Archivi tag: Paolo Morelli

oggi, ore 18, “dovuto a carlo bordini”: incontro online dalla libreria eli

OGGI, sabato 13 febbraio, alle ore 18:00,
il gruppo Parlamenti e la libreria ELI (Esperienze Libri Idee)
curano l’incontro

Dovuto a Carlo Bordini.
Incontro tra scrittori, critici e storici

Diretta sulla pagina facebook (visibile anche a chi non ha un account fb)
https://www.facebook.com/libreriaeliroma

Intervengono in libreria:
Paolo Morelli (scrittore), Massimo Barone (scrittore), Giorgio Patrizi (critico)

Intervengono da remoto:
Beppe Sebaste (scrittore), Fabio Ciriachi (scrittore), Filippo La Porta (critico e saggista), Franca Rovigatti (scrittrice), Luigi Cajani (storico), Marco Giovenale (scrittore), Rita Iacomino (insegnante e poetessa)

Carlo Bordini è stato poeta, narratore e storico, tradotto, tra l’altro, in Francia, Spagna e America Latina. Le poesie sono pubblicate nel volume I costruttori di vulcani. Tutte le poesie 1975-2010 (Luca Sossella editore). Una consistente parte delle opere in prosa è contenuta nel volume Difesa berlinese (Luca Sossella editore). Altri testi in prosa sono stati pubblicati da Empiria (Pezzi di ricambio, 2003); da Luca Sossella editore (Non è un gioco. Appunti di viaggio sulla poesia in America Latina, 2008); da La Camera Verde (I diritti inumani e altre storie, 2009). In italiano e inglese è uscito per le edizioni Zona l’ebook I gesti / Gestures, tradotto da Nail Chiodo.
_

“dovuto a carlo bordini”: 13 febbraio 2021

sabato 13 febbraio, alle ore 18:00
il gruppo Parlamenti e la libreria ELI (Esperienze Libri Idee)
curano l’incontro

Dovuto a Carlo Bordini.
Incontro tra scrittori, critici e storici

Diretta sulla pagina facebook https://www.facebook.com/libreriaeliroma

Intervengono in libreria:
Paolo Morelli (scrittore), Massimo Barone (scrittore), Giorgio Patrizi (critico)

Intervengono da remoto:
Beppe Sebaste (scrittore), Fabio Ciriachi (scrittore), Filippo La Porta (critico e saggista), Franca Rovigatti (scrittrice), Luigi Cajani (storico), Marco Giovenale (scrittore), Rita Iacomino (insegnante e poetessa)

Carlo Bordini è stato poeta, narratore e storico, tradotto, tra l’altro, in Francia, Spagna e America Latina. Le poesie sono pubblicate nel volume I costruttori di vulcani. Tutte le poesie 1975-2010 (Luca Sossella editore). Una consistente parte delle opere in prosa è contenuta nel volume Difesa berlinese (Luca Sossella editore). Altri testi in prosa sono stati pubblicati da Empiria (Pezzi di ricambio, 2003); da Luca Sossella editore (Non è un gioco. Appunti di viaggio sulla poesia in America Latina, 2008); da La Camera Verde (I diritti inumani e altre storie, 2009). In italiano e inglese è uscito per le edizioni Zona l’ebook I gesti / Gestures, tradotto da Nail Chiodo.
_

30 agosto e 2 settembre di là dal fiume

nel contesto degli incontri del festival Di là dal fiume,

venerdì 30 alle 18:30, sul battello sul Tevere (imbarco Ponte Marconi): gammm prose e poesia con Marco Giovenale, Silvia Tripodi e Michele Zaffarano.

lunedi 2 alle 19 all’Off Living Room (via G. da Castel Bolognese, 85): Una lingua per non farsi capire (il romanesco come non l’avete mai sentito) con Paolo Morelli e Mauro Verrone (ance e non solo).

lu xun, “diario di un pazzo”: il 27 marzo alla libreria fahrenheit 451, con carlo laurenti e paolo morelli

per Letture strampalate: cineserie2

martedì 27 marzo, alle ore 21:00
a Fahrenheit 451, Campo de’ Fiori, 44
*

Lu Xun, il diario di un pazzo

Con Diario di un pazzo, il più grande scrittore cinese dell’epoca moderna segna uno squarcio, il primo, su un paese che sembra mutare e rimane invece immutabile nei secoli. È tuttora così? Può essere in qualche modo legato al loro scrivere per ideogrammi? Davvero crediamo di sapere tutto o quasi sulla Cina?

