l’andirivieni. due incontri e relative – separate – annotazioni (cristina annino, carlo selan)


*
Il 29 giugno si è svolto, a cura de “La balena bianca”, un incontro online con Cristina Annino. Fra le varie questioni emerse durante gli interventi e il confronto, ho sottolineato per mia memoria una parte in cui l’autrice parlava del suo processo di scrittura, che si realizza attraverso appunti e materiali anche occasionali, poi riveduti elaborati assemblati. Un discorso assolutamente (ed esplicitamente) estraneo all’idea classica di ispirazione, e semmai direi vicino ad alcune modalità compositive di tanta scrittura di ricerca. Se non vicino, non troppo lontano.

* *
Il 30 giugno, la pagina facebook di “Poesia del nostro tempo” ha realizzato una videointervista a Carlo Selan. Mi è sembrato interessante il suo riferimento al ‘quasi’, all’incompletezza e alla lateralità della parola, convocate o meglio ancora realizzate dalla pagina. Per me personalmente (ma direi che è eredità nodale del Novecento) ha i connotati del fondativo. È la semplicissima ombra ineliminabile anzi precondizione di conoscenza e linguaggio.

Trovavo – così – decisamente singolare, non buffa e però involontariamente allegorica, la situazione per cui – soprattutto a 8′ 30” dalla fine dell’intervista, ossia proprio nel momento in cui quel tema veniva affrontato – il collegamento facebook saltasse caparbio e disturbante, rendendo la comunicazione complicata. (Ma non impossibile, o almeno non impensabile).

Del resto questa ondivaga minaccia o possibilità o effettiva sconnessione si dà pressoché sempre, in tanti tempi e frammenti di tempi, e certo anche con altre piattaforme. Ed è una costante delle linee internet, anche e proprio delle più veloci. Nuovamente: da sempre. Se pensiamo poi che la stessa storia della radio e del telefono ne è tessuta, fatta com’è di “Pronto?” – “Chi? Cosa?” – “Ti sento lontano” – “Mi ricevi?” – “Che dicevi?” – “È disturbato” – “Mi ritorna la voce, c’è eco” – “Passo, non ti sento” – “Sei qui?” – “Ripeti” – “Non ti sento più” – “Se n’è andato”…

Questo interminabile andirivieni e aggiustarsi delle frequenze, delle presenze, dei fantasmi, e la perdita inevitabile e a volte radicale del contatto, oppure la ricomparsa di voci che si davano per disperse, la dissipazione della grana del discorso, il suo sgretolamento e resurrezione, sono non una scoperta del Novecento ma la conferma che il secolo scorso ha avuto il grato ingrato compito di trasformare una dissimmetria e intransitività e opacità dei linguaggi e della conoscenza in qualcosa come una forse non interamente formulabile legge naturale che riguarda tutti.

Né il discorso del glitch è poi così lontano da quanto si va annotando qui. Anzi.

_

giovedì 16 aprile, h.18:30, diretta facebook dello studio campo boario per presentare “la lentezza della luce”

Studio Campo Boario ||| La lentezza della luce: una riflessione corale |||

Giovedì 16 aprile alle 18:30, DIRETTA FACEBOOK PER PRESENTARE PROGETTO E PROGRAMMA: interverranno Pietro D’Agostino, Lucrezia Boso e Alberto D’Amico

A seguire, i primi due video della serie

https://www.facebook.com/Studio-Campo-Boario-1900087130079262/

Ecco i nomi dei numerosi relatori che si avvicenderanno, nei giorni, con i video della loro esperienza professionale e personale con la nozione di luce. Sono scienziati, fotografi, filosofi, artisti, filologi, storici dell’arte e dell’audiovisivo, cineasti, antropologi, architetti, scrittori:
Mario Benincasa, Flavia Bigi, Dominique Bollinger, Silvia Bordini, Lucrezia Boso, Daria Margherita Capece, Alessandro Carrera, Alipio Carvalho Neto, Alberto Coppo, Catalina Curceanu, Pietro D’Agostino, Alberto D’Amico, Ada De Pirro, Bruno Di Marino, Stefano Di Stasio, Rossella Faraglia, Paolo Ferrari, Roberto Forza, Danila Fruci, Gianni Garrera, Giuseppe Garrera, Lisa Giombini, Marco Giovenale, Stefano Iachetti, Bruno Lo Turco, Alessandro Nucara, Letizia Papini, Matteo Piccioni, Rossella Ragazzi, Silvia Stucky

