Archivi categoria: vispo & gif

as ex. asemic expressionism, or abstract expressionist writing / jim leftwich. 2022

Once upon a time, long long ago (20 years), in a far far away place (Charlottesville, VA), I claimed to have identified a category of visual poetry called (perhaps only by me) Decorative Expressionism. It was busy, crowded, colorful and noisy. I liked it a lot — for several reasons, one of them being the fact that I was making quite a bit of it myself.

If anyone had asked me at the time (no one has ever asked me), I would have told them that Decorative Expressionism was the exact opposite of asemic writing.

Ah yes, time goes by and with a little “luck of the research and reading” (recollected and ruminated upon in tranquility) maybe we learn a thing or two. How does that old hit single go?
What I didn’t know then
What I don’t know now
.. some other stuff in there, I know… 45 years ago… anyway

I would have been wrong.

That was back in the early days of this current iteration of asemic writing, when some of us still thought the prefix ‘a-‘ meant “without; not having any.” Little did we know that the prefix ‘a-‘ was soon to take on the meaning of its opposite, “poly-“. “Without, not having any” semes came to mean “having many” semes. “Absolutely thwarting the production of meaning” became “open to the invention of all imaginable meanings.”

It was a transformative moment in the history of all things asemic.

When Jackson Pollock woke up in the morning, he already had a lit cigarette balanced on his lower lip. He visited his Jungian therapist every Tuesday at 2pm. They played chess, drank beer, went to Yankees games, and chased the stately, plump pigeons through Central Park.
You’re getting better, Jack, said the Jungian therapist. Getting better all the time.
Thank you, said Jackson Pollock.
Alchemy of the vowels, Tantric Sex Mandala, said the Jungian therapist.
I don’t believe in The Accident, said Jackson Pollock.
He walked down the crowded sidewalk past The Tavern to his studio.
He lit a cigarette, opened a beer, took off his shoes and socks.
He spent the rest of the evening working, late into the night, doing The Dance of the Collective Unconscious, In The Painting.

That’s pretty much how asemic writing is still made today.

So, the next time someone tells you myriad hymnal nightpoets, hurrier, nebula nebula, tell them you know all about asemic expressionism. Maybe they’re living in a book by Donald Barthelme. What do you know? Empathy is all about effort. Let there be no bullshit between Practitioners of The Craft and Sullen Art.

rarità narcisistiche @ vendita compulsiva, studio campo boario, roma, sabato 25, h. 16

Piccole o meno piccole e non scontate rarità o feticci giovenaliani, ritrovati oggi, saranno messi impudicamente in vendita in occasione dell’iniziativa di vendita compulsiva, con banchetti di libri di poesia-poesia e scritture di ricerca, materiali assertivi e non, opere grafiche e riviste, postpoesia, traduzioni e liriche, anche di altri editori & venditori, allo Studio Campo Boario, sabato 25 giugno a partire dalle ore 16 circa. Lo Studio è in viale del Campo Boario 4a (il cancello verde).

Accorrete numerosi.

Saranno inoltre presenti libri delle edizioni del Verri, di IkonaLíber, e molti altri ancora, in parte non esaustiva visibili qui: https://slowforward.net/2022/06/22/alcuni-libri-che-troverete-studio-campo-boario-sabato-25-dalle-ore-16-circa/

Giovenale/differx recherà seco, inoltre, sempre in vendita, fogli asemici di piccole dimensioni, micro-opere, cartoline.

