new ebook: james shivers’ essay on the work of charles bernstein

new ebook:
James Shivers, Charles Bernstein / American Innovator –– More Numerous of: A Kinetic Approach. This is the first publication of Shivers’ 2001 dissertation, with a new introduction by the author and a foreword by Richard Deming.

Open access PDF: http://tiny.cc/Shivers

from Richard Deming’s Foreword:
In many ways, James Shivers’s More Numerous of: A Kinetic Approach is an important contribution not simply because it is the most comprehensive engagement of Bernstein’s work that exists so far, but because Shivers is so resolutely interested in the pedagogical himself. … Shivers does not simply end at determining the work is difficult, complex. He asks instead what we can make out of that complexity, what we can take from a text that resists us.

“l’incipit dell’infinito”: lettura leopardiana di giuseppe garrera e sebastiano triulzi

L’INCIPIT DELL’INFINITO

La modalità della vertigine: aporie, smottamenti, voragini nella versificazione di Giacomo Leopardi

di 
Giuseppe Garrera Sebastiano Triulzi

con una nota di Fabrizio M. Rossi

edizioni Cambiaunavirgola

pp. 64
ISBN 978-88-906642-3-6

disponibile dal 16 settembre 2019

in copertina: elaborazione grafica del manoscritto autografo dell’Infinito

*

Un giovane di ventuno anni – tale è Giacomo Leopardi quando scrive l’Infinito – ci indica da subito la parabola irrimediabile e spettacolare del proprio destino, a cominciare da quel Sempre, dopo il quale tutto sarà solo vertigine e precipizio. Il saggio di Giuseppe Garrera e Sebastiano Triulzi, tutto dedicato al primo verso dell’Infinito di Leopardi, in occasione del bicentenario dalla stesura, procede esso stesso per voragini, smottamenti, cadenze irregolari. I due curatori indagano la vicenda del verseggiare di Leopardi, la sua capacità di far franare tutto: le parole, le cose, i moti, i sentimenti.

Nel primo verso c’è già l’intera avventura poetica di Leopardi fino al mare impietrato del Vesuvio, passando per le steppe dell’Asia minore: l’ermo colle è profezia di una scelta inesorabile, una fedeltà al deserto. Dal primo grande momento di affezione al precipitare nell’abisso del tempo e nel segreto dell’anima, del ricordare, per lutto e perdita, dalla speranza e consolazione dell’infinito, al sedere contemplando il nulla, Leopardi sceglie il naufragio come condizione irreversibile.

Una nota finale di Fabrizio M. Rossi rende omaggio alle edizioni a stampa dell’Infinito e ne ricostruisce la storia tipografica.

GLI AUTORI

Giuseppe Garrera è musicologo, storico dell’arte e collezionista, coordinatore scientifico del Master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali della Business School del Sole 24 Ore.

Sebastiano Triulzi è docente di Letteratura Italiana Contemporanea all’Università Uninettuno, ed è giornalista e critico letterario del gruppo Repubblica – Gedi.

_

Cambiaunavirgola è la casa editrice dell’associazione di promozione sociale Spazio etico di Roma.
I nostri progetti editoriali non hanno scopo di lucro: l’intero ricavato è reinvestito nelle attività dell’associazione.
Spazio etico ha l’obiettivo – attraverso iniziative come i corsi di autoproduzione, le passeggiate tematiche o gli incontri di informazione su temi come finanza etica e commercio equo – di praticare e diffondere la cultura indipendente, il pensiero libero, l’integrazione e l’accoglienza, la sostenibilità in ogni sfera dell’agire.
Ogni nostro volume è realizzato con cura redazionale e grafica e nel rispetto dell’ambiente (con l’utilizzo di carte ecologiche certificate).
facebook www.facebook.com/spazioetico
info e acquisti cambiaunavirgola@spazioetico.it

andrea pitozzi, “conceptual writing”, il verri, 2018

Reframing, Uncreativity, Unoriginality sono alcune delle modalità compositive che caratterizzano la conceptual writing, un movimento di poeti, artisti e scrittori sperimentali attivi in particolare nel mondo anglosassone, e in grado di dialogare con sistemi solo apparentemente lontani da quello più strettamente letterario.
Anziché proporre delle definizioni, questo libro segue l’andamento dei fenomeni associati alla scrittura concettuale contemporanea e alle sue interazioni con altri modelli espressivi: dai debiti verso le sperimentazioni della scrittura di ricerca e della poesia concreta fino alle relazioni con l’arte concettuale della seconda metà del Novecento.
Cinque conversazioni con alcuni tra i principali protagonisti e teorici della conceptual writing, Kenneth Goldsmith, Craig Dworkin, Nick Thurston, Christian Bök, Derek Beaulieu chiudono il volume affrontando la sfida lanciata dalle diverse logiche che regolano il sistema di testualità diffuso oggi attraverso i social networks e dalle nuove forme mediali.

https://www.ilverri.it/index.php/le-collane/collana-blu/conceptual-writing-1-detail

diaristic reports, vol. 1 / jim leftwich. 2016-2017

https://slowforward.files.wordpress.com/2019/08/diaristic-reports-vol.-1.pdf

click to read

https://slowforward.files.wordpress.com/2019/08/diaristic-reports-vol.-1.pdf

ferragosto in situ(azione)

da http://www.ubu.com/historical/si/index.html grazie a https://compostxt.blogspot.com/2019/08/bulletins-de-linternationale.html grazie a Roberto Cavallera