“doppia coppia”: lo studio campo boario @ rome art week

Doppia Coppia
Studio Campo Boario, viale del Campo Boario, 4/A – dal 21 al 26 ottobre, dalle 18 alle 21

Lo Studio Campo Boario partecipa alla quarta edizione della Rome Art Week presentando un evento dal titolo Doppia Coppia, una riflessione su coppie che vivono una relazione sentimentale e parallelamente percorrono una carriera artistica.

Continue reading

segnalazioni di incontri, letture e mostre nell’ultimo tratto di ottobre

Dal 19 ottobre: IMMAGINI, mostra di materiali e libri d’artista di Piero Varroni, al museo Andersen:
https://slowforward.net/2018/10/17/19-ottobre-inaugurazione-di-immagini-e-parole-piero-varroni-al-museo-andersen-roma/

Dal 20 al 27: FESTIVAL ITALIQUES alla libreria Stendhal (piazza San Luigi dei Francesi):
https://www.facebook.com/events/1986833308021763/

Il 23 ottobre presentazione del CENTRO E CORSO DI POESIA E SCRITTURE CONTEMPORANEE (Upter):
alla libreria Fahrenheit 451, in piazza Campo de’ fiori:
https://slowforward.net/2018/10/18/23-ott-presentazione-corso-e-centro-poesia-upter/

Dal 24 al 27 allo Studio Campo Boario, IL SEGRETO DEL GIARDINO: https://www.facebook.com/events/2027874000604636/
Il (perduto) terzo paesaggio, in una serie di incontri: https://romeartweek.com/it/strutture/?id=1209

Il 25, al Macro (via Nizza), addirittura due occasioni (quasi parallele):
Andrea Tomasini presenta il terzo incontro della serie di vocaboli
da lui curata (#Contagio). La parola questa volta è “EPIDEMIA”, ne parla Gianni Rezza:
https://www.facebook.com/events/2109894192673029/permalink/2109894216006360/
e
Andrea Lanini, Cesare Pietroiusti e Pasquale Polidori con “Tre COINS nella FOUNTAIN”,
un omaggio a Duchamp per il 101° anniversario della prima esposizione di Fountain:
https://www.facebook.com/events/341066759997176

Domenica 28 ottobre, alle 16:45, all’Auditorium di Mecenate, in
Largo Leopardi (via Merulana), va in scena ARIANNA, operapoesia di Nanni Balestrini.
Per assistere è indispensabile prenotare all’indirizzo email della locandina: cfr. il link
https://slowforward.net/2018/10/17/roma-28-ottobre-arianna-di-e-con-nanni-balestrini/

N.B.:
Un calendario ancora più ricco, specie sul fronte musicale, è su Avvisaglie,
lo spazio facebook curato da Luca Venitucci. Ecco la settimana che si apre:
https://www.facebook.com/notes/avvisaglie/calendario-22-28-ottobre/2067004330017669/

pagina e gruppo fb del centro di poesia e scritture contemporanee

Il Centro di poesia e scritture contemporanee UPTER ha anche una pagina facebook:  https://www.facebook.com/upterpoesia/. Chi vuole può mettere un LIKE e in questo modo seguirla (e sostenerla).

