Archivi tag: glitch

klgif / differx. 2021

20 giugno, mg a lucca, per una lettura al borda!fest

domenica 20 giugno alle 19:30 MG a Lucca, nel parco davanti al Foro Boario, accanto allo skate park lungo il fiume, @ Borda!Fest – Produzioni Sotterranee (18, 19 e 20 giugno) a leggere e a parlare di scritture di ricerca, prosa in prosa, materiali verbovisivi & scritture asemiche.

pagine da La gente non sa cosa si perde (TIC Edizioni) e Delle osservazioni (Blonk), e inediti da Oggettistica.

in dialogo con Chiara Portesine

non mancheranno materiali asemici, esposti, e osservazioni sull’Enciclopedia asemica (IkonaLiber).

*

qui il programma dei tre giorni del festival: https://bordafest.noblogs.org/

https://instagram.com/bordafest

via da medium

per un tratto di tempo recentissimo e brevissimo ho pensato che Medium potesse rappresentare, almeno per me, un’alternativa non insensata all’idea di sito.
tolte però le differenze tra utenti Apple e PC/Android (esistenti, e in parte penalizzanti per i non-Apple), l’aspetto economico ha comunque pesato in maniera decisiva per farmi ricredere.

alla fin fine un frontale (e al 99% anglofono) pay-per-read interessa tutti su Medium: e non solo  quelli che pur non occupandosi di alta moda, scarpe da tennis, televisione o gossip, “producono contenuti”, ma anche quelli che vorrebbero semplicemente leggere testi su  questioni aperte in zone dell’arte contemporanea propriamente sperimentali, dunque giocoforza “di nicchia”.

e a mitigare la rozzezza della macchina non basta la clausola che dice che Medium retribuisce i blogger più seguiti; dato che l’essere più o meno seguiti rientra nella medesima logica. invece di accumulo di denaro c’è accumulo di lettori. che vengono quindi “monetizzati”. (ricordo sempre il breve intervento di Grifi sulla produzione di spettatori).

più in generale, la progressiva capillare brandizzazione delle comunicazioni in rete, e l’invadenza — oltre che l’inaccettabilità politica in molti casi — delle strutture informative e in senso ampio mediali (qui parlo in generale, non di Medium), mi convince sempre di più dell’idea di frequentare (per ora: anche) spazi radicalmente diversi. è il motivo per cui ho un blog su noblogs.org, per dire, e cercherò di lavorarci nei prossimi mesi.

ad ora, tuttavia, gli ormai 18 anni di mia invenzione e condivisione ininterrotta e gratuita di materiali attraverso slowforward.net e gli spazi web che slowforward ha inglobato, per un totale, ad oggi (11 giugno 2021), di quasi 13600 post, sono un buon motivo per continuare su WordPress.

già da qualche giorno ho preso a riproporre (e magari arricchire / variare) qui su slowforward cose uscite nella mia rapida avventura sulla piattaforma Medium, che saluto senza illusioni ma anche senza rancore. (oltretutto continuando a usarla per collaborare a Repository Magazine).

_

totò e titina glitched. la direzione del futuro

un post di miron tee del 2018

c”:1,”mo̪̮̹̼͙̼̫͋ͪͤ͗̊̃̀̽̀͘͠
o̪̮̹̼͙̼͋ͪͤ͗̊̃̀̽̀͘͠
duale”:1},”Live”: o̪̮̹̼͙̼̫͋ͪͤ͗̊̃̀̽̀͘͠TCHE=+

