Archivi tag: Francesco Muzzioli

21 settembre: presentazione de “il remo di ulisse”, sull’opera poetica di luigi ballerini

Martedì 21 settembre, alle ore 18:00
sulla piattaforma Meet, all’indirizzo
meet.google.com/bvm-ttpj-mhw

nel contesto della rassegna della Biblioteca Pagliarani
Un autore, un libro

presentazione della raccolta di interventi
Il remo di Ulisse

Saggi sulla poesia e la poetica di Luigi Ballerini

(Marsilio, 2021)

Il volume, curato da Ugo Perolino, è ricco dei contributi di alcuni fra i più importanti critici letterari contemporanei: Cecilia Bello Minciacchi, Stefano Colangelo, Federica Santini, Beppe Cavatorta, Charles H. Traub, Giorgio Patrizi, Gianluca Rizzo, Francesco Muzzioli, Tommaso Pomilio, Giulio Ferroni e Vincenzo Frungillo.

Interventi di
Ugo Perolino, Maria Grazia Calandrone ed Eugenio Gazzola

Incontro a cura di
Cetta Petrollo e Lia Pagliarani

*

La recente riedizione di eccetera. E, uscito in prima battuta nel 1972, e il recentissimo – e tuttora inedito – Divieto di sosta confermano la posizione di rilievo che l’opera poetica di Luigi Ballerini occupa nel quadro della poesia italiana tra secondo Novecento e nuovo millennio. Lucido esempio di fedeltà alle ragioni linguistiche della poesia di ricerca, e dunque erede consapevole di quella fertile stagione che si conviene chiamare «sperimentale» o «neoavanguardistica», Ballerini affronta con ironia e furore il problema di un’appropriazione non indebita e non incauta di quella discendenza, declinando al contempo, e secondo articolazioni neoepiche, le esigenze di una sconcertante contemporaneità. In questa monografia critica, all’indagine accurata delle ascendenze e delle fonti (da Ezra Pound a Wallace Stevens, da Guido Cavalcanti a Elio Pagliarani e Alfredo Giuliani, fino alle gag dei comici dell’avanspettacolo) si affiancano analisi accurate delle alchimie lessicali e sintattiche attraverso le quali Ballerini conduce un’emozionante lotta per la riabilitazione dell’espressione poetica e del suo potere comunicativo.

meet.google.com/bvm-ttpj-mhw

_

martedì 11 maggio: nuova sessione di twentytwenty extended conference

Martedì 11 maggio 2021, alle ore 18:00, si terrà una nuova sessione di TwentyTwenty Extended Conference, con:

Cecilia Bello Minciacchi (chair),

Francesco Muzzioli (Università di Roma Sapienza), Dei giudizi e delle scelte

Patrycja Polanowska (Uniwersytet Warszawski), Le ultime poesie di Milo De Angelis

Tutti gli incontri si terranno sulla piattaforma Microsoft Teams, a cui sarà sempre possibile accedere tramite questo link. Il link sarà sempre disponibile anche sulla pagina web del convegno. È possibile scaricare gratuitamente l’app Teams sul computer, oppure accedere tramite browser (Google Chrome).

È possibile consultare il programma e la descrizione dettagliata del progetto alla pagina del convegno.

A cura di Giulia Bassi e Stefano Milonia

poesia e narrativa devono essere sperimentali?

da un’intervista a Francesco Muzzioli, in “versodove”, n. 19, sett. 2018:

D: Ritieni che la poesia, ma anche la narrativa, debbano essere manifestamente sperimentali per poter aver ascolto critico oggi?

