“l’estrema fedeltà”. incontro con giuseppe garrera e le sue stanze delle meraviglie: percorsi letterari e artistici, collezionismo, trouvailles, materiali testuali, visivi, verbovisivi

L’ESTREMA FEDELTÀ

Incontro con Giuseppe Garrera e le sue collezioni di scritture, oggetti e materiali verbovisivi: un laboratorio (e un ‘delirio’) in presa diretta, lunedì 17 giugno, alle 17:30, all’UPTER, in via Quattro novembre 157, Roma, nel contesto del Corso “Verso dove? – Orientarsi nella poesia contemporanea”, a cura di Marco Giovenale e Valerio Massaroni.

Resoconto sugli ultimi inseguimenti e ritrovamenti: la figura di Giovanna Bemporad; le “voci” dei poeti (dunque dischi e incisioni nel sogno del corpo della poesia); il progetto degli anni Sessanta di fondare una “canzonetta d’autore” con il contributo di scrittori e poeti; gli orizzonti visivi e vocali delle scritture di Ilse Garnier e Giulia Niccolai; la sparizione per l’edificazione di una propria biografia sognata in Elsa Morante.

Verranno mostrati materiali rari, originali e ancora da indagare.

Giuseppe Garrera farà partecipare gli ascoltatori al suo laboratorio di collezionista e lettore, illustrando cosa sta inseguendo ora, in cosa si è imbattuto e quali fissazioni e desideri lo stanno dominando, quali viaggi di scoperta ha intrapreso e perché, mostrando in modo assolutamente concreto e oggettuale che in realtà le avventure di un lettore sono sempre peripezie e perlustrazioni nei reami dei propri sogni.

§

Giuseppe Garrera è musicologo, storico dell’arte e collezionista, coordinatore scientifico del Master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali della Business School del Sole 24 Ore.

La recente mostra al Wegil – Roma, L.go Ascianghi – Poeti a Roma. Resi superbi dall’amicizia, a sua cura (con Igor Patruno), è stata realizzata con suoi materiali fotografici, libri e dischi di e su Pasolini, Bertolucci, Caproni, Penna, Ungaretti, Moravia, Bassani, Gadda, Ortese, Morante, Rosselli, Ginzburg, Gatto, Maraini, Siciliano, Bellezza, Paris, per citarne solo alcuni (https://slowforward.net/2019/03/26/poeti-a-roma-resi-superbi-dallamicizia-al-wegil-roma-largo-ascianghi-5-dal-29-marzo/)

§

“L’ESTREMA FEDELTÀ” È EVENTO APERTO AL PUBBLICO
ingresso libero
lunedì 17 giugno 2019, ore 17:30
UPTER
via Quattro Novembre 157 – Roma

https://www.facebook.com/events/2344130785632735

 

[*] Immagine in alto:
BEN VAUTIER, Housse chaussette originale – S’adapte à tous les modèles
(Collezione Giuseppe Garrera)

foto da concreta – festapoesia (accademia d’ungheria), 5_ da una bacheca

foto da CONCRETA – FESTAPOESIA, Accademia d’Ungheria, aprile-maggio 2018
(https://slowforward.net/2018/04/29/concreta-festapoesia-mostrapoesia/)

foto di varie opere

 

(Collezione Giuseppe Garrera)

archivio libri d’artista: a milano dal 19 al 30 novembre

ARCHIVIO LIBRI D’ARTISTA / ARTIST’S BOOKS ARCHIVE
di Fernanda Fedi e Gino Gini
Palazzo Galloni – Alzaia Naviglio Grande 66 – 20144 Milano

19 – 30 novembre 2017

POESIA VISIVA
libri d’artista dagli anni Settanta al contemporaneo
Mostra dedicata a Carla Roncato – Galleria Libreria Derbylius Milano

Inaugurazione: domenica 19 novembre 2017 ore 11
Introduzione di Gino Gini sull’evoluzione della Poesia Visiva nel Libro d’Artista

In esposizione opere-libro appartenenti all’Archivio di artisti della Poesia Visiva che hanno collaborato con Derbylius: Adriano Accattino, Vincenzo Accame, Carlo Belloli, Mirella Bentivoglio, Gianfranco Baruchello, Irma Blank, Tomaso Binga, Ugo Carrega, Luciano Caruso, Sergio Cena, Betty Danon, Liliana Ebalginelli , Alberto Faietti, Fernanda Fedi, Gio Ferri, Giovanni Fontana, Kiki Franceschi, Gianni Gangai, Gino Gini, Arrigo Lora Totino, Lucia Marcucci, Stelio Maria Martini, Eugenio Miccini, Enzo Miglietta, Miles, Giulia Niccolai, Anna Oberto, Martino Oberto, Luca Patella, Michele Perfetti, Lamberto Pignotti, Sarenco, Luigi Tola, Rodolfo Vitone, Emilio Villa, William Xerra e Julian Blaine, Jean-François Bory, Gyorgy Galantai, Klaus Groh, Dick Higgings, Dieter Roth…

L’Archivio è aperto tutti i giorni su appuntamento
info: fernanda-fedi [at] tiscali.it
gino-gini [at]libero.it

novità dal premio pagliarani

ricevo e condivido questo comunicato ufficiale:

Il Premio Nazionale Elio Pagliarani, giunto alla sua terza edizione, è lieto di comunicare i nominativi dei finalisti per la sezione Poesia edita, Poesia inedita e Premio alla carriera.

