Tag Archives: slowforward

aggiornamenti alla pagina di temi & tag

rinnovata la pagina di temi & tag.

e accresciuto l’elenco (con soli tag) di artisti, critici e scrittori nominati.
elenco ancora in fieri.
per ora il raccolto è quello che segue:

Damiano Abeni / Bengt Adlers / Miekal And / Bruce Andrews / Jim Andrews / Cristina Annino / Rosaire Appel / Marco Ariano / Vittorio Armentano / Antonin Artaud / John Ashbery / Nanni Balestrini / Renato Barilli / Carlo Belloli / Carmelo Bene /  benedebord / John Bennett + John M. Bennett / Mirella Bentivoglio / Charles Bernstein / Joseph Beuys / Tomaso Binga + Bianca Menna / Irma Blank / Rachel Blau DuPlessis / Carlo Bordini / Gherardo Bortolotti / Alessandro Broggi / Alberto Burri / Burroughs + William S. Burroughs + William Burroughs / John Cage / Nanni Cagnone / Leonardo Canella / Luciano Caruso / Roberto Cavallera / Riccardo Cavallo / Cecelia Chapman / Giuseppe Chiari / Rosanna Chiessi / Laura Cingolani / Giorgio Colli / Gianfranco Contini / Andrea Cortellessa / Mario Corticelli / Corrado Costa / Jeff Crouch / Alberto D’Amico / Elisa Davoglio / Leo De Berardinis / Guy Debord / Gino De Dominicis / Rachel Defay-Liautard / Mirtha Dermisache / Brian Dettmer / Roberto Di Marco / Bill DiMichele / Ray DiPalma / Marcel Duchamp / Greg Evason / León Ferrari / Gio Ferri / Luc Fierens / Lloyd Foltz / Giovanni Fontana / Giovanna Frene / Niccolò Furri / Florinda Fusco / Francesco Gambaro / Peter Ganick / Giuseppe Garrera / Tim Gaze / Piergiorgio Giacchè / Alfredo Giuliani / Jean-Marie Gleize / Kenneth Goldsmith / Ignacio Gómez de Liaño / Milli Graffi / Giuliano Gramigna / Maurizio Grande / Mariangela Guatteri / Brion Gysin / Christophe Hanna / Daniel Y. Harris / Ana Hatherly / Lyn Hejinian / David Hockney / Hugo von Hofmannsthal / Susan Howe / Andrea Inglese / Emilio Isgrò / Isidore Isou / Michael Jacobson / James Joyce / Jukka-Pekka Kervinen / David Kjellin / Irene Koronas / Emanuele Kraushaar / Fabio Lapiana / Ketty La Rocca / Jim Leftwich / Fulvio Leoncini / Sol LeWitt / Serse Luigetti / David Lynch / Diana Magallon / Donato Mancini / Piero Manzoni / Stelio Maria Martini / Elio Martusciello / Dona Mayoora / John McConnochie / Jonas Mekas / Simona Menicocci / Giuliano Mesa / Manuel Micaletto / Renata Morresi / Bruno Munari / Magdalo Mussio / Giulia Napoleone / Giulia Niccolai / Gastone Novelli / nula / Anna Oberto / Martino Oberto / Luciano Ori / Vincenzo Ostuni / Elio Pagliarani / Gina Pane / Ewa Partum / Luca Maria Patella / Andrea Piccinelli / Ugo Pierri / Décio Pignatari / Alfredo Pirri / Paola Pitagora / Pasquale Polidori / Francis Ponge / Antonio Porta / Julie Rebecca Poulain / Laura Pugno / Nathalie Quintane / Andrea Raos / Cia Rinne / Denis Roche / Jonathon Rosen / Amelia Rosselli / Roberto Roversi / Roberto Sanesi / Fabio Sargentini / Jennifer Scappettone / David Shrigley / Ron Silliman / Randee Silv / Gustav Sjöberg / Adriano Spatola / Éric Suchère / Antonio Syxty / Aldo Tagliaferri / Valentina Tanni / Christophe Tarkos / Fabio Teti /  Jean Thibaudeau / Andrea Tomasini / Robin Tomens / Tony Trehy / Silvia Tripodi / Cy Twombly / Franco Vaccari / Petr Válek / Ben Vautier / Paul Vangelisti / Nico Vassilakis / Luca Venitucci / Sara Ventroni / Emilio Villa / Francesca Vitale / Luca Vitone / Barret Watten / Lawrence Weiner / Ruth Wolf-Rehfeldt / Louis Wolfson / William Xerra / Michele Zaffarano / Luca Zanini /