Per informazioni e comunicati quotidiani e settimanali relativi alla poesia, notizie di letture, conferenze, incontri, edizioni, microrecensioni, appunti, sia legati al Centro e alle sue attività, sia in relazione a quanto di interessante accade sul territorio nazionale (e – non raramente – internazionale), in poesia e nella sperimentazione letteraria, è possibile iscriversi al gruppo aperto del Centro: https://www.facebook.com/groups/gruppo.centro.poesia.scritture/

_

il nuovo corso upter di poesia, e il centro di poesia e scritture contemporanee

 

 

La ​​​​pagina del​​ nuovo corso UpterVerso dove? – Orientarsi nella poesia contemporanea” è in rete (​​qui), ma è attiva anche la ​​​​pagina del ​​Centro di poesia e scritture contemporanee (​​qui).

È infine partita (molto importante per il Centro) una campagna di crow​d​funding ​sulla piattaforma Eppela, ​che sosterrà il progetto, e che fin da ora può essere usata per le iscrizioni al corso: ​​https://www.eppela.com/it/projects/20423-centro-di-poesia-e-scritture-contemporanee

Anzi: il crowdfunding, per i 40 giorni che durerà, raccoglierà non solo contributi vari, ma sarà proprio ​​lo strumento principale per l’iscrizione al corso. Non si passerà cioè attraverso il sito Upter per iscriversi, ma attraverso Eppela.

* * *

Partecipano come autori e/o critici al corso di poesia contemporanea 2018/19:
Damiano Abeni, Cecilia Bello Minciacchi, Carlo Bordini, Maria Borio, Franco Buffoni, Maria Grazia Calandrone, Benedetta Cascella, Claudia Crocco, Giovanna Frene, Giuseppe Garrera, Maria Cristina Giorcelli, Paolo Giovannetti, Marco Giovenale, Andrea Inglese, Luigi Magno, Massimiliano Manganelli, Valerio Massaroni, Guido Mazzoni, Vincenzo Ostuni, Tommaso Ottonieri, Lidia Riviello, Sara Ventroni, Michele Zaffarano; i curatori della raccolta di saggi Sistema periodico. Il secolo interminabile delle riviste (Pendragon, 2018): Eleonora Fuochi, Francesco Bortolotto, Davide Antonio Paone e Federica Parodi. Inoltre interverranno alcuni autori o curatori di collane di poesia degli editori Aragno, Crocetti, Donzelli, IkonaLíber, Tic.

UPTER.IT


pagina facebook del Centro:
https://www.facebook.com/Centro-di-Poesia-e-Scritture-Contemporanee-350976502306851/


oggi, all’upter: presentazione del progetto di centro di poesia e scritture contemporanee (roma, via quattro novembre 157)

(il testo completo è qui)

*

N.B.: La presentazione avverrà all’interno dell’UPTER World Cafè, evento aperto a tutti per inaugurare la nuova stagione didattica dell’università, che si terrà negli spazi di Palazzo Englefield mercoledì 26 settembre.
http://www.upter.it/in-evidenza/upter-world-cafe-mercoledi-26-settembre-2018-presso-la-sede-di-palazzo-englefield/

_

di là dal fiume!

dal 25 agosto al 2 settembre
Di là dal fiume
14 eventi in 11 luoghi del XII Municipio

Da sabato 25 agosto a domenica 2 settembre, nel territorio del XII Municipio di Roma, si terrà la prima edizione del festival itinerante Di là dal fiume, 9 giorni di eventi e un programma ricco di proposte tra musica contemporanea, poesia, teatro, videoinstallazioni, performance e arti visive.

11 luoghi tra Ponte Testaccio, il Lungotevere degli Artigiani, la Stazione Trastevere ed il mercato di Porta Portese sono teatro di 14 eventi a ingresso gratuito e palcoscenico di importanti artisti della scena contemporanea come Antonello Neri, Nanni Balestrini, Mike Cooper, Carlo Quartucci, Marco Giovenale, Michele Zaffarano, Mariangela Guatteri, Giancarlo Benedetti Corcos, Luca Spagnoletti, Gabriel Maldonado, Maurizio Barbetti, Luca Venitucci e tanti altri.

