Archivi tag: prosa breve

antonio syxty legge agostino bertani

ticedizioni.com/collections/chapbooks/products/nove-bertani

il libro sarà presentato stasera, alle 21 qui:
https://youtube.com/channel/UCtSz6phvlJNM9LuoPOeYBAw
e in parallelo qui: https://www.facebook.com/ticedizioni/
_

video della presentazione del libro “la gente non sa cosa si perde”, di marco giovenale (tictalk #2)

15 marzo 2021

oggi, 15 marzo, tictalk #2: la gente non sa cosa si perde

OGGI, lunedì 15 marzo 2021, alle ore 21
TICTALK #2
sul canale YouTube di TIC Edizioni,
https://www.youtube.com/channel/UCtSz6phvlJNM9LuoPOeYBAw

incontro su

LA GENTE NON SA COSA SI PERDE
di Marco Giovenale

(collana ChapBooks, n. 10, 2021)

interventi di
Massimiliano Manganelli
e Gian Luca Picconi
(e dell’autore)

coordina Antonio Syxty

la diretta si potrà seguire anche su facebook:
https://www.facebook.com/ticedizioni/

evento fb:
https://www.facebook.com/events/271163487925132

*

https://ticedizioni.com/collections/vetrina/products/la-gente-non-sa-cosa-si-perde-giovenale

Dalla scheda editoriale:

In questo libro di prose che sorprendono la poesia, e di poesia che si fa prosa, Marco Giovenale continua il suo cammino quasi ventennale su quella strada che legittimamente chiamiamo “prosa in prosa”. Non narrazione e non poesia. Qualcosa di più e di meno di entrambe.
Il libretto è una sequenza di quadri un po’ folli, un discorso che dalla prima pagina si vuole “chiaro” e comprensibile a tutti, e allo stesso tempo “sfalsato”, fuori sincrono, sorprendente.
Le prose qui raccolte mostrano vicende e affermazioni al limite del surreale, e allo stesso tempo pienamente reali: parlano di alberi, democrazia, psicofarmaci, tasse, doppiaggio, Testaccio, corsi di chef, scatole nascoste, gente che ha il diritto di sapere, impiegati di banca in campagna, recintati. E poi ancora schermi, romanzi morali, mobili in vendita, Poseidone e altri dèi, microfoni e corrieri, locali di successo, per giovani, cantanti e carte di credito, YouTube, levrieri, interviste, e un generatore casuale di repubbliche.

15 marzo, tictalk #2: la gente non sa cosa si perde

Lunedì 15 marzo 2021, alle ore 21
TICTALK #2
sul canale YouTube di TIC Edizioni,
https://www.youtube.com/channel/UCtSz6phvlJNM9LuoPOeYBAw

incontro su

LA GENTE NON SA COSA SI PERDE
di Marco Giovenale

(collana ChapBooks, n. 10, 2021)

interventi di
Massimiliano Manganelli
e Gian Luca Picconi

(e dell’autore)

coordina Antonio Syxty

la diretta si potrà seguire anche su fb:
https://www.facebook.com/ticedizioni/

evento facebook:
https://www.facebook.com/events/271163487925132

*

https://ticedizioni.com/collections/vetrina/products/la-gente-non-sa-cosa-si-perde-giovenale

dalla scheda editoriale:

In questo libro di prose che sorprendono la poesia, e di poesia che si fa prosa, Marco Giovenale continua il suo cammino quasi ventennale su quella strada che legittimamente chiamiamo “prosa in prosa”. Non narrazione e non poesia. Qualcosa di più e di meno di entrambe.
Il libretto è una sequenza di quadri un po’ folli, un discorso che dalla prima pagina si vuole “chiaro” e comprensibile a tutti, e allo stesso tempo “sfalsato”, fuori sincrono, sorprendente.
Le prose qui raccolte mostrano vicende e affermazioni al limite del surreale, e allo stesso tempo pienamente reali: parlano di alberi, democrazia, psicofarmaci, tasse, doppiaggio, Testaccio, corsi di chef, scatole nascoste, gente che ha il diritto di sapere, impiegati di banca in campagna, recintati. E poi ancora schermi, romanzi morali, mobili in vendita, Poseidone e altri dèi, microfoni e corrieri, locali di successo, per giovani, cantanti e carte di credito, YouTube, levrieri, interviste, e un generatore casuale di repubbliche.
Insomma, un libro “per tutti e per nessuno”, come direbbe Nietzsche, che lo comprerebbe subito.

un testo da “numeri primi” oggi in rete, sul sito ‘il cucchiaio nell’orecchio’

testo3

già in Numeri primi (Arcipelago, 2006):
https://www.ilcucchiaionellorecchio.it/2019/10/testo-3/

esce “quasi tutti”, nuova (e definitiva) edizione, per la casa editrice miraggi

Grazie a Sparajurij e alle edizioni Miraggi, torna in libreria Quasi tutti, da tempo esaurito, in nuova edizione riveduta e definitiva, con postfazione di Paolo Zublena. Il sottotitolo dice “microtensori e prose in prosa, 2008-2010-2018”.

