Archivi tag: I fumi della fornace

i libri in copia unica di enrico pantani

dalla mostra allestita da Congerie @ I fumi della fornace (Valle Cascia, 20-23 agosto 2021)

20 agosto, valle cascia

“bestie e io” – materiali di e per dolores prato

“Perché creare una cetonia che se cade sul dorso non può più drizzarsi?” (Dolores Prato, da “Io”).

Tra le sue carte, Dolores Prato ha lasciato un numero importante di aforismi e racconti, da annoverare tra i suoi testi migliori. A più riprese, ha affrontato il tema delle piccole bestie (formiche, coccinelle, vermi, passeracci, lumache), generalmente non viste o non percepite dagli esseri umani e invece da osservare con attenzione, per dare almeno alla letteratura l’opportunità di contestare le strettoie miserevoli di ogni sapere rigidamente precostituito sull’esistente, gettare uno sguardo storto sul mondo e smascherare così l’impotenza goffa, violenta e ottusa di ogni potere.

Nel contesto degli incontri de I fumi della fornace, 20-21-22 agosto a Valle Cascia (MC).

La mostra “Bestie e io”, organizzata da Veronica Formiconi a cura di Elena Frontaloni, poggia su queste due idee e sulla consapevolezza che la scrittura di Dolores Prato, sempre sghemba e acuminata, sempre vocata alla frantumazione e alla inconclusione, sia linfa vitale non solo per i lettori ma anche per artisti in corso. Presenta dunque, insieme alle scritture di Dolores Prato, le opere originali, create per l’occasione, di Nicoletta Calvagna (partiture visive), Francesca Rossi Brunori e Lucamatteo Rossi (opera audiovisiva).

20, 21 e 22 agosto: “i fumi della fornace” – a valle cascia

I fumi della fornace approdano alla loro terza edizione. Una festa che continua a reggersi su fondamenti mobili, e a fare di questa mobilità la propria formula di riconoscimento. Una crociata dei bambini, un viaggio durato un anno, profondamente legato all’isola come necessità di una partenza verso ciò che non ci è ancora possibile vedere, e dunque come figura di un mondo a venire slegato da qualsiasi previsione definitiva.

Un terzo capitolo dedicato a ciò che non coincide completamente con se stesso, che cerca il proprio ignoto, che non si rassegna alla prima origine o natura, ma tenta di rinascere al mondo – di rimettere in moto il cantiere terrestre.

È proprio per questa ragione che abbiamo scelto le parole del poeta Thierry Metz per inaugurare i tre giorni di festa: «Poco importa dove siamo. C’è il cantiere. Sempre. C’è qualcosa che non aspetta, la pietra, l’uccello, l’uomo. L’arcobaleno di tutto questo. Il dolmen. Si potrebbe discutere intorno a queste parole, convocare lo stregone o il fisico, fare venire le madri. Ma l’uomo lassù non ha finito. Non avrà mai finito… Tante pietre ed una sola torcia per avanzare, per vegliare.»

INFORMAZIONI E PROGRAMMA COMPLETO: facebook.com/events/s/i-fumi-della-fornace-festa-del/1007720479986984/

oggi alle 19: conferenza di presentazione de “i fumi della fornace” 2021

facebook.com/events/582986999337050/

_

antonio syxty incontra le edizioni volatili (di giorgiomaria cornelio e giuditta chiaraluce) e marilina ciaco

nuove partenze per *i fumi della fornace*

I fumi della fornace, nuove partenze

Il 14 maggio, alle ore 19, durante l’evento “Nuove partenze”, saranno annunciate delle importanti novità sulla festa di quest’estate. Oltre al tema della prossima edizione e alla call per artisti, saranno presentati i progetti di riqualificazione poetica e urbana che daranno nuova forma alla festa dei Fuochi della fornace. Per poterli finanziare si attiverà una campagna di crowdfunding.

L’evento sarà in presenza a Villa Potenza in Via Borgo Nicolò Peranzoni 113 (Macerata) e potrà anche essere seguito in streaming.

Interverranno: Giorgiomaria Cornelio, Valentina Compagnucci, Diana Caponi, Lucamatteo Rossi.

Per chi intende essere presente, nel rispetto delle normative anti COVID-19 sarà necessaria la prenotazione attraverso il link https://www.congerie.org/prenotazioni.

la festa della poesia “i fumi della fornace”, 27-29 agosto 2020 a valle cascia, nelle marche


Anteprima del programma della seconda edizione de I fumi della fornace – Festa della poesia 2020 (27, 28, 29 agosto, Valle Cascia)

27-28-29 AGOSTO, dalle 19:00 alle 20:00

-La Specie Storta. Un rito teatrale collettivo orchestrato da Giorgiomaria Cornelio e Lucamatteo Rossi

27 AGOSTO, dalle 22:00

-Due pezzi di teatro pandemico – Parte I
di Francesca Rossi Brunori; suono di Domenico Maria Mancini

-Cervi Volanti in dialogo
saranno presenti: Giuditta Chiaraluce, Giorgiomaria Cornelio, Carlo Selan, Andrea Franzoni, Nicola Passerini, Marilina Ciaco

Con quattro cartoline di:
Francesco Iannone, Angelo Ferracuti, Matteo Meschiari, Marco Giovenale

28 AGOSTO, dalle 22.00

-Due pezzi di teatro pandemico – Parte II
Di Francesca Rossi Brunori; suono di Domenico Maria Mancini

-Corrispondenze dalla villeggiatura: Corrado Costa

Saranno presenti le case editrici: Argolibri e Benway Series (Mariangela Guatteri)

Leggeranno: i “bimbi” di Valle Cascia, Lucamatteo Rossi, Valentina Lauducci.

29 AGOSTO, dalle 22:00

Bevano Est in concerto

MOSTRE
(27-28-29 AGOSTO, dalle 16:00)

Andrea Balietti, Ruben Boari, Riccardo Capitani, Loris Cericola, Cervi Volanti, Giuditta Chiaraluce, Lorenzo Conforti, Ivo Consalvi, Simone Doria, Giulia Gallo, Omero Affede, Andrea Luzi, Barbara Aliké Mancini, Giulia Pigliapoco, Ilaria Pranzetti, Susy Rastelli, Franco Scataglini, Eleonora Tanucci, Valentina Vallorani, Vittorio Zeppillo

PERFORMANCE
(28 AGOSTO, ore 21:00)

-La lavanda degli organi. Performance di Diana Caponi