due testi critici su “quasi tutti”. (antonio loreto e paolo zublena)

Paolo Zublena, postfazione a Quasi tutti (Polimata, Roma 2010, edizione esaurita; nuova ediz. variata e definitiva: Miraggi, 2018): https://www.academia.edu/12773269/Post_it_postfazione_a_Marco_Giovenale_Quasi_tutti_ e
https://puntocritico2.files.wordpress.com/2014/06/p-zublena_postfazione_a__quasi_tutti_def.pdf

Antonio Loreto analizza la sezione Piccoli suoni, in Quasi tutti (cfr. sopra: nuova edizione variata e definitiva Miraggi, 2018), nel saggio Il sonetto dopo la lirica: parodie (falsità, promesse, allegorie), uscito su «Between», vol. VI, n. 12 (nov. 2016):
http://ojs.unica.it/index.php/between/article/view/2594/2299 e
https://www.academia.edu/31144316/Il_sonetto_dopo_la_lirica_parodie_falsit%C3%A0_promesse_allegorie

esce “quasi tutti”, nuova (e definitiva) edizione, per la casa editrice miraggi

Grazie a Sparajurij e alle edizioni Miraggi, torna in libreria Quasi tutti, da tempo esaurito, in nuova edizione riveduta e definitiva, con postfazione di Paolo Zublena. Il sottotitolo dice “microtensori e prose in prosa, 2008-2010-2018”.

Tre brevissimi frammenti sono leggibili qui.

Il libro si può acquistare in rete e in alcune librerie, per esempio presso I Trapezisti, a Monteverde. E – se non presente in scaffale – è ordinabile in tutte, e su SatelliteLibri.

Da sabato 21 aprile e fino al 5 maggio è anche in vendita all’Accademia d’Ungheria in Roma, via Giulia 1, nel contesto del festival “Festapoesia – CONCRETA” (cfr. programma qui). Alcuni testi verranno letti proprio nel festival, durante il reading Oggettistica (con segni), il 4 maggio dalle ore 18.

Da giovedì 26 maggio si potranno trovare copie del libro anche sul banchetto allestito presso la Fondazione Primoli (Roma, via Zanardelli 1), in occasione della rassegna “Laboratorio-Roma. Genealogie novecentesche”, a cura di Roberto Antonelli e Luigi Severi (cfr. programma qui).

giovedì all’esc (roma, via dei volsci): menicocci + venitucci + padua + dj fuzzten

GLOSSOPETRAE + STILL LIFE

LIVE SET

Un doppio appuntamento dedicato a due progetti che in modo differente sperimentano e sondano le sinergie possibili tra parola, suono, musica e immagini video.

Per sonorizzare la lettura di GLOSSOPETRAE / TONGUESTONES di Simona Menicocci, Luca Venitucci ha approntato un dispositivo di produzione sonora costituito da pietre – come le pietre che in parole e concetti ricorrono all’interno del testo. L’amplificazione e il trattamento elettroacustico sono stati i metodi adottati affinché tramite le pietre – corpi solidi, compatti, non vibranti, sordi – fosse possibile realizzare suoni. Gli interventi sonori in tal modo prodotti, dotati di un elevato coefficiente di aleatorietà e di imprevedibilità, non accompagnano, né tantomeno musicano, la lettura, ma si propongono come elementi altri, che condividendo lo stesso spazio acustico delle parole dette, interagiscono – o interferiscono – con esse, aggiungendo altra materialità – una ennesima stratificazione – alla già densissima geologia che il testo stesso costituisce e pone in opera.

STILL LIFE LIVE SET è la sonorizzazione dei quadri verbali di Adriano Padua, in un viaggio tra sonorità rock, electro, hip hop. Dimensione orale della parola e suono che si fanno corpo, musica e poesia in dialogo, due arti che sono sorelle gemelle e si accompagnano l’una all’altra fin dalle origini. Le musiche originali sono di Corrado Di Maria, Lorenzo Azzaro, Dj Fuzzten.

https://www.facebook.com/events/179461722837862

_