h̪̜̝͖̖̃͌͂͋ͥ̏̐̂̚ͅ-to jest _ aktywne: zdradliwe, małyWielki palec Serca małego: unieważniony, małoBrzdąka SercemObfitym: wskaźnik zerowy, to dyrektor: hipoteza zerowa, wygiął się w łuk To rozpoznaje: [“Od końca”, “Ba każdego”], alternatywna Nazwa: “”, jest _ nieprzyjacielem _ posłańcem _ nosicielem : podrobionego}, “100000101467510”: {bibelotyzm: “100000101467510”, imię: “Doskonały ŁącznikLuksusu”, pierwsze imię: “Doskonały”, marność: “ser gio co lubi się sam”, kciuk w Sercu: 1 / p 32 x 32 /
2̵̡̣͇̖̩͠0̵̙9̜̟̤̕͢ͅ5̰͉̝̠͍͘͟3̸͙̼͍̩̰̮̯͍5͈̗͖͉̩͡9̝̟̠̞͚̣̯̗͘͠9̶͖̙̯̣̳̟̺̼͕͎͜1̸̡̜̯̱̱̮̥7̶̥̥̣̲̳̳͙͝9̢̛̰̺͓̩̼̞̹̺͞3̧̙͚̳͇̟̜͓͓͟7̶̪̺̠̞͠8̜̫͔̲͚̝̬̱͡3҉̬̝͖̫̲̪5̫̻͈̪͈͞9̨͖͕̜͇̠̼̟̗7̖͇̩̻͖̀͞3̨̛͈̺0̧̻̼̼̝̤͓͜1̹̲͡6̧͓̼̙̀̕7̷̖̺͚̭͖2̥̬̼̖̳̙͘҉̫͘7̵̝̱̺͓̪̝͚́0̪̞͚̹̪̻̝̰1̰̳͉̩̘͈͝5̸̧͍͓4̵̤̹̝̯͇͓͠͞6̠̖̦͡2̘̖̩͞5̵̶̢̞̤͉̭̦6͚͇̫̖̪͔̤͙̺6̴̥̯̝͟͠4̷̵҉̻̫̲̤̫̤̺̺͉8͚͕͚̠͖1̜3͈͖͎̬́4҉̼̀7̶͇͔̫̀6͖̬̣͕̕͞6҉̯͇̥͎͎5̷̷̻͇͖
p_mgqR7Yhuv
sx_13b726″
gFT7juQEF_b5acv5amdrL
g̓̍̂͋F̾͊ͭͪT̂ͪ́̇̎7ͦ̾̏ͬͣͮj̓͛̆͊̓̌̈̓uͫQ̑ͥͮ̒̃E̋ͩ̇̂͒ͬ͗̀̇F̅͛͂̅ͩ̄̅̈ͭ͂ͨͩ͆b̈͊ͮ̅5̅̉̇́̇a̎̍̾͊ͬ̍c̀ͨ͗̃̉̊̃v͂̋̀̍5ͩ̔͂a̎͑̉̉͐m̆ͧ̔͛̿dͧr͊̀̂ͮL̔̍ nowe. jpg? _ co to jest_złoślliwa kobieta = 0 nic _w etui 2 = widok 1% 3 Aparaty Apetyczne G i całe 9 i pół OKA w X i K w Wu i Braki w Ubytkach 41 butelek Zawsze po 6 razy BY MiećDoKogo w 4 naginać qurwajegomać Gówno WY lnwestujecie w X 7 codzienność OznaczaZanikKomórek Oni w 4 qurwafafrocelXXXXXX w 3F i 2K i 2 Coraz lepiej w Fs a 9 FilmowcówFilmujetysiące SYNTETYCZNYCHqurwajegoewidencjaFalista i hej takiYugoaławiaAparatHarmonii 2 mapy Batmana