20 giugno, macerata: presentazione di “presentimenti del mondo senza tempo. scritti su emilio villa”, di aldo tagliaferri + mostra “verbovisioni”

Lunedì 20 giugno, alle ore 19:00,
nel contesto del festival La punta della lingua 2022,
presso la Libreria Catap – a Macerata (piazza Mazzini 63c)

Emilio Villa. Tra Labirinto e Sibilla

Presentazione del volume

Presentimenti del mondo senza tempo. Scritti su Emilio Villa

di Aldo Tagliaferri

a cura di Gian Paolo Renello, Argolibri, 2022,
Intervengono:
Gian Paolo Renello, curatore del volume
Giuseppe Sterparelli, documentarista
Fabio Orecchini, collana “Fuori Catalogo” per Argolibri
Andrea Balietti, Catap

evento facebook:
https://www.facebook.com/events/1115050822406978

*

Il volume raccoglie tutti i saggi e gli scritti più importanti dedicati a Emilio Villa da Aldo Tagliaferri in oltre 40 anni di critica serratissima. Compendio di una vita all’inseguimento della labirintica e sibillina poetica villiana, il libro di Tagliaferri, uno dei massimi critici viventi, è destinato a divenire un classico della critica letteraria. Nell’occasione sarà anche proiettato un estratto di una lunga videointervista ad Aldo Tagliaferri dal titolo “Esprimere l’inesprimibile. Il Novecento di Emilio Villa narrato da Aldo Tagliaferri”, curata dal documentarista Giuseppe Sterparelli (presente nel volume con codice QR).

Il trailer dell’intervista su Youtube
Il programma completo del Festival La punta della lingua 2022

***

VERBOVISIONI

Nello stesso giorno, in libreria da Catap, alle 18:30, verrà inaugurata la sezione maceratese della mostra VERBOVISIONI con le opere di poesia visiva della Collezione Campanotto curate da Giulio Segato.

Saranno presenti Carlo Marcello Conti (Campanotto Editore) e Lamberto Pignotti, pioniere italiano di questa forma d’arte.
La mostra è organizzata in collaborazione con Poliarte Accademia di Belle Arti Design e resterà aperta per tutta la durata del festival negli orari di apertura della libreria, ovvero il Lunedì dalle 16.00 alle 20.00 e poi dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.

un estratto da “esprimere l’inesprimibile. aldo tagliaferri racconta emilio villa”

dal documentario di Giuseppe Sterparelli

Dal 26 maggio in libreria Presentimenti del mondo senza tempo. Scritti su Emilio Villa, di Aldo Tagliaferri. Nel libro, un codice QR rinvia alla lunga intervista ad Aldo Tagliaferri su Emilio Villa, curata dal documentarista Giuseppe Sterparelli, di cui il video qui postato è appunto un semplice estratto.

“womb: opere dall’archivio utsanga”: @ fasano (br) dal 2 al 13 giugno

“Womb. Opere dall’Archivio Utsanga” | Mostra promossa e curata da Clotilde Palasciano
Museo della casa alla fasanese | via Fogazzaro 4, Fasano (BR)
dal 2 al 13 giugno 2022
In mostra opere di Mariangela Guatteri, Fabio Lapiana, Giovanni Fontana, David Felix, Tim Gaze, Lucinda Sherlock, Cristiano Caggiula, Francesco Aprile, Egidio Marullo, Marco Giovenale, Giuseppe Calandriello, Ásgrimur Kuldaboli Pórhallsson, Lina Stern, Vittore Baroni, Dona Mayoora, Luc Fierens, Eugenio Lucrezi, Kerri Pullo, Hilda Paz, Reed Altemus, Clemente Padin, Giancarlo Pavanello, Clotilde Palasciano, Miriam Midley, Cheryl Penn, Francesco Saverio Dòdaro, Enzo Miglietta, Ruggero Maggi, Rafael Gonzalez, Vittorio Fava, Vittorino Curci, Kenryo Hara, Gino Gini, Fernanda Fedi, Oronzo Liuzzi, Adriano Accattino, Enzo Patti, Anna Boschi, Cecelia Chapman-Jeff Crouch, Giuseppe Pellegrino.

