Archivi categoria: Resistenza

invettiva del primo maggio / [testo e immagine di] ugo pierri. 2021


questa non è la festa di san giuseppe lavoratore

come blatera il prete (dal pulpito, addirittura!)
non dei lavoratori (idem dal cugino di moder-complice passivo dell’odierna sopraffazione-personificazione della mediocrità politico-sociale !)
ma degli sfruttati, del popolo dell’abisso, gregge senza pastore

il popolo reso scientificamente ignorante con specchietti e collanine di vetro

e i corti affollano il concertone, cara norma desmond !

e quel cornuto di suo marito che continua a infilare il garofano rosso nell’occhiello della sua armani !

e nessuno che abbia il coraggio di prendere a calci in culo i traditori del popolo oppresso !

ekaterinenburg !

in nomine domini

*

[mail inviata da Ugo Pierri alla diocesi di Trieste, 1 maggio 2021]

l’asimmetria della violenza / mariasole ariot. 2021

Uno scorcio di quel piccolo mondo protetto

Mariasole Ariot

“Tra il 2015 e il 2018 ci sono stati circa 700 casi di abusi domestici che hanno coinvolto agenti di polizia in tutto il Regno Unito, e tra il 2012 e il 2018 sono state presentate quasi 1.500 accuse di molestie sessuali, sfruttamento delle vittime di reati e abusi sui minori contro agenti di polizia in Inghilterra e Galles.” – scrive oggi Claudia Torrisi su Valigia Blu.

Necessario leggere questo articolo a margine del femminicidio di Sarah Everard perché ci dice qualcosa che, ancora una volta, viaggia nel sommerso. In questo caso in Inghilterra. Un’Inghilterra che, a distanza, consideriamo progressista e più avanzata di noi riguardo a certi temi.

Continua a leggere

marco revelli: a che punto siamo

facebook.com/story.php?story_fbid=10157905648827212&id=644982211

lo stage non è un lavoro

da firmare subito:

https://www.change.org/p/lo-stage-non-%C3%A8-lavoro-vogliamo-diritti

improvisations against propaganda / jim leftwich. 2017 [moria books]

Jim Leftwich, Improvisations Against Propaganda (2017)

b’tselem calls israel’s policy of occupation “apartheid”

source: facebook.com/186525784991/posts/10160555848604992/

Yesterday, B’Tselem בצלם, the largest human rights group in Israel, published a paper declaring a shift in their language from describing Israel as a ‘prolonged occupation’ to describing it as apartheid. This is an important win for the Palestine movement and a demonstration of the power of Palestinian organizers who have for decades been calling the Israeli state what it is, an apartheid regime.

“Calling things by their proper name – apartheid – is not a moment of despair: rather, it is a moment of moral clarity, a step on a long walk inspired by hope. See the reality for what it is, name it without flinching – and help bring about the realisation of a just future.”

SEE https://www.theguardian.com/commentisfree/2021/jan/12/israel-largest-human-rights-group-apartheid

brecce: voci dall’america latina

da Radio quarantena, a cura di Geraldina Colotti

https://www.spreaker.com/user/11689128/brecce-voci-dellamerica-latina_8

primo moroni: un pdf di deriveapprodi

https://www.machina-deriveapprodi.com/post/senza-fine-con-primo-l-orda-d-0ro-galoppa

https://www.machina-deriveapprodi.com/post/senza-fine-con-primo-l-orda-d-0ro-galoppa

ancora i ritornelli sulla neoavanguardia

Leggo questo articolo, Enigma del metodo Erodoto di F. Nobili, su Nuova Ciminiera.
E per l’ennesima volta mi lascia di stucco la filastrocca solita:

Dico: ma Pagliarani afasico? E dove, di grazia? Sanguineti? Balestrini! Ma poi tutti. Ma ancora con questa lagna?