“, urodził się i jest nad,
V̡s̢̢̀ŕ͜͟ ͞Y 9 ̧̕e͢͢ ͏E͜͝ak̸̡t̸̸̶e ҉͢͡Y̵͜d̵̨̀ ̀D͢͝Y̧̨ ̵Z̶ǹ̨ ̨̡͢x͘͡ ͢͏H҉̨̧ǫp̴ 0͟ Q̛ ̢͞&̛̀ ǫ̀h͠͝ =̧͡ ̧̕͟9̶̛ ̵ȩ̛ba̶͞͡d̀ ̵4̛ ̧́͠c͜ ̢̀1̴͜ ͏d̸f́͘e ̨̕8͝0̨͡6͏̴9̕9͜2́͘̕
\/v3itUf4\/yS\/l\/
e ́͢8 ͟ç̡ ͢͞3 ̡f̸e͜ ̧҉͠7̨͘͝ ̢̡d͜ą ͜2̸̴͡5 ҉a̶ 4 ͘e͏̴ ͘5̀͢͟ ̧͢i̸ ̶̡͘o͏e͞͡ ̸=͞ ͏5͏͏ ҉́͞B̶͢ ̵̨҉3͡ ̀́̕Ę͡ ̨̀̕2̷̨̕ C̡ ̨̧҉4̵ ̢A
specjalnymAktemPewności”, płeć: 2, i 18 nakładek na Płeć: 1, typ: “przyjaciel”, jest _ przyjacielem: prawda, jest _ aktywnym: fałszowaniem, m Brzęczącego Serca Obfitości: częstotliwość, m Grzechoczącego Serca Hojności: taśmy stalowe pokryte metalem
s̢͜p͏̀e̛͝cj̴̸͝a̸lny͢m̕͟A̛͞ķ̨t̀҉e̕͜m̨P̵̷̸e̡͞w̛͟n͝oś̴͟c̶i̵”҉,̶̡̡ ̷̶͜p̵̛ł̵̀͢e̕ć̨͟͜: ͝2̸̕,̨͘ ̧̀i̵̛ ̡́1̨͢͡8͘ n͡aķł̸̷a͢d͏̕e͘k̨ ̢nà͡ ̵͟P̷̛̛łe̢͟ć̷̨:̴̵ ̶1̢,͠ ̢͜ty͞p̢͏:͏̢ ̧͝”̶p͘ŗz̕y̵j̵҉a͏͠c̶͢͠i̶̕e̡l҉̡͘”́͠,̵̵̕ ̴j̕e͞s҉t͘ ̴̴͞ ͡ṕ̸͢r̢z̢͏͏y̡̧j̢̨a͏̵̸c͜͢͡i҉èl̶̨͘ę̡m͡:̴̛̛ ̵͘p͞r͝a̵̧͝w̢̕d̶a̶͝,̷̵̕ ̨͡j̢e̵͡s̨͢t̷̷ ̢͟͡ ̀͠ą̛kt͜͟y̧wn̡͠y͘m:́͟ ͘f͢ał̷̛s̢z̀͠o͢͡w͟a̕̕͜n̨͘ì̷e͢m҉̵͟,̢́ ̛͘m҉͘ ̢҉Br̷z̶̛͜ę͜ćzą̨͞çe҉g̷͠o͠ S̸e̶̡̛rc҉͝a҉͜͢ ̡͡O҉b̀҉f͡i̶͘͠t̵o̶͝śc͏ì̶̸:̴̷ ̨͢çzę͡ş͘͞t͠͠o̢͠tl͞i̡͢ẁo̷̸ść̨́͠,͘ ͜͡m͟ ̛͟G̴̛͝r҉ź̕̕e̵c̶̡ho̵͜c̢z̨̕͘ą̢c͏̧e͟g̛͜͡o̸͡͡ ̨Ś͞er̕͜͟ć̴á͘ ̶̴̸H̛͘͢o̵̕j̛̛n̷ờś̡̕͏c̶̛i̧:͘ ̀͝t͡a̴͡ś҉͡m̵y̧͟͢ ̸͜s̛t͘͝a҉͟l̵òwe͏ ̛p̢̛ok̨r̢y̷҉t͢͠e̛͢ m̵͏e̸͡tą̧͞ĺ͏͘e͘͝ḿ͠
̷̛͜