“Solo oggi mi accorgo di essere vissuto tutto questo tempo tra gente che si ciba di carne umana da quattromila anni. E come posso io, dopo quattromila anni di cannibalismo, come posso sperare di incontrare un uomo vero? Forse vi sono ancora bambini che non hanno mangiato carne umana. Salvate i bambini!…”

Parole e letture di:

Carlo Laurenti (sinologo)
Paolo Morelli (scrittore)

https://www.facebook.com/libreria.fahrenheit.1/

“letteratura latina inesistente”, di stefano tonietto: a roma, da fahrenheit, mercoledì 31 gennaio

a Roma, mercoledì 31 gennaio, alle ore 18:30
Libreria Fahrenheit 451
(Campo de’ fiori, 44)

Letteratura latina inesistente

di Stefano Tonietto
(Quodlibet)

ne parlano con l’autore
Fabio Donalisio e Paolo Morelli

Una letteratura latina che nessuno può avere studiato a scuola, una parodia del manuale scolastico, dove compaiono autori assolutamente impensabili, divisi in correnti ed epoche; la Lesbia cantata da Catullo che risponde irritata a Catullo; il «seccatore» di Orazio che aveva già seccato anche Cicerone; un poemetto lucreziano sulla jella; e poi anticipatori, in anticipo di duemila anni su Ungaretti e Montale, e così via.
È la Filologia Creativa, nuova disciplina accademica, dove un testo letterario mai scritto viene restituito al godimento dell’umanità e agli studi futuri, colmando una parte dell’infinita lacuna che è l’ipotetico e l’impossibile.

Raramente si è vista una quarta di copertina più riuscita: “Il fatto, meramente contingente, di essere esistito non dovrebbe più costituire, per un autore, l’unico criterio di scelta” (Valerio Magrelli)

 

walser – morelli – bellatalla: il 10 marzo

giovedì 10 marzo 2016 – ore 21:00
presso Le rane di Testaccio (Roma, via Galvani 29)

A passo di Walser, nel senso di Robert

concerto in prosa

Roberto Bellatalla contrabbasso

Paolo Morelli voce

 Testi  

Robert Walser, R. Queneau, L. Pilla, P. Morelli, R. De Angelis, G. Manganelli,
Acheng, Trilussa, L. F. Céline, Anonimo autore di un testamento

Nel concerto in prosa, musica e parole cercano la loro connivenza in una lettura in sequenza di testi letterari, come strumenti originari a dimostrare l’arte come punto focale, luogo di convergenza e condivisione.
Attraverso la scelta di alcuni brani e le loro assonanze, si scopre ciò che di recente hanno affermato gli scienziati: divagare è il modo dominante del pensiero, la base su cui si costruisce tutto il resto, e in conseguenza la mente ne ha necessità, per riacquistare animo.
Quella del divagare è un’arte antica, nella quale Robert Walser era maestro, e difatti sempre a lui torneremo come alla via maestra appunto, e  “come imitano i ritornelli delle canzoni per esempio, o i tormentoni dei comici, così fa la testa”.

Roberto Bellatalla contrabassista, prima ad Amsterdam poi a Londra suona e registra con E. Dean, N. Evans, K. Tippett, L. Moholo, Dudu Pukwana, E. Parker, T. Watts. Fa parte del trio Truth in the Abstract Blues di Mike Cooper e collabora a progetti di poesia, teatro e danza, e in Spagna con la coreografa Marisa Brugarolas sulla danza integrata per diversamente abili.

Paolo Morelli scrittore, tra i suoi libri Vademecum per perdersi in montagnaEr CiuanghezzùCaccia al cristoIl traslocoRacconto del fiume Sangro, Né in cielo né in terra (2016). Ha tradotto Zhuang Zi, Lao Zi, Stevenson, Rabelais. Come performer ha curato Animali ParlantiJazzcélineParentele Fantastiche. Del 2014 è l’audiolibro L’arte del fallimento.

robert walser al vascello

a Roma, presso il Teatro Vascello – bistrot
     Via G. Carini, 78
 
domenica 12 aprile 2015 – ore 19:30
ingresso + consumazione 10 euro

A passo di Walser, nel senso di Robert

concerto in prosa con
Roberto Bellatalla contrabbasso
Paolo Morelli voce
 
 
Testi  
Robert Walser, R. Queneau, L. Pilla, P. Morelli, R. De Angelis, G. Manganelli,
Acheng, Trilussa, L. F. Céline, Anonimo autore di un testamento
_

fiume