Tre brevissimi frammenti sono leggibili qui.

Il libro si può acquistare in rete e in alcune librerie, per esempio presso I Trapezisti, a Monteverde. E – se non presente in scaffale – è ordinabile in tutte, e su SatelliteLibri.

Da sabato 21 aprile e fino al 5 maggio è anche in vendita all’Accademia d’Ungheria in Roma, via Giulia 1, nel contesto del festival “Festapoesia – CONCRETA” (cfr. programma qui). Alcuni testi verranno letti proprio nel festival, durante il reading Oggettistica (con segni), il 4 maggio dalle ore 18.

Da giovedì 26 maggio si potranno trovare copie del libro anche sul banchetto allestito presso la Fondazione Primoli (Roma, via Zanardelli 1), in occasione della rassegna “Laboratorio-Roma. Genealogie novecentesche”, a cura di Roberto Antonelli e Luigi Severi (cfr. programma qui).

un certo tipo di prosa breve

quando parlo di scrittura di ricerca dopo il paradigma, e di un certo tipo di prosa breve come (anti)forma ‘risolutiva’ di [o anche semplicemente estranea a] una serie di vicoli ciechi del Novecento, penso esattamente a testi come quelli di Roberto Cavallera. per un esempio (fra diverse centinaia) si può cliccare qui: https://mascinacudr.wordpress.com/2016/11/02/loggetto-assoluto-cap-xxvii/

oggi, 4 giugno, alle 11, a plautilla (roma): quattro progetti in dialogo @ monteverdelegge

Plautilla (Roma, via Colautti 28-30), OGGI, sabato 4 giugno 2016, alle ore 11, quattro progetti diversi e in qualche modo simili, ossia collane o case editrici fortemente indipendenti da costrizioni rigide di genere e da inseguimenti di mode, si presentano e rispondono alle domande e alle curiosità dei lettori.

L’incontro fa parte del ciclo “Autoritratto di editore”, organizzato da Monteverdelegge (https://www.facebook.com/monteverdelegge.plautilla/)

Saranno presenti

per la collana Benway Series
(https://benwayseries.wordpress.com)
Giulio Marzaioli, Michele Zaffarano

per la collana ChapBook dell’editore Arcipelago
(http://gammm.org/index.php/chap)
Michele Zaffarano

 per la casa editrice Gorilla Sapiens
(http://www.gorillasapiensedizioni.com)
Valentina Presti

per la casa editrice IkonaLíber
(http://www.ikona.net/category/edizioni-ikonaliber)
Fabrizio M. Rossi

su facebook:
https://www.facebook.com/events/1000553699981137/

***

http://mvl-monteverdelegge.blogspot.it/p/blog-page_12.html

Plautilla è una bibliolibreria gratuita: i libri, donati da persone che li hanno letti e amati, vengono messi a disposizione di altri lettori che scelgono liberamente se riportarli o tenerli.

Plautilla è nata per iniziativa dell’associazione Monteverdelegge e del Centro Diurno Giovagnoli (DSM ASL Roma D) sulla scia di esperienze avviate con successo a Baltimora e Madrid.

PLAUTILLA, via Colautti 28-30, Roma

_

4 giugno, ore 11, plautilla (roma): quattro progetti in dialogo @ monteverdelegge

Plautilla (Roma, via Colautti 28-30), la mattina di sabato 4 giugno 2016, alle ore 11, quattro progetti diversi e in qualche modo simili, ossia collane o case editrici fortemente indipendenti da costrizioni rigide di genere e da inseguimenti di mode, si presentano e rispondono alle domande e alle curiosità dei lettori.

L’incontro fa parte del ciclo “Autoritratto di editore”, organizzato da Monteverdelegge (https://www.facebook.com/monteverdelegge.plautilla/)

Saranno presenti

per la collana Benway Series
(https://benwayseries.wordpress.com)
Giulio Marzaioli, Michele Zaffarano

per la collana ChapBook dell’editore Arcipelago
(http://gammm.org/index.php/chap)
Michele Zaffarano

 per la casa editrice Gorilla Sapiens
(http://www.gorillasapiensedizioni.com)
Valentina Presti

per la casa editrice IkonaLíber
(http://www.ikona.net/category/edizioni-ikonaliber)
Fabrizio M. Rossi

su facebook:
https://www.facebook.com/events/1000553699981137/

***

http://mvl-monteverdelegge.blogspot.it/p/blog-page_12.html

Plautilla è una bibliolibreria gratuita: i libri, donati da persone che li hanno letti e amati, vengono messi a disposizione di altri lettori che scelgono liberamente se riportarli o tenerli.

