scuola di Gomme”, così chiamata perché realizzata su pneumatici usati, per fare fronte al divieto delle Autorità Israeliane di realizzare costruzioni in muratura nell’Area C. La scuola è stata realizzata da Vento di Terra e da altre Ong, ma non si tratta di una semplice costruzione: in quel luogo risiedono le speranze di un futuro migliore, di un futuro di pace, per oltre 170 bambini del villaggio e delle zone limitrofe. Minori che a causa delle limitazioni imposte dai militari e dell’isolamento dei villaggi dove risiedono non hanno alternative reali e rischiano di perdere il diritto all’istruzione primaria.

La demolizione della scuola di Khan Al Ahmar creerebbe un pericoloso precedente … [CONTINUA QUI]

AGGIORNAMENTO:
[…]
Si discute di un possibile, ennesimo intervento dell’Unione Europea e di importanti politici. L’assedio tuttavia si fa ogni giorno più stretto: ogni giorno la polizia entra nel campo, fa domande, osserva. Sembra misurare lo spazio disponibile per i malsognati progetti dei coloni della vicina Kfar Adumim. Sopra le teste vola un drone, esibizione di tecnologia in totale contrasto con la miseria dei tuguri beduini… L’impressione è che vengano catalogate e fotografate anche le pietre. E i beduini attendono, accolgono i visitatori, e, come tutti gli umani dotati di una coscienza, sperano…

[IL TESTO COMPLETO DELL’AGGIORNAMENTO E’ QUI]

oggi, 21 giugno, a roma, alla libreria tic: “storie del pavimento”, di gherardo bortolotti

OGGI, giovedì 21 giugno, alle ore 19​:00alla Libreria Tic
Via Agostino Bertani, 9, Trastevere
(Roma)
 
Lettura e presentazione di
 

STORIE DEL PAVIMENTO

di
GHERARDO BORTOLOTTI
 
 
Tic Edizioni, 2018
 
Intervengono
 
Marco GIOVENALE
Massimiliano MANGANELLI 
Gilda POLICASTRO 
 
Sarà presente l’autore
 
Il libro:
 
L’evento facebook​:
_

22 giugno, studio campo boario (roma): presentazione di “punu”, di silvia tripodi

a Roma, venerdì 22 giugno, alle ore 18:30
presso lo Studio Campo Boario
(viale del Campo Boario 4a)

presentazione di

PUNU

di
SILVIA TRIPODI

(Arcipelago Itaca, 2018​ –
collana Lacustrine,
diretta da Renata Morresi​)
http://www.arcipelagoitaca.it/punu/

​I​ntervengono, con l’autrice,

Simona MENICOCCI
e
Gilda POLICASTRO

*

​Scheda del libro:
http://www.arcipelagoitaca.it/wp-content/uploads/2018/03/scheda-punu.pdf

​Evento facebook:
https://www.facebook.com/events/177894422884548/

Silvia Tripodi (1974) vive a Roma. Nel 2013 ha partecipato a RicercaBo (laboratorio di nuove scritture); suoi testi sono presenti su GAMMM, Nazione Indiana, Nuovi Argomenti, La letteratura e noi, e in altri luoghi delle rete; sulle riviste “l’immaginazione”, “OEI”, “L’Ulisse”, “VLNA”. Ha collaborato all’antologia “Totilogia”, a cura di Daniele Poletti (edizioni Cinquemarzo, 2014) e a “EX.IT – materiali fuori contesto”, 2014 e 2016 (Albinea). Nel 2014 ha vinto il Premio “Lorenzo Montano” (sezione poesia inedita) e, nel 2015, la prima edizione del Premio “Elio Pagliarani” con la silloge “Voglio colpire una cosa”, edita da Zona nel 2016.

Studio Campo Boario:
https://www.facebook.com/groups/362914423721438/

“i have collected all the writings of the empire and burnt those which were of no use”, chapter 1 – existential vacuum / cecelia chapman. 2017

Adapted from the poem by Lydia Lunch. Music written and composed by Globoscuro (Emiliano Pietrini) and Sean Derrick Cooper Marquardt. With Brujita Gonzalez. Props Callalilly Finglas. Cecelia Chapman 2017.

“after lorca”, di jack spicer: il 21 a bologna, il 25 a roma

Finalmente tradotto in italiano l’esordio letterario del poeta americano Jack Spicer: After Lorca (1957)

presentazioni imminenti:

21 Giugno, ore 19 | Libreria MODO Infoshop – Via Mascarella, 24/b, Bologna
Interverranno: Stefano Colangelo, Andrea Franzoni, Fabio Orecchini
https://www.facebook.com/events/251831978710569/

25 Giugno, ore 21 | “Letture d’estate” – Giardini di Castel Sant’Angelo, Roma
Interverranno: Paul Vangelisti, Brunella Antomarini, Marco Giovenale, Luigi Severi,
Andrea Franzoni, Fabio Orecchini
https://www.facebook.com/events/458970994543196/

il libro è una pubblicazione della rivista Argo:
https://www.facebook.com/CollanaArgo/posts/247829719306450

roma, 21 giugno, tic edizioni (via bertani 9): presentazione delle “storie del pavimento” di gherardo bortolotti

Giovedì 21 giugno, alle ore 19​:00alla Libreria Tic
Via Agostino Bertani, 9, Trastevere
(Roma)
 
Lettura e presentazione di
 

STORIE DEL PAVIMENTO

di
GHERARDO BORTOLOTTI
 
 
Tic Edizioni, 2018
 
Intervengono
 
Marco GIOVENALE
Massimiliano MANGANELLI 
Gilda POLICASTRO 
 
Sarà presente l’autore
 
Il libro:
 
L’evento facebook​:
_

tip of the knife, issue #30

Tip of the Knife, Issue 30 has been published. This issue is devoted to handmade art work.

Tip of the Knife, Issue 30 http://tipoftheknife.blogspot.com/2018/06/tip-of-knife-issue-30.html

Special section on Crag Hill’s work, with a great introduction by Bill DiMichele