Archivi tag: Fahrenheit

fahrenheit, 24-28 maggio: letture di giulio marzaioli, e intervista

dal 24 al 28 maggio – ore 16:50 circa [dopo il GR] @ RadioTre Fahrenheit

letture da I SASSI, di Giulio Marzaioli (TIC Edizioni, collana ChapBooks), e

lunedì 24 maggio – ore 16:55 circa [dopo la lettura] INTERVISTA in diretta con l’autore

conduce Graziano Graziani

https://ticedizioni.com/collections/vetrina/products/i-sassi-marzaioli

oggi, 23 ottobre, libreria fahrenheit 451 (roma): presentazione del corso e del centro di poesia upter

Roma, OGGImartedì 23 ottobre 2018, alle ore 18:00
presso la libreria Fahrenheit 451
piazza Campo de’ fiori 44

 Incontro di presentazione
di due realtà dell’università popolare UPTER : il 

Centro di poesia e scritture contemporanee

e il corso 

Verso dove? – Orientarsi nella poesia contemporanea

 

Intervengono  

Valerio Massaroni (Upter, coordinatore e docente) 

e

Marco Giovenale (curatore e docente del corso)

 

 *

l’incontro su facebook:
https://www.facebook.com/events/250007639042991/

per prenotare le attività del Centro, e così sostenerlo:
https://www.eppela.com/it/projects/20423-centro-di-poesia-e-scritture-contemporanee

*

L’obiettivo del Centro è quello di valorizzare la ricchezza della poesia dei nostri giorni, di altissimo valore culturale e sociale ma troppo spesso relegata ai margini dell’istruzione e dell’editoria, quando non del tutto esclusa. È nostra convinzione, in pieno spirito popolare della missione educativa dell’UPTER, che fornire a tutti gli strumenti per accedere, comprendere e dunque apprezzare le scritture poetiche contemporanee, nella loro ricchezza e molteplicità, sia il modo più efficace per attivare un circolo virtuoso in grado di riabilitare la nostra grande tradizione letteraria.

 

Libreria Fahrenheit 451, Campo de’ Fiori, 44 –  00186 – Roma
https://www.facebook.com/libreria.fahrenheit.1/
https://www.facebook.com/LibreriaF451/
 Tel. e fax 066875930

_

roma, martedì 23 ottobre, libreria fahrenheit 451: presentazione del corso e del centro di poesia upter

Romamartedì 23 ottobre 2018, alle ore 18:00
presso la libreria Fahrenheit 451
piazza Campo de’ fiori 44

 Incontro di presentazione
di due realtà dell’università popolare UPTER : il 

Centro di poesia e scritture contemporanee

e il corso 

Verso dove? – Orientarsi nella poesia contemporanea

 

Intervengono  

Valerio Massaroni (Upter, coordinatore e docente) 

e

Marco Giovenale (curatore e docente del corso)

 

 *

l’incontro su facebook:
https://www.facebook.com/events/250007639042991/

per prenotare le attività del Centro, e così sostenerlo:
https://www.eppela.com/it/projects/20423-centro-di-poesia-e-scritture-contemporanee

*

L’obiettivo del Centro è quello di valorizzare la ricchezza della poesia dei nostri giorni, di altissimo valore culturale e sociale ma troppo spesso relegata ai margini dell’istruzione e dell’editoria, quando non del tutto esclusa. È nostra convinzione, in pieno spirito popolare della missione educativa dell’UPTER, che fornire a tutti gli strumenti per accedere, comprendere e dunque apprezzare le scritture poetiche contemporanee, nella loro ricchezza e molteplicità, sia il modo più efficace per attivare un circolo virtuoso in grado di riabilitare la nostra grande tradizione letteraria.

 

Libreria Fahrenheit 451, Campo de’ Fiori, 44 –  00186 – Roma
https://www.facebook.com/libreria.fahrenheit.1/
https://www.facebook.com/LibreriaF451/
 Tel. e fax 066875930

_

“letteratura latina inesistente”, di stefano tonietto: a roma, da fahrenheit, mercoledì 31 gennaio

a Roma, mercoledì 31 gennaio, alle ore 18:30
Libreria Fahrenheit 451
(Campo de’ fiori, 44)

Letteratura latina inesistente

di Stefano Tonietto
(Quodlibet)

ne parlano con l’autore
Fabio Donalisio e Paolo Morelli

Una letteratura latina che nessuno può avere studiato a scuola, una parodia del manuale scolastico, dove compaiono autori assolutamente impensabili, divisi in correnti ed epoche; la Lesbia cantata da Catullo che risponde irritata a Catullo; il «seccatore» di Orazio che aveva già seccato anche Cicerone; un poemetto lucreziano sulla jella; e poi anticipatori, in anticipo di duemila anni su Ungaretti e Montale, e così via.
È la Filologia Creativa, nuova disciplina accademica, dove un testo letterario mai scritto viene restituito al godimento dell’umanità e agli studi futuri, colmando una parte dell’infinita lacuna che è l’ipotetico e l’impossibile.

Raramente si è vista una quarta di copertina più riuscita: “Il fatto, meramente contingente, di essere esistito non dovrebbe più costituire, per un autore, l’unico criterio di scelta” (Valerio Magrelli)

 

roma, 25 maggio: “le cose mute”, fotografie di elisabetta tomassini

prossimamente… presso la libreria Fahrenheit 451
in piazza Campo de’ Fiori

LE COSE MUTE

fotografie di
Elisabetta Tomassini

LeCoseMute

§

“Non vi è cosa, nella natura animata o inanimata, che non partecipi in qualche modo alla lingua.”

“Non si obietti che non conosciamo altra lingua al di fuori di quella dell’uomo: che non è vero.”

“Le lingue delle cose sono imperfette, e le cose sono mute.”

Walter Benjamin

§

Protagonisti di questo lavoro sono tubi, fili, centraline, oggetti o residui del nostro spazio quotidiano che assistono alla nostra vita, stanno tra noi silenziosi, quasi non visti.

_

@ fahrenheit

oggi, Radio3 Fahrenheit: letture da “Shelter” + intervista


oggi, 13 giugno, qualche minuto prima delle 17:00,
nel contesto della trasmissione Fahrenheit, di Radio3,
lettura di alcune poesie da Shelter, e intervista a MG