Alcune immagini dalla mostra qui: https://www.facebook.com/francesco.aprile3/posts/pfbid02Q48KwJBattpBGbykRQYE5xzWpe9kELtneXiAWVWrjU2NBtL2XTov9X6ov89pBkYgl

untitled / differx. 2022

fuoripagina: la collezione roffi al c.a.o.s. di terni

Sabato 28 maggio, alle ore 18:00, il Museo CAOS – Centro Arti Opificio Siri (a Terni, via Franco Molé 25) inaugura la mostra Fuoripagina. La collezione Roffi, ultimo evento  della artistica iniziata a gennaio 2022 Inside the CAOS.
L’esposizione, nella Sala Carroponte del Museo, curata da Pasquale Fameli, sarà visitabile al pubblico fino a domenica 2 ottobre.

Fuoripagina è il titolo che Gian Paolo Roffi, artista visivo legato all’area della Poesia Totale, ha dato alla sua originalissima collezione, conservata presso l’archivio dello Studio Segni & Segni fondato dallo stesso Roffi. La raccolta conta oltre centoquaranta lavori di protagonisti delle più significative tendenze della ricerca verbo-visiva apparse sulla scena internazionale a partire dalla metà del Novecento. Tra queste spiccano la Poesia Concreta di Augusto e Haroldo De Campos, Eugen Gomringer, Arrigo Lora Totino e Adriano Spatola; il Lettrismo di Maurice Lemaître; la Poesia Visiva di Eugenio Miccini, Lamberto Pignotti, Stelio Maria Martini e Sarenco; la Nuova Scrittura di Ugo Carrega e Vincenzo Accame; la Poesia Sonora di Bernard Heidsieck e Henri Chopin; le scritture Fluxus di Ben Vautier e Giuseppe Chiari; la Mail Art di György Galántai e Vittore Baroni, e molte altre esperienze affini.

Oltre centoquaranta opere per circa cento nomi, da quelli storici a quelli più recenti, radunate con l’intenzione di offrire una cospicua campionatura delle ricerche condotte sul filo della parola, quella che fugge dalla sua sede convenzionale – la pagina – per spaziare oltre i confini della lettura e mostrarsi nel suo aspetto materiale, farsi ascoltare nella dimensione fonetica oltre il silenzio dell’occhio, incontrare l’immagine in un rapporto sinestetico, diventare essa stessa immagine e testare così le sue infinite potenzialità formali. In questo senso, la scelta delle opere è precisa e rigorosa, così da rendere evidente quanto accomuna il lavoro di chi si è sempre collocato nelle zone di confine tra le arti.

In occasione della giornata inaugurale l’ingresso alla mostra sarà gratuito. In tutti gli altri giorni il costo del biglietto è di 5 euro.

https://caos.museum/fuoripagina-la-collezione-roffi/

_

an installance by johannes s.h. bjerg (2022)

Installance “Holbæk”

Longitude: 55.6760968

Latitude: 12.5683371

Action: leaving a langrid on a train.

Documentation: 1 phone photo

“presentimenti villiani”, di aldo tagliaferri: il 30 maggio a casa morra (napoli)

 

https://slowforward.files.wordpress.com/2022/05/cs-presentazione-libro-casa-morra.pdf

womb: opere dall’archivio utsanga, dal 2 giugno @ museo della casa alla fasanese

Utsanga.it    Città di Fasano   e    Museo della casa alla fasanese
presentano

Womb
Opere dall’archivio Utsanga

In mostra opere di asemic writing, poesia visiva e concreta, libri d’artista
Inaugurazione 2 giugno h. 19:00

Presso Museo della casa alla fasanese
via Fogazzaro 4, Fasano, BR
dal 2 al 13 giugno 2022

click to enlarge / cliccare per ingrandire

«Utsanga.it» (ISSN 2421-3365), che viene dal sanscrito e significa “grembo”, è una “rivista di analisi liminale” fondata nel 2014, a Lecce, da Francesco Aprile e Cristiano Caggiula guardando alle dinamiche e problematiche del panorama letterario globale, alle forme che la parola assume nell’extraletterario allargando i confini di ciò che chiamiamo poesia, alle diverse declinazioni dei linguaggi di ricerca.