R: Fermiamoci un attimo sul termine “sperimentalismo”, sul quale grava un controverso dibattito: c’è chi sostiene una divaricazione tra avanguardia e sperimentalismo in favore dell’avanguardia (solo i gruppi di avanguardia sarebbero radicalmente antagonisti, mentre gli sperimentatori isolati sarebbero più moderati e rientrerebbero facilmente nel seno dell’evoluzione letteraria) e chi sostiene una netta divaricazione a favore dello sperimentalismo (solo gli sperimentatori farebbero opere valide, mentre i gruppi di avanguardia farebbero solo progetti-proclami e testi insignificanti proprio perché rigidamente dipendenti da quelli). Per me “avanguardia” e “sperimentalismo” sono sostanzialmente sinonimi, sperimentalismo non è che la definizione della testualità dell’avanguardia.
Ovviamente, il termine “sperimentalismo” va depurato da qualsiasi pretesa di scientificità: non si tratta di mero meccanismo (inserito il materiale nel procedimento si ottiene il testo), bensì di ricerca inesausta, non garantita in alcun modo. Un simile sperimentalismo consente di comprendere nell’avanguardia anche gli sperimentatori isolati, non inseriti negli organigrammi, marginali o espulsi dai raggruppamenti ufficiali, e però dotati di forte radicalismo. Cosi può accadere di considerare Lucini e Palazzeschi più avanguardisti dello stesso Marinetti, di valutare non solo Breton ma anche Artaud, di inserire nel novero dei “fari” figure come Brecht, Joyce, Beckett e altri, la cui ricerca (chiamiamola così, con un altro termine equivalente di sperimentazione) possiede caratteri “singolari” decisamente importanti.
Dopo questa lunga ma necessaria premessa, vengo alla risposta. La risposta è sì. I testi sperimentali sono, a parer mio, gli unici testi letterari degni oggi di questo nome, gli unici che valga la pena di leggere e di cui occuparsi in sede critica. Sono gli unici testi che si muovono, che danno “segnali di vita”. Se poi con l'”ascolto” s’intende quello delle case editrici, la prospettiva della pubblicazione, allora capisco che la risposta è no: per un aspirante narratore che si rivolge speranzoso all’editore, nella maggior parte dei casi una tecnica sperimentale è altamente sconsigliabile…

20 novembre, roma, università la sapienza: presentazione di “tutte le poesie” di vito riviello

La Sapienza, piazzale Aldo Moro 5

“tutte le poesie” di elio pagliarani: presentazione alla bnc il 13 novembre

mercoledì 13 novembre alle ore 17
Roma, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala 1
ELIO PAGLIARANI, TUTTE LE POESIE (1946-2011)
a cura di Andrea Cortellessa (il Saggiatore 2019)
saluti di Eleonora Cardinale, Biblioteca Nazionale Centrale
introduce Cetta Petrollo Pagliarani
intervengono MARIANNA MARRUCCI, FRANCESCO MUZZIOLI e TOMMASO
OTTONIERI, letture di SARA VENTRONI

14-15 maggio, roma: iniziative per luigi malerba

pdf del programma: https://slowforward.files.wordpress.com/2018/05/malerba-14-maggio-pdf.pdf

“per emilio villa / 5 referti tardivi”, di ugo fracassa: presentazione a roma, 10 dicembre

Presentazione del volume per Emilio Villa / 5 referti tardivi di Ugo Fracassa (Lithos, 2015)
*
Biblioteca Vallicelliana (Roma, Via della Chiesa Nuova, 18), giovedì 10 dicembre, ore 17:30
intervengono Ugo Fracassa, Francesco Muzzioli e Aldo Tagliaferri
_______________________________________________________________________________________

A cento anni dalla nascita di Emilio Villa …

>> … continua qui

_

gianni toti: tutti i versi

Onyx Ebook – Le reti di Dedalus – La Casa Totiana annunciano un vero evento di editoria elettronica: la pubblicazione dell’ebook di Gianni Toti Tutti i versi che contiene la sua intera opera poetica (edita in vita), che era ormai completamente scomparsa dal mercato librario. Questo ebook della dimensione di un Meridiano a cura e con introduzione critica di Francesco Muzzioli e con un saggio di Silvia Moretti, costituisce un fondamentale contributo per la rilettura e per la riscoperta della straordinaria ricerca poetica totiana, e cade giusto nel novantesