Category Archives: experimental poetry

due letture su alfaville / associazione alfabeta. corrado costa e amelia rosselli

Lettura e veloce commento di un testo dai Complete Films di Corrado Costa (1983). All’interno dello spazio “Poeti leggono poeti” di Alfaville – Associazione Alfabeta:

§

Lettura di un testo dalle Prime prose italiane di Amelia Rosselli (1954). All’interno dello spazio “Poeti leggono poeti” di Alfaville – Associazione Alfabeta:

nascita di gammm: due post del 2006 e relativi commenti

29 giugno 2006: l’annuncio della nascita del sito GAMMM, su Absolute poetry e su Nazione indiana (e relative reazioni).

Click to access nascita-di-gammm-e-commenti_-su-absolute-poetry.pdf

*

Click to access nascita-di-gammm-e-commenti_-su-nazione-indiana.pdf

due testi da “oggettistica”

Due testi da Oggettistica letti in occasione del Roman Poetry Festival, a Roma (Wegil, Largo Ascianghi), 16 giugno 2019: youtu.be/0AaE_I1_GoY (video sullo spazio YT di Igor Patruno, e visibile anche all’indirizzo youtu.be/0AaE_I1_GoY); e facebook.com/alberto.damico/videos/10220131708431142/ (video di Alberto D’Amico, visibile anche all’indirizzo youtu.be/92r7sYOv0JY)

otoliths, issue #59 is on line

Issue fifty-nine, the southern spring issue of Otoliths, is now live. It contains work by Ruggero Maggi, Lynn Strongin, Jim Leftwich, Joseph Salvatore Aversano, Jim Meirose, John M. Bennett, Thomas M. Cassidy, osvaldo cibils, Sanjeev Sethi, Mark Pirie, Demosthenes Agrafiotis, Jennifer Hambrick, Jen Schneider, Pete Spence, Heath Brougher, Rob Stuart, Ivan Klein, Jim McCrary, József Bíró, Jack Galmitz, Robert Ronnow, Kristin Garth, Scott MacLeod, Vaughan Rapatahana, Daniel de Culla, Adam Day, S. K. Kelen, Mike James, Texas Fontanella, Seth A. Howard, Serena Piccoli & William Allegrezza, Elaine Woo, Hugh Tribbey, Joanna Walkden Harris, Mike Harriden, Isabel Gómez de Diego, Mark DuCharme, hiromi suzuki, harry k stammer, Cecelia Chapman, Jeff Crouch, Bruno Neiva, Clara B. Jones, Eric Hoffman, J. D. Nelson, Sheila E. Murphy, Olivier Schopfer, Miriam Borgstrom, Jack Foley, Baron Geraldo & Associates, Pat Nolan, Adriána Kóbor, AG Davis, Volodymyr Bilyk, Andrew Brenza, red flea & old beetle, Joe Balaz, Kenneth Rexroth, Rosaire Appel, Jeff Harrison, Diana Magallón, Andrew Topel, Oormila Vijayakrishnan Prahlad, Christopher Barnes, Dave Read, Dale Jensen, Carol Stetser, Thomas Fink, dan raphael, Michael Farrell, Jessie Janeshek, T. W. Selvey, Chris Arnold & Francesca Jurate Sasnaitis, Andrew Taylor, Zebulon Huset, Ramsay Randall, Kenneth Howard Doerr, Penelope Weiss, Gavin Lucky, David Lohrey, Khaloud Al-Muttalibi, Barbara Daniels, Doren Robbins, J. Crouse, Simon Perchik, Karl Bachmann, Jeff Bagato, Wes Lee, Judith Skillman, Roger Mitchell, Grzegorz Wróblewski, Tom Beckett, Charles Wilkinson, Michael Basinski, Stephen Nelson, Bob Lucky, Jude VC, Tony Beyer, Stuart Wheatley, Jürgen O. Olbrich, Christian ALLE, Stu Hatton, Nick Nelson, R L Swihart, Kathleen Reichelt & Rich Ferguson, Dah, Daniel f. Bradley, Michael Ruby, Magdelawit Tesfaye, Eileen R. Tabios, Michael Spring, Les Wicks, Susan Connolly, Luis Cuauhtémoc Berriozábal, Elmedin Kadric, Angela Costi, Pamela Miller, John Levy, Jay Buchanan, Keith Higginbotham, Douglas Barbour, Kathup Tsering, Jill Cameron, Peter Yovu, Marilyn Stablein, Paul Pfleuger, Jr., Richard Kostelanetz, Michael Brandonisio, Katrinka Moore, Rosalinda Ruiz Scarfuto, Aurora Scott, Bob Heman, Keith Nunes, Jane Joritz-Nakagawa, Kristian Patruno, Chris Gutkind, Jane Simpson,  & M.J. Iuppa.

un’opera di emilio villa in “verso la poesia totale”, di adriano spatola (prima ed., rumma, 1969)

nuova edizione del “laborintus” commentato da erminio risso (ed. manni)

Laborintus, pubblicato nel 1956, è l’opera prima di Edoardo Sanguineti e quella che traccerà la via di tutta la sua produzione successiva: in 27 sezioni vi si racconta l’attraversamento di un paesaggio lunare, che è figura della terra postatomica, da parte di personae che si incontrano, si cercano, si allontanano, provano ad amarsi e continuamente si trasformano. Il poeta tiene insieme materiali disparati e maledetti, utilizza linguaggi eterogenei, copre temi ancora attualissimi che vanno dalla corporeità alla globalizzazione. È insomma un’opera assai complessa e atipica nel panorama italiano, tanto da richiedere un’esegesi sul modello della Divina Commedia. Erminio Risso ha condotto tale analisi – le sezioni, riprodotte integralmente, sono introdotte, commentate e annotate – entrando nell’officina del poeta, nel suo laboratorio, nel tentativo di portare alla luce l’intera struttura del testo e ne ha indagato le diverse componenti per mostrare e descrivere l’atteggiamento sanguinetiano verso la letteratura e, più globalmente, la realtà, e illuminare così il percorso di scrittura di un materialista storico: la sua Bildung e la sua enquête. Questa edizione, integrata e completata alla luce di nuovi materiali, è accresciuta da una Introduzione di Erminio Risso e da un’Appendice con scritti di Sanguineti sulla sua poetica e sulla genesi di Laborintus, simbolo insuperato delle radicali sperimentazioni neoavanguardistiche. https://www.mannieditori.it/libro/laborintus-di-edoardo-sanguineti-0

a series of collab works by jim leftwich & jeff crouch

jim leftwich: three poems

https://jimleftwichtextimagepoem.blogspot.com/2020/09/jim-leftwich-3-poems.html

incomprensibile a chi? (cb in un’intervista)

nel numero di “Panta” dedicato a CB, p. 115
(intervista di Giuseppe Grieco)

16-20 marzo 1977, cavriago (reggio emilia): festival “tendenze d’arte internazionale”

apparizione improvvisa e fragorosa di Emilio Villa accanto a Corrado Costa, da 9′ 47” a 10′ 26” —
“distruggere il potere subito subito subito subito”