E l’autoreferenzialità poi. E chi sono i postmoderni? Ashbery? Leavitt? De Lillo? Fiorello? Lady Gaga?

Non c’è traccia di queste faccende nelle sacrosante linee e direttrici della collana, che leggo qui:
https://industriaeletteratura.it/le-collane/; e nemmeno, direi, qui: https://www.pianetierranti.blog/

È possibile smetterla di attribuire afasia o altri danni a quella neoavanguardia che oggettivamente, editorialmente e distributivamente, la “poesia comunicativa” ha tentato di asfaltare e rimuovere almeno dal 1971 in avanti? (Riuscendoci, almeno in termini di sedicente grande editoria e distribuzione).

*

Riferimenti possibili:

L’ormai attestata egemonia degli autori sperimentali in Italia
https://puntocritico2.wordpress.com/2011/09/13/lormai-attestata-egemonia-degli-autori-sperimentali-in-italia/
[ 2013, ma già nel blog “Culturalia / Il Manifesto” e in “Nazione indiana”, 17 lug. 2009;
poi dal 22 feb. 2010: t.ly/EcED]

Un errore diffuso
https://slowforward.net/2013/07/10/altri-link-per-nutrire-lerrore-diffuso/
e Altri link per nutrire l’errore (diffuso)
https://slowforward.net/2013/07/10/altri-link-per-nutrire-lerrore-diffuso/
[entrambi 10 lug. 2013]

Responsabilità in editoria
https://slowforward.net/2020/07/14/responsabilita-in-editoria/
[14 lug. 2020]

I potenti tribolati. Ovvero le pene del mainstream
https://slowforward.net/2020/09/12/i-potenti-tribolati-differx-2020/
[12 sett. 2020]

_

 

bgmole: capitalism will be capitalism

la liberazione di nasrin sotoudeh

https://www.change.org/p/libert%C3%A0-per-nasrin-giuseppeconteit-italymfa-federicamog-salviamonasrin/u/28036241

poesía contra el bloqueo (argo libri). presentazione con gli autori e gli editori cubani e venezuelani

“Un giorno prima della chiusura delle elezioni statunitensi abbiamo presentato il primo ebook della casa editrice Argolibri, Poesia contra el bloqueo, in collaborazione con: – Vadell Hermanos Editores – Rete europea di sostegno al Venezuela, con l’Unión Nacional de Escritores y Artistas de Cuba – Red de Intelectuales y Artistas en Defensa de la Humanidad – Brics – Psuv Italia – Conaicop Europa L’ebook è acquistabile al seguente indirizzo: https://bit.ly/35E7UH4

Intervengono: 🇨🇺 Da Cuba ▪️Alex Pausides, pluripremiato poeta, curatore della parte cubana dell’antologia, membro del Comitato organizzatore del Festival Internazionale della Poesia dell’Avana 🇻🇪 Dal Venezuela: ▪️William Castillo, Viceministro del Ministero contro il bloqueo ▪️Valentina Vadell, editrice venezuelana ▪️Giordana García, coordinatrice di un’antologia in Venezuela ▪️Celenia Arreaza Montserrat, poeta, ha partecipato all’ebook con una poesia ▪️Nathaly Perez e Lionel Ruiz, cantautori-poeti, 🇮🇹 Curatori dell’edizione: ▪️Geraldina Colotti, curatrice e poeta ▪️Gabriele Frasca, curatore e poeta ▪️Valerio Cuccaroni, direttore editoriale Argolibri

*

 

Entrevista a la intelectual Giordana García: una poeta contra el bloqueo

traduzione italiana:
https://www.bricspsuv.com/2020/11/02/2333/

 

*

intervista a William Castillo:
https://tinyurl.com/yxjgym9l

_

repression of speech and scholarship on palestine needs to end

https://www.aljazeera.com/opinions/2020/10/1/repression-of-speech-and-scholarship-on-palestine-needs-to-end/

writers against trump: charles bernstein