oggi, 12 gennaio, a roma, bibliolibreria plautilla: fabrizio rossi (edizioni ikonalíber) e damiano abeni

 

Roma, OGGI, venerdì 12 gennaio, alle ore ​18:00
presso la bibliolibreria Plautilla (via Colautti 28-30)
nel contesto delle attività 2018 di Monteverdelegge

​​

​dialogo tra

Damiano Abeni, Marco Giovenale e Fabrizio M. Rossi sul libro​

 e
​sul​l’attività della casa editrice IkonaLíber
​di F. M. Rossi​

 

Coordina 
Maria Teresa Carbone
 
 
*
​L’incontro su facebook:​
https://www.facebook.com/events/268225097039489/
 
 
Nel 2012, per festeggiare i 25 anni di attività dello studio Ikona, nasce la casa editrice IkonaLíber. La parola greca eikon (icona) deriva dalla radice verbale eoika: «sono simile». Ikona è per noi la somiglianza consapevole tra soggetto e oggetto, osservatore e osservato, coscienza e mondo. Libri a stampa si affiancano a edizioni digitali. Di carta o elettronici, i nostri libri sono realizzati interamente in Italia secondo l’etica dell’artigianato editoriale responsabile verso l’ambiente, la società e il valore del lavoro.
from the dairy of jonas & job, inc., pigfarmers (collana syn_scritture di ricerca, 2017):
Microeventi, notazioni dotte, memorabilia, incastri sintattici e calembours (spesso assenti in una lingua, aggiunti nell’altra, a creare non traduzioni ma diversioni, diversità) fanno di questo libro un labirinto. Diviso in sette parti o tempi inventati da damiano+abeni+giona+giobbe per ideare non la creazione di un mondo ma una mondana ricreazione (dolente, insolente, ironica).
 
 
 
 
 
 

roma, 12 gennaio, bibliolibreria plautilla: fabrizio rossi (edizioni ikonalíber) e damiano abeni

 

Roma, venerdì 12 gennaio, alle ore ​18:00
presso la bibliolibreria Plautilla (via Colautti 28-30)
nel contesto delle attività 2018 di Monteverdelegge

​​​dialogo tra
Damiano Abeni, Marco Giovenale e Fabrizio M. Rossi sul libro​

 e
​sul​l’attività della casa editrice IkonaLíber
​di F. M. Rossi​

 

Coordina 
Maria Teresa Carbone
 
 
*
​L’incontro su facebook:​
https://www.facebook.com/events/268225097039489/
 
 
Nel 2012, per festeggiare i 25 anni di attività dello studio Ikona, nasce la casa editrice IkonaLíber. La parola greca eikon (icona) deriva dalla radice verbale eoika: «sono simile». Ikona è per noi la somiglianza consapevole tra soggetto e oggetto, osservatore e osservato, coscienza e mondo. Libri a stampa si affiancano a edizioni digitali. Di carta o elettronici, i nostri libri sono realizzati interamente in Italia secondo l’etica dell’artigianato editoriale responsabile verso l’ambiente, la società e il valore del lavoro.

 

from the dairy of jonas & job, inc., pigfarmers (collana syn_scritture di ricerca, 2017):
Microeventi, notazioni dotte, memorabilia, incastri sintattici e calembours (spesso assenti in una lingua, aggiunti nell’altra, a creare non traduzioni ma diversioni, diversità) fanno di questo libro un labirinto. Diviso in sette parti o tempi inventati da damiano+abeni+giona+giobbe per ideare non la creazione di un mondo ma una mondana ricreazione (dolente, insolente, ironica).
 
 
 
 
 
 

due brani e un testo dopo “bohario – tensioni in campo” (da/a: luca venitucci, mg, carlo bordini)

Il 29 settembre scorso, nel contesto di Bohario – Tensioni in campo (a cura di Giuseppe Garrera e Alberto D’Amico), nel pomeriggio, ho letto una serie di testi da Oggettistica, e Carlo Bordini – poco dopo – una sequenza di poesie inedite, sue; e alcune tradotte dallo spagnolo da lui e da sua moglie Myra Jara. Luca Venitucci, in serata, ha eseguito una serie di brani e improvvisazioni sonore.

Uno dei testi da me letti era dedicato a Carlo. Uno dei brani suonati da Luca era dedicato al romanzo Gustavo, sempre di Carlo. E altri brani di Luca avevano come interlocutrice la mia raccolta di prose e poesie Strettoie, e dunque a questa erano legati.

Per una serie bizzarra di circostanze, mentre leggevo, Carlo ancora doveva arrivare, e quando Luca performava, né Carlo né io eravamo presenti.

Questo piccolo intreccio di riferimenti, legami e dediche, dunque, si svolgeva in assenza dei dedicatari. Che (anche per questo) sono felicemente riconvocati qui, da due brani e un testo:

Improvvisazione per Gustavo

Strettoie 2 (edit)

Luca Venitucci: fisarmonica, voce, trattamenti

*

Anche se non eravamo tutti presenti contemporaneamente, il filo sonoro ci ha tenuti insieme. E quello testuale, forse:

da Sequenza con mancanze (in Oggettistica)
($TRING$)

I
È come se non se ne accorgesse
Come spinasse un salmone o due proprio più piano
Quanto sole prende su viale Libia
Come fa
Mi vede lui per primo mi chiama
Prendiamoci un caffè sto andando in posta
Da quel giorno
Come del resto sarebbe successo di non avere tempo
O ha tempo o lo trova in qualche modo
È per non accorgersi
E di scrivere
Inoltre
Leva le puntine dal muro, le righe di matita
Desquadra il foglio A3
Viene a trovare le commesse della Standa
Si attarda a distrarsi sui lavori del parcheggio
Sono andati via tutti

“film”, di florinda fusco: sabato 25 novembre in camera verde

Centro Culturale
LA CAMERA VERDE
via Giovanni Miani 20 – Roma

Sabato 25 novembre 2017, ore 18:30

presentazione del libro

FILM

Macchina della vista e dell’udito

di

Florinda Fusco

(Collana Teatro)

***

Lettura a due voci di

Catia Gatelli e Florinda Fusco

Interventi di

Giancarlo Rossi e Vincenzo Schino

Performance poetico-musicale di

Fabio Orecchini e Pane

***

www.lacameraverde.com
info@lacameraverde.com

oggi, 17 novembre, a firenze: performance “il paziente crede di essere” + now!

A Firenze, presso il Sit’n’breakfast (via San Gallo 21 R)
OGGI17 novembre 2017, alle ore 18:00

Reading/performance
https://www.facebook.com/events/141778529795446/

copertina_paziente now

Marco Giovenale, IL PAZIENTE CREDE DI ESSERE
(Gorilla Sapiens, 2016)

e

NOW!
[ Marco Cencetti (tromba) + Roberto Cagnoli (live electronics) ]

 

https://now99.bandcamp.com/

https://www.facebook.com/nowjazz/

https://www.facebook.com/pg/SitAndBreakfast/about/