11 aprile, macro asilo, gabriele perretta: analisi mediale

https://www.museomacro.it/evento/gabriele-perretta-analisi-mediale

SALA LETTURA
11 aprile 2019, h. 18:00

L’analisi del linguaggio artistico, non solo di quello estetico, come proponeva il neoconcettuale storico, ma anche del linguaggio quotidiano, ordinario e della tradizione della Pop Art e del Ready-Made. Si è parlato a questo proposito di un linguistic turn. Già la ricerca sugli old media aveva proposto che l’arte invece di analizzare l’essere, il reale extramentale, esaminasse le categorie logiche del linguaggio umano (non occupandosi più di come stiano le cose, “in sè”, ma di come noi, inevitabilmente, le conosciamo, in base alla nostra soggettività). La medial analysis spinge oltre il progetto concettistico: non si tratta di analizzare una soggettività trascendentale, ma di focalizzare, in maniera più “ipermediale” le modalità del nostro “fare artistico”, quali sono chiaramente testimoniate “dall’effettuale incedere comunicativo”.

_

a roma, oggi, 22 novembre, al macro asilo: presentazione di “from the dairy…”, di damiano abeni

OGGI, giovedì 22 novembre alle ore 15:00
nel contesto delle iniziative MACRO ASILO
(Roma, via Nizza 138, Stanza della lettura)

presentazione di

from the dairy of jonas & job, inc., pigfarmers

di

Damiano Abeni

Edizioni IkonaLíber
collana Syn – Scritture di ricerca

letture dell’autore

introduce l’incontro Andrea Tomasini

interventi di Fabrizio M. Rossi e Marco Giovenale

l’evento facebook:
https://www.facebook.com/events/554677094993245/

anteprima del testo in pdf:
http://www.ikona.net/from-the-dairy-anteprima/

pagina facebook:
https://www.facebook.com/damianoeabeni.fromthedairy.ikonaliber/

*

l’autore:

Damiano Abeni (Brescia, 1956) ha pubblicato un centinaio di libri tradotti dall’inglese, la maggior parte dei quali dedicati a poeti nord-americani quali Mark Strand, John Ashbery, Charles Simic, Elizabeth Bishop e, tra i più recenti, a Charles Wright, Ben Lerner, Moira Egan, Frank Bidart e Anthony Hecht. Collabora con diverse case editrici e riviste letterarie. È tra i redattori di «Nuovi Argomenti» e della rivista online «Le parole e le cose». Ha ricevuto una fellowship del Liguria Study Center for the Arts and Humanities (Bogliasco Foundation, 2008) e una della Rockfeller Foundation Fellowship (Bellagio, 2010). Nel 2009 è stato Director’s Guest presso il Civitella Ranieri Center. È cittadino onorario per meriti culturali di Tucson, Arizona, e di Baltimore, Maryland. Recentemente, parte di sé ha pubblicato from the dairy of jonas & job, inc., pigfarmers (IkonaLíber, 2017), tradotto a fronte in italiano da un’altra parte di sé.

il libro (bilingue):

Microeventi, notazioni dotte, memorabilia, incastri sintattici e calembours (spesso assenti in una lingua, aggiunti nell’altra, a creare non traduzioni ma diversioni, diversità) fabbricano qui un labirinto. Diviso in sette parti o tempi inventati da damiano+abeni+giona+giobbe per ideare non la creazione di un mondo ma una mondana ricreazione (dolente, insolente, ironica).
=
Microevents, scholarly notations, memorabilia, syntactic dovetails and calembours (often non-existent in one language, and thrust into the other to create diversions and diversities rather than translations) build a labyrinth here. Divided into seven parts or times invented by damiano + abeni + jonas + job to set up not the creation of a world but instead a (redolent, insolent, ironic) mundane recess.

*

http://www.ikona.net/damiano-abeni-from-the-dairy/

https://www.facebook.com/damianoeabeni.fromthedairy.ikonaliber/

https://www.museomacro.it/pagine/presentazione-macro-asilo