Luoghi non solitamente deputati all’arte diventano scenario ideale di una proposta che aspira a rivalutare e rigenerare il territorio e la fruizione stessa dell’arte, incontrando un pubblico variegato e portando nel tessuto urbano le diverse espressioni artistiche contemporanee.

il programma completo del festival dal sito del Teatroinscatola:
http://www.teatroinscatola.it/di-la-dal-fiume/

pim – poesia in movimento. programma del 10 giugno

https://slowforward.files.wordpress.com/2018/06/programma-pim-10-giugno.pdf

PIM-FEST
Poesia in movimento
Rignano sull’Arno
1° edizione maggio – giugno 2018
Evento principale: 10 giugno 2018 dalle 10:30 fino a sera
Agriturismo Poggio Tre Lune, Via delle Serre, 57 Rignano Sull’Arno

programma del 10:
https://slowforward.files.wordpress.com/2018/06/programma-pim-10-giugno.pdf

su facebook:
https://www.facebook.com/events/838706829655278/

19 maggio, fondazione primoli, “laboratorio-roma”: ultimo incontro _ giornata di studio

LABORATORIO-ROMA
Genealogie novecentesche – Tendenze della poesia degli anni 2000

Ciclo di incontro con i poeti contemporanei a Roma
A cura di Roberto Antonelli e Luigi Severi

Giornata di studio 19 maggio, 9:30-18:00
Poesia al tempo dell’ultima modernità: modelli, risorse, realtà delle scritture nuove

La poesia italiana attraversa un momento di notevole vivacità. Tuttavia, non è facile individuarvi delle tendenze unitarie, per via di un crescente attraversamento dei confini tra un genere e l’altro, tra una forma e l’altra. Proprio questa crescente vitalità e, al tempo stesso, questa fisionomia sfuggente alle consuete categorie (anche in accordo con nuovi modelli letterari, in particolare statunitensi e francesi), rende particolarmente degno d’attenzione il panorama dei numerosi poeti letterariamente nati nei primi anni Duemila e oggi operanti a Roma, ben rappresentativi non solo della qualità ma anche della multiformità delle scritture poetiche di ambito italiano. Per questa ragione sembra utile proporre tali scritture ad un pubblico che, quando anche di intendenti, resta tuttavia lontano dalla poesia contemporanea, e in particolare dalle sue direzioni più recenti. Poiché decisivi restano i nodi con la tradizione, e anzi con la somma di tradizioni novecentesche, è sembrato opportuno proporre lezioni sugli autori del Novecento, cruciali e tuttora esemplari, oltreché centrali nei programmi scolastici, seguiti da incontri con alcuni poeti contemporanei, trascelti e raggruppati di volta in volta sulla base di un qualche tratto in comune, quanto a visione del mondo, concezione della forma, legame con le tradizioni.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA DI STUDI

Sessione 1 – Ore 10.00 – 11.30
Guido MAZZONI, Scrittura, soggetto, società
Andrea INGLESE, Moti di prosa in Francia (e Italia)
Florinda FUSCO, Scritture del fuori

Sessione 2 – Ore 12.00 – 13.30
Marco GIOVENALE, Una macchina di effetti. Alcuni pezzi di ricambio per descrizioni e teorie su scritture contemporanee
Giulio MARZAIOLI, Procedura come invito
Pasquale POLIDORI, L’infigurabile plastico. Verso, sponda e soluzione (del visibile)

Sessione 3 – Ore 15.00 – 16.30
Simona MENICOCCI, Politica e letteratura. Su alcune scritture epistemologicamente impegnate
Andrea CORTELLESSA, Expanded Poetry # 3. Conflitti di storie, conflitti di segni
Vincenzo OSTUNI, La poesia circostante: due visioni a confronto

Sessione 4 – Ore 17.00 – 18.00
Daniele POLETTI, Verso la nuova complessità. Come la scrittura può cambiare forma
Luigi SEVERI, Forme complesse e ibridazione: fenomeni di scavo in poesia

*
su Facebook:
https://www.facebook.com/events/565369920513543

* Continue reading