Del 2016, invece, è la nascita dell’archivio “Utsanga”, sorta di mappatura/catalogazione di materiali eterocliti, effimeri, opere, libri, riviste. Per la terza volta dalla sua nascita (dopo le mostre di Catanzaro nel 2016-2017 e Ivrea nel 2018), e per la prima volta in Puglia, parte dell’archivio si aprirà al pubblico con una mostra che raccoglie 41 autori provenienti da tutto il mondo fra poeti, poeti visivi, autori di scritture asemantiche o libri d’artista, teorici dell’arte e della letteratura, performer, poeti sonori, navigati stregoni dei linguaggi umani e giovani arrembanti in un mix di opere e autori che copre un arco di tempo capace d’andare dagli anni Sessanta ai nostri giorni, rappresentando un termometro, uno spaccato significativo della storia e dell’evoluzione di queste pratiche sempre terra di confine. “Womb”, allora, è un grembo che abbraccia una intricata selva di linguaggi accogliendo la gestualità dello scrivere che perde la propria relazione con il significato facendosi asemic writing, ma anche la capacità della parola poetica di uscire dal libro e dalle gabbie speculative della stampa per corteggiare altre forme, altri media, conoscendo il vuoto e la sua composizione grafica con la poesia concreta e la costruzione materica e politica del testo nella poesia visiva. In ultimo, ma non meno importante, il libro diventa oggetto, scultura, ma anche pratica amanuense che riscopre le connessioni della composizione estetica con la parola al tempo stesso strumento sonoro, visivo, plastico.

Autori:
Mariangela Guatteri, Fabio Lapiana, Giovanni Fontana, David Felix, Tim Gaze, Lucinda Sherlock, Cristiano Caggiula, Francesco Aprile, Egidio Marullo, Marco Giovenale, Giuseppe Calandriello, Ásgrimur Kuldaboli Pórhallsson, Lina Stern, Vittore Baroni, Dona Mayoora, Luc Fierens, Eugenio Lucrezi, Kerri Pullo, Hilda Paz, Reed Altemus, Clemente Padin, Giancarlo Pavanello, Clotilde Palasciano, Miriam Midley, Cheryl Penn, Francesco Saverio Dòdaro, Enzo Miglietta, Ruggero Maggi, Rafael Gonzalez, Vittorio Fava, Vittorino Curci, Kenryo Hara, Gino Gini, Fernanda Fedi, Oronzo Liuzzi, Adriano Accattino, Enzo Patti, Anna Boschi, Cecelia Chapman-Jeff Crouch, Giuseppe Pellegrino

>>> 18 maggio: adriano spatola a siena <<<

cliccare per ingrandire

Il 18 maggio 2022, mercoledì, si terrà il primo convegno sull’opera e la figura di Adriano Spatola, nella letteratura del ‘900 e oltre:
Adriano Spatola: molarità nella letteratura del ‘900.

Il Convegno è organizzato dal Collettivo LALS (Laboratorio Letterario di Siena) in collaborazione con il Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Siena e la casa editrice [dia•foria.

Oltre al convegno è prevista una mostra propedeutica ed esplicativa di materiali spatoliani (opere visuali, manifesti, libri e un percorso biobibliografico), a cura di Marcello Sessa e Giovanni Fontana, e una serata performativa con diversi artisti, in omaggio al poeta.

In anteprima verrà presentata la riedizione ufficiale del romanzo L’oblò, a cura di Giovanni Fontana e Daniele Poletti, per le edizioni [dia•foria, in collaborazione con dreamBOOK edizioni.

