foto da libri e microlibri / differx. 2013, 2016-17, 2019

Asemic writing. Alcune foto di libri e microlibri su carta Rizla, carta da lucido, velina, plastica trasparente. Tre opere del 2013, 2016-17, 2019. Donate all’Accademia di Belle Arti di Palermo, ottobre 2019.

(CC) 2019 differx

6 books by jim leftwich from luna bisonte prods

6 books by Jim Leftwich from Luna Bisonte Prods
Jim Leftwich
Jim Leftwich’s transmutations (not translations) of the poetry of César Vallejo are nothing short of brilliant. They feel more Vallejo in English than any previous translations ever have . Vallejo is certainly, bar none, among the greatest poets of the 20th century. Human, more than immediately human, tortured, both baroque and surreal, and lyrical beyond compare, his poetry defies translation, so difficult does it appear at times. This is especially the case with his early work Trilce (Tres tresss trisss treesss tril trilssss, as Leftwich’s title has it). Claimed by the surrealists as a master in that genre, Vallejo is that and more than that, opaque as Góngora or bittersweetly acerbic as Lorca, the complexity of his language and imagery find few parallels (the poetry of Dino Campana’s Canti orfici leaps to mind). Leftwich has created a Vallejo more Vallejo than Vallejo at times, and certainly makes for far more interesting and challenging a read than, for example, the deliberately strained translations of Clayton Eshelman. Leftwich, a poet renowned in his own way for complexity and baffling linguistic virtuosity, has certainly found an equal, a compatriot, one might say, in Vallejo. These transmutations have all the speed, energy and enigmatic beauty of the originals on which they are based. The foreword by Retorico Unentesi is also something to be savored for its rich and layered interpretations. -Ivan Arguelles

Continue reading

19 ottobre, roma, la camera verde: mostra fotografica di fiorella iacono

Centro culturale LA CAMERA VERDE – via G.Miani 20, Roma
sabato 19 ottobre 2019, dalle ore 18 alle ore 21

inaugurazione della mostra di fotografia
e presentazione del libro

MEDITAZIONI

di
Fiorella Iacono

La mostra si può visitare tutti i giorni, esclusi i lunedì, dalle ore 17.00 alle ore 21.00,
dal 19 ottobre al 6 novembre 2019.
(La mattina su appuntamento)


Fiorella Iacono è nata a Modena dove vive. Si è laureata in Filosofia con una tesi sulla poetica di William Burroughs. Ha collaborato con il quotidiano Il Manifesto occupandosi di arte contemporanea. Ha partecipato a rassegne fotografiche tra cui  Fotografia Europea a Reggio Emilia (Beareble Lightness, 2011; Goli Otok, 2014; Foresta Primitiva, 2015 ; Sentiero Terrestre, 2016, Numi, 2017. Microtopie, 2018) e a mostre collettive. Nel 2015 ha presentato Providence ,Video installazione presso il WoPa Contemporary Parma e ha realizzato il docu-film  Nella foresta delle immagini selezionato al Boddinale Film Festival di Berlino . Nel 2016 ha presentato a Genova Numi, presso lo Studio Incantations ed ha realizzato per Lenz Fondazione un progetto di documentazione fotografica all’interno dell’Ala Napoleonica dell’ex-carcere San Francesco di Parma per lo spettacolo Autodafé. Nel 2017 ha esposto  presso la Galleria Gate 26A di Modena e ha documentato, come curatrice dell’immagine fotografica per le creazioni site-specific, le rappresentazioni teatrali Purgatorio (Crociera ex Ospedale Vecchio già Archivio di Stato di Parma) , Paradiso (Ponte Nord di Parma) e Il grande teatro del mondo (Teatro Farnese di Parma). Studio su ghiaccio e ombre (2018) è presente nella rassegna di video-arte La superficie accidentata presso Fourteenart Tellaro, (Maggio 2019) e Autodafé  a Grenze Arsenali Fotografici, Verona (maggio/giugno 2019).

www.lacameraverde.com

jay & kristine snodgrass: some collab pieces

*

all the pieces:
(C) Jay & Kristine Snodgrass
the last one:
(C) Kristine Snodgrass

lo spettacolo molecolare / differx. 2019

Si è praticamente tutti affetti (affettati) da una specie di sindrome di Stendhal a basso voltaggio, da pochissimi watt. Grandi o piccoli o invisibili eventi, facebook, tumblr, instagram. Il lumino della tachicardia/stupore sempre acceso. Il lumino dei morti della sindrome di Stendhal. Una candeletta. Una bugia.