Plautilla è nata per iniziativa dell’associazione Monteverdelegge e del Centro Diurno Giovagnoli (DSM ASL Roma D) sulla scia di esperienze avviate con successo a Baltimora e Madrid.

PLAUTILLA, via Colautti 28-30, Roma

_

tra un’ora: “il paziente” su radiotre suite

Oggi, 21 febbraio, alle ore 23:15, quindi fra circa un’ora, su RadioTre Suite: dialogo su (e letture da) Il paziente crede di essere (http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/il-paziente-crede-di-essere), ed. Gorilla Sapiens, 2016.

_

“il paziente” domenica sera a radiotre

Questa domenica, 21 febbraio, alle ore 23:15 circa, su RadioTre Suite, dialogo su (e letture da) Il paziente crede di essere (http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/il-paziente-crede-di-essere), ed. Gorilla Sapiens, 2016.

Stay tuned.

  

corrispondenza privata_ (7) : gorilla in vista

copertina_pazienteRoma, 3 febbraio 2016

Cari ***,
a​ll’inizio di​ marzo esce un libro che posso dire di attendere da un po’. Direi più di vent’anni. Perdonate l’enfasi, è personale, un tot ​emotiva, non ​viene da niente di oggettivo ovviamente, se non ​da ​un fattore cronologico, ma insomma volevo scrivervene. E mi spiego meglio.

Il libro si intitola Il paziente crede di essere. Lo stampa la valorosa editrice Gorilla Sapiens. Ne trovate scheda e descrizione qui: http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/il-paziente-crede-di-essere. (Fra l’altro è già disponibile, in pre-ordinazione. Stampato. Acquistabile).

‘Sistematizza’ (e – spero non presuntuosamente – ‘fissa’ & “””storicizza”””, tra multiple virgolette) una fase di scrittura de​i primi ​anni ’90 in cui con particolare passione mi dedicavo alla prosa breve e brevissima, lunare e vagamente ‘nera’, di taglio cortazariano, direi (azzardando, certo).

La lunga attesa ha permesso però di fare di questo libro non solo una fotografia di testi cronologicamente non vicinissimi, ma una specie di racconto di percorso.

Infatti non solo riporta un numero di prose del tipo appena detto, ma include anche la gran parte dei testi ​miei ​contenuti nella sezione Diario del viaggio in Italia, nel libro collettivo Prosa in prosa (Le Lettere, 2009​).

​Infine​ raccoglie​,​ ​unite alle precedenti, alcune pagine da un lavoro assai recente e tutt’ora in fieri: Oggettistica.

​Bon. ​Così è composto il libro.

​I​nsomma volevo accennarvene​ o riaccennarvene (qualcuno di voi mi ha già sentito un po’ o molto blaterare in proposito)​, qualche settimana prima dell​’uscita. Scusandomi della prolissità e della … pubblicità. (Attribuitela se volete a enfasi ed emotività, …altra parola tronca, ​altra rima, ​perdonate: invecchio).

MG

testi da “oggettistica” in rete (al 2015)

Un testo installato presso la Vetrina di via del Consolato 12 (ottobre 2015):  instagram.com/p/8v6JyZrSDf/ (link non più attivo), qui il testo https://slowforward.files.wordpress.com/2016/09/facilitazione_.pdf

Un testo (in francese e in italiano) sul sito di Olivier Favier _ http://dormirajamais.org/giovenale/

Lettura @ EX.IT 2013 _ https://vimeo.com/76502712
ex link: http://eexxiitt.blogspot.it/2013/10/marco-giovenale-exit-il-video.html

Un testo in gammm _ http://gammm.org/index.php/2013/06/06/phobos-2-34-marco-giovenale-2013

Lettura @ PoetItaly 2014 (Corviale) _ http://s534509712.sito-web-online.it/marco-giovenale e https://youtu.be/iUFEHXlf7zY

Sequenze in Nazione indiana _ http://www.nazioneindiana.com/2014/09/04/tre-prose-da-oggettistica-testi-inediti
http://www.nazioneindiana.com/2014/11/26/andataritorno/

Un testo in compostxt _ http://compostxt.blogspot.it/2014/12/altre-foto-di-gatti-da-oggettistica.html

Quattro testi in LPLC _ http://www.leparoleelecose.it/?p=18319

Lettura @ PoetItaly 2015 (Teatro Palladium) _ https://youtu.be/xQRS1LXBD14

Un testo in alfabeta2 (2014): http://www.alfabeta2.it/2014/04/06/ampia-collezione-intellettuali-dellimpegno/

_

recensione a yves pagès, “ricordarmi di”

recpag

http://www.alfabeta2.it/2015/04/08/per-farla-breve/
recensione a

Yves Pagès
Ricordarmi di
traduzione di Massimiliano Manganelli ed Eusebio Trabucchi

_