Per informazioni e preordini:
info@diaforia.org

_

bollettino della fondazione atonal, #5 / fabio lapiana. 2022

cliccare per ingrandire

cliccare per ingrandire

otoliths #65 is now live

Issue sixty-five of OTOLITHS, the southern autumn 2022 issue, is now up.otoliths 65

This issue, which marks the beginning of the seventeenth year of the journal’s existence, contains a mix of — sometimes mixed — photographs, paintings, short stories, poetry, interviews, magazine columns, & manifestos from an international contributor list including Karl Kempton, Linda King, Mark Pirie, Dario Zumkeller, AG Davis, Mark Cunningham, Sanjeev Sethi, Ken Friedman, Demosthenes Agrafiotis, James Cochran, Jim Leftwich, hiromi suzuki, Michael J. Leach, Elancharan Gunasekaran, Louise Landes Levi, KJ Hannah Greenberg, Chuck Joy, Marco Giovenale, Jimmy Crouse, Andrew Cyril Macdonald, Nicholas Alexander Hayes, Mario José Cervantes, Timothy Pilgrim, Alan Catlin, Paul Ilechko, Jim Meirose, Adam Fieled, Gregory Stephenson, John Sweet, Sterling Warner, Jack Galmitz, Lynn Strongin, Texas Fontanella, Richard J. Fleming, Sarah Bilodeau, M.J. Iuppa, John M. Bennett, Carla Bertola & John M. Bennett, Harvey Huddleston, bofa xesjum, fred flynn, John McCluskey, Ben Egerton, John Gallas, Nathan Whiting, Laurent Grison, Volodymyr Bilyk, Xe M. Sánchez, Ellen Wardman, Barbara Parchim, Bruce Robinson, Jeff Bagato, jim mccrary, Gale Acuff, Grzegorz Wróblewski, harry k stammer, Howie Good, Jen Schneider, Alberto Vitacchio, richard lopez & Márton Koppány, Heather Sager, Keith Polette, Michael Basinski, Luis Cuauhtémoc Berriozábal, Daniel f Bradley, Dave Read, Robert Beveridge, Tom Beckett, Mary Kasimor, Connor van Bussel, R. S. Stewart, Tony Beyer, Daniel de Culla, John Levy, Joanne Bechtel, Kenneth Rexroth, Nathan Anderson, Jeff Harrison, Bill Wolak, Clara B. Jones, Nicole Raziya Fong, Charles A. Perrone, Russ Bickerstaff, Paul Dickey, Sabine Miller, Keith Nunes, Diana Magallón, Bob Lucky, Cecelia Chapman & Jeff Crouch, bart plantenga, Joshua Martin, Jillian Oliver, Réka Nyitrai, Marilyn Stablein, Jerome Berglund, Christopher Barnes, Peter Cherches, Jürgen O. Olbrich & Hubert Kretschmer, Kay Kestner, Cameron Morse, Eric Hoffman, Gavin Lucky, Kiriti Sengupta, Patrick Sweeney, Robin Wyatt Dunn, Jane Simpson, Elmedin Kadric, Kit Kennedy, Steven Tran, dan raphael, Andrew Taylor, Charlotte Jung, Michael Borth, Carol Stetser, Penelope Weiss, Marcia Arrieta, John M. Bennett & Jim Leftwich, Márton Koppány, Rich Murphy, Cecelia Chapman, J. D. Nelson, Kit Willett, Angelo ‘NGE’ Colella, H. A. Sappho, Martin Stannard, Michael Brandonisio, Paul Pfleuger, Jr., Katrinka Moore, David Jalajel, Keith Higginbotham, Susan Gangel, Judith Skillman, Bob Heman, & Guy R. Beining.

issue #13 of the “typewritten” artists’ book series: “the typographic dante – purgatory”, by barrie tullett

No.13 in the TYPEWRITTEN artists‘ book series: The Typographic Dante – Purgatory by Barrie Tullett.

Included in this book is the typewritten section “Purgatory” with 33 typographics printed in monochrome, originally written on different typewriters with different coloured ribbons.

Printed on a Gestetner 320 mimeograph. Hand-bound edition of 45 copies for which 30 are for sale, 36 pages, 28x21cm landscape size.


The TYPEWRITTEN series is edited, printed, hand-bound and published by psw – Petra Schulze-Wollgast

Available here: https://www.psw.gallery/typewritten

https://www.facebook.com/petra.schulze.359/posts/10217521047416742
_

a statistical approach to line segmentation using m-bivariate gaussian densities / lanny quarles. 2022