Per la sezione Poesia edita, queste le raccolte finaliste dell’edizione 2017 del premio Nazionale Elio Pagliarani: Primine di Alessandra Carnaroli (Edizioni del Verri), La primavera fa ridere i polli di Michelangelo Coviello (Edizioni del Verri), Strettoie di Marco Giovenale (Arcipelago Itaca), Controlli di Rosaria Lo Russo (Mille gru), Esercizi di vita pratica di Gilda Policastro (Edizioni Prufrock spa) e Power Pose di Michele Zaffarano (Edizioni del Verri).

La Presidente ha ammesso alla finale sei raccolte in quanto due di esse hanno avuto lo stesso punteggio in quinta posizione.

Per la sezione Poesia inedita, le raccolte finaliste sono: Laddove dovresti cominciare a cadere di Gianluca Garrapa, Archivio privato di Simone Marcelli e Il libro dei liquidi di Irene Santori.

Quest’anno il Premio alla carriera è attribuito a Carlo Bordini.

Presidente onorario per tutte le sezioni, per l’edizione 2017 del Premio, Giulia Niccolai, premio alla carriera nella seconda edizione del premio.

I vincitori delle varie sezioni, edita, inedita e progetti di traduzione, saranno proclamati il 6 novembre, nel corso della cerimonia di premiazione che si terrà presso il Teatro Argentina di Roma.

Il premio è una delle attività dell’Associazione letteraria Elio Pagliarani dedicata allo studio della poesia contemporanea.

Il Premio Nazionale Elio Pagliarani, nato nel 2015, ha per scopo il promuovere e valorizzare, nello spirito sperimentale del poeta, la scrittura poetica e la ricerca letteraria che dimostrino qualità creative ed espressive originali nell’innovazione linguistica.

Altre informazioni nel sito http://www.premionazionaleeliopagliarani.it

la repubblica dei poeti: domenica 10 settembre a bazzano (parma)

Domenica 10 settembre 2017 ore 18:00
Museo Uomo Ambiente – Bazzano (PR)

► Presentazione delle nuove acquisizioni video
I FESTIVAL DI POESIA a PARMA 1986 – 2008
► Presentazione del libro
ENZO MINARELLI IL POLIPOETA di Renato Barilli
► POESIA IN AZIONE
di ENZO MINARELLI

Dal 2008, data del festival Gli anni del Mulino, curato da Daniela Rossi e organizzato dal Museo Uomo Ambiente, ogni anno si tiene una giornata dedicata alla poesia a Bazzano, dove abitarono i poeti Corrado Costa, Adriano Spatola e Giulia Niccolai nel Mulino di Bazzano, sede di case editrici e di incontri dei più noti poeti della neoavanguardia.
In questi anni è nato anche l’ archivio video La Repubblica dei poeti, frutto della Donazione dei materiali di Daniela Rossi, dei video di festival internazionali di poesia, grandi poeti, incontri e manifestazioni.
Quest’ anno, domenica 10 settembre alle18.00, al Museo Uomo Ambiente, verranno presentate le ultime novità dell’ archivio, i video dei quattro festival internazionali tenutisi a Parma dagli anni ’80 e diretti da Daniela Rossi. Inizia così la sezione dedicata alla poesia a Parma, dai numerosissimi e preziosi materiali raccolti in trent’ anni di festival nella nostra città.
All’ evento parteciperà il poeta, artista visivo e performer Enzo Minarelli, che frequentò il Mulino e i suoi poeti e presenterà il libro recentemente pubblicato ” Enzo Minarelli il polipoeta” a cura di Renato Barilli
In occasione del trentennale del manifesto della Polipoesia di Minarelli (Valencia 1987), il poeta eseguirà una performance dal suo repertorio di poesia sonora.

Info:
www.museouomo-ambiente.it

25 giugno, a farini (presso piacenza), inaugurazione di “visibile traccia”, progetto di william xerra, con testi di 9 autori

un articolo qui:
http://www.piacenzasera.it/app/document-detail.jsp;?id_prodotto=80312

nasce su “linus” la rubrica ‘visti dai faccioni’

Il numero di maggio 2017 di Linus inaugura una nuova rubrica: ‘visti dai faccioni’ .
In ogni numero, a partire appunto da questo, verranno pubblicati testi di poeti contemporanei, e i disegni / opere di Eva Macali

In questo numero i Frisbee di Giulia Niccolai.

L’ensemble Faccioni è composto da  Eva Macali, Marco Giovenale, Lidia Riviello e Silvia Tripodi

http://www.baldinicastoldi.it/libri/linus-maggio-2017/