canale telegram di slowforward: materiali di ricerca (scritture, audio, arte)

è nato un canale Telegram per materiali e aggiornamenti legati alla ricerca artistica, musicale, testuale, video, che integra e amplia il lavoro che slowforward sta facendo da 18 anni.

chi è interessato alla sperimentazione recente (o, in certi casi, ‘storica’/storicizzata) può iscriversi e seguire il link https://t.me/slowforward

____________________________

un / andrea astolfi. 2021

(CC) differx

“glitchasemics” @ new year’s eve

http://postasemicpress.blogspot.com/2020/05/glitchasemics-by-marco-giovenale-is.html

Glitchasemics

https://postasemicpress.blogspot.com/2020/09/note-su-glitchasemics-di-marco.html

https://slowforward.net/2020/05/19/glitchasemics-by-mg/

http://eexxiitt.blogspot.com/2020/05/glitchasemics-post-asemic-press.html

amazon.it/GLITCHASEMICS-Marco-Giovenale/dp/1734866209

_

antonio syxty intervista mg sulle reti della ricerca letteraria

un post del 31 agosto 2018 – ricordando nanni balestrini

un post del 2018:

In un saggio di qualche anno fa (“Riambientarsi, ma anche difendersi”, leggibile qui: https://goo.gl/Dd1Sh8) parlavo del “cambio di paradigma”, nella scrittura, come di un (ri)allenamento dello sguardo a percepire il passaggio del senso. Come – dopo la nascita e i primi percorsi della fotografia – l’occhio di tutti ha a suo tempo disimparato a pensare ad alcune rappresentazioni classiche del galoppo, anche grazie alle fotografie di Muybridge.
Chi oggi volesse resettare sguardo e ascolto del testo, incontrando uno dei massimi autori italiani (del secondo Novecento e di oggi), può fare un salto all’OFF, in via Giovanni da Castel Bolognese 85, alle 19:30, per ascoltarlo leggere.
Torneremo a verificare con lui che il cambiamento, i flussi testuali, l’imprevisto, sono il motore inaggirabile della ricerca letteraria. E sarà evidente l’ulteriore salto/scarto laterale che ogni sua pagina imprime ad ascolto e lettura, come se – ovviamente – lo stesso Muybridge non funzionasse in pieno, come esempio, ma dovessimo inserire un ulteriore ‘glitch’ (disturbo, sorpresa, picco di senso) nell’orizzonte che attraversiamo: http://soulfulsock.tumblr.com/post/40443825979 (la fonte dell’immagine gif+glitch qui riprodotta).

forbidden dance / yogurtaesthetics. 2020

 

abilitarci a un silenzio interiore / mariangela guatteri. 2020

Il post del 1 luglio su Sloforward  (https://slowforward.net/2020/07/01/landirivieni/) mi ha fatto venire in mente il testo a p.79 del libro Figurina enigmistica:

Visualizing data is like photography [6]
(Millivan e Sullivan si fanno un viaggio)

ciò che veramente mi ha colpito, però, era sapere che le linee non rappresentano coste o fiumi o confini politici ma i veri rapporti umani dove sei? a casa sto arrivando qui dietro alle tue spalle dove sei? non c’è campo dove è andato? dove è adesso? non è raggiungibile Tolstoj il traffico è residuo avete lasciato la Slovenia e siete entrati in Croazia dovete andare a votare è ora di rivolgersi verso la Mecca per pregare

1941 Varsavia a occidente, 1809 Varsavia a oriente , XIV sec. non c’è Varsavia. Registrazioni: “Avete lasciato la Germania e siete entrati in Polonia” [7]

apt-get install anarchy 

Sconnessione, scrivi, “in tanti tempi e frammenti di tempi”;  “la perdita inevitabile e a volte radicale del contatto, oppure la ricomparsa di voci che si davano per disperse, la dissipazione della grana del discorso, il suo sgretolamento e resurrezione”,  mi rende in modo magnifico la frammentazione della dimensione umana e la possibilità di un’autentica riconnessione. Via da schemi di pensiero, via dalle gabbie percettive, via dai cliché.

Penso che la questione difficile del “soggetto” possa essere affrontata proprio a partire dal discorso del glitch che pone in primo piano il disturbo della dimensione individuale dell’umano. L’umano che si pensa in quanto “individuo” è in realtà un essere diviso, scisso da un movimento del reale che lo comprende ma in cui non riesce, in ultima istanza, a sentirsi e a pensarsi.

coaxial arts

https://m.twitch.tv/coaxialarts/profile