drunk-dumb-broke-dead / donato mancini. 2020

post numero 13002

slowforward.net

questo è il post 13002 di SLOWFORWARD, sito nato nel 2003.
764 post l’anno, per 17 anni e spiccioli, fin qui. e si prosegue.
poi non dite che la scrittura non assertiva, l’arte contemporanea (-issima), il cinema e la musica sperimentale, l’asemic writing, il glitch, la poesia concreta e visiva, i materiali non-mainstream, la poesia fuori linea, gammm, la prosa in prosa e le scritture di ricerca non esistono, eh, per favore. grazie.

“canella,” “capparis,” “caragana” / irene koronas. 2020

pordenonileggi, coraggio sintonizzatevi

ehi pordenonileggi, staccate tutto, mollate gli ormeggi
& le gomene 8cento, e sintonizzatevi su slowforward e gammm

acq. di alberto d’amico

langrids by differx (2014 – up to now)

I often drawrite “langrids”. A langrid is a grid of language.

I always had in mind Robert Smithson’s A heap of language (1966), or Paul Celan’s Sprachgitter (1959).

In my work, grids and squares and weird geometric shapes collide with pieces of superimposed sentences, asemic bits, other shapes, syllables.

Take a tour here:
https://differx.tumblr.com/search/langrid
or here: https://slowforward.net/?s=langrid&submit=Search
or here: https://tinyurl.com/y487l2eo
or here: https://the-otolith.blogspot.com/2014/07/marco-giovenale.html

Continue reading

mg: intervista instagram a cura di antonio syxty, in diretta oggi, 21 maggio, alle ore 19

mtm-teatro-litta-intervista-marco-giovenale

Uno sguardo sul mondo con gli occhi di #AntonioSyxty : stasera, 21 maggio, alle 19, diretta #instagram con il poeta #MarcoGiovenale, tra i fondatori del sito di materiali sperimentali gammm.org, nonché editor, curatore indipendente, lettore per case editrici e traduttore dall’inglese.

collegamento qui:
https://www.instagram.com/mtmteatrolitta/

nei giorni successivi l’intervista sarà visibile su MTM tv, qui:
youtube.com/channel/UCq6CNh-7ItkPcPpEXz14cCw

https://www.facebook.com/mtmteatrolitta/

vedi anche: instagram.com/p/CAbJ-ZVHBTi/
_

 

[r] _ cinque link

– intervista su SatisFiction, in tema di scritture di ricerca e del ruolo di spazi web come gammm e slowforward: https://slowforward.files.wordpress.com/2017/06/mgiovenale_intervistasatisfiction_def.pdf (SatisFiction ha talvolta problemi tecnici per cui preferisco linkare qui il pdf che ho salvato sul mio sito)

– un articolo del 2013 che elenca e ‘chiosa’
(ironizzando sull’impermeabilità della letteratura italiana a farsene traduttrice e interprete) una miriade di editori, siti, riviste, festival sparsi nel mondo: http://gammm.org/index.php/2015/10/01/un-errore-diffuso-marco-giovenale-2013/

– l’articolo forse più esaustivo che ho scritto (nel 2012) sul tema di quello che a mio avviso può essere definito un “cambio di paradigma”: http://gammm.org/index.php/2017/09/14/riambientarsi-ma-anche-difendersi-marco-giovenale-2012/(disponibile anche in pdf: http://gammm.org/wp-content/uploads/2017/04/Riambientarsi_MGiovenale.pdf)

– una particolare risposta a una “mappa” della poesia italiana contemporanea: http://megachip.globalist.it/libri-consigliati/articolo/2010856/correnti-e-scena-ovvero-i-fantasmi-non-esistono-ma-se-tutti-fanno-i-fantasmi-e-credono-in-quel-che-fanno-i-fantasmi-esistono.html

– volendo approfondire, qui c’è l’indice completo e i link dei 15 interventi sulle scritture contemporanee usciti due anni fa su alfabeta2: https://slowforward.net/2015/05/02/gioco-e-radar-introduzione-interventi-1-15-indice-della-serie-completa-su-alfabeta2/

file audio della presentazione di “enciclopedia asemica / asemic encyclopaedia”, 27 feb 2019, roma, studio campo boario / e concerto di marco ariano

Presentazione del libro di Marco Giovenale Enciclopedia asemica / Asemic Encyclopaedia (Edizioni IkonaLíber, Roma 2019).
Studio Campo Boario, Roma, 27 febbraio 2019. Incontro a cura di Alberto D’Amico e Giuseppe Garrera.
Interventi di Giuseppe Garrera, Ada De Pirro, Marco Giovenale.
Materiali sonori / concerto di Marco Ariano

Pagina del libro sul sito dell’editore:
http://www.ikona.net/marco-giovenale-enciclopedia-asemica-asemic-encyclopaedia/

Pagina facebook del libro:
https://www.facebook.com/giovenale.enciclopediaasemica.ikonaliber/

Annuncio / segnalazione:
https://slowforward.net/2019/02/21/27-e-28-febbraio-roma-due-giornate-asemiche-allo-studio-campo-boario/

follow the signs

cari TUMBLeRs, sia gammm.org che slowforward.net hanno due spazi (non di solo reblog, nelle intenzioni) che vi invito a seguire: https://gammm-org.tumblr.com/ e https://marcogiovenale.tumblr.com/
! FOLLOW THE SIGNS !
#scritturediricerca #scritturenonassertive #ricercaletteraria #scritturadiricerca #glitch #poetry #poesia #prosainprosa #prosa #cambiodiparadigma

editorialino intermedio e interrotto (gennaio 2019)

cambiare la lingua

Slowforward nasce nel 2003, e in tre periodi distinti (qui descritti) si è occupato, si occupa e prevede di occuparsi ancora per molto di scritture di ricerca, materiali anomali, margini della rete, margini delle scritture (nell)e intersezioni fra le arti, deviazioni e innovazioni ed errori, quindi glitch, non solo testuali, grafismi particolari, esperimenti di videoarte, semiosi interrotta, asemic writing. Tutto questo è, ovviamente, politica, anche.

Continuerà a fare i suoi percorsi nonostante il contesto politicamente e socialmente nero come quello presente, non smettendo di pensare la molteplicità, la complessità; proprio perché le semplificazioni, anche quelle bene intenzionate e ligie a una “didassi” (a volte anarchica e rigorosa, altre volte socialdemocratica, altre ancora deamicisiana), vanno in direzioni tanto plausibili quanto diverse. Alcune utili, perfino indispensabili, altre dignitose, pur se inclini al kitsch, altre nefaste, infine svianti.

Con ciò non si dice che complessità e ricerca siano sempre non nefaste. Anche e forse soprattutto in questa area selezionare – e selezionare se possibile severamente – è on top of the list, fra i compiti di un assai quantistico spazio web.

E parlare-riarticolare-differire, anche, è in cima: articolare differenze, all’interno e all’esterno delle increspature di segni di ciò che differenza già è (i parlanti = il linguaggio). Decidere e modulare un idioma o molti, iniettarli in più linguaggi, cambiarli (prassi nodale) in velocità. Fino a dover dichiarare la banalità di non rinunciare né a un’ipotassi antibarocca e anti-“estetica”, né a una paratassi nemica tanto del vocabolario forbito quanto di un ermetismo-preziosismo revenant tanto colto, tanto piacente-piacione al momento di angolare qualche brillìo di specchietto in direzione dell’accademia. (Di suo in verità sempre più spelacchiata e disarmata, asincrona e pure un po’ cornuta, l’università è di fatto un browser 1.0, che affoga nelle routine).

…………………………..

repost di slowforward.net

n.b.: a differenza che in passato, dal 1 agosto 2018 i post di slowforward.net non vengono pubblicati in automatico sul mio profilo https://www.facebook.com/differx, ma sulla pagina fb di slowforward:

https://www.facebook.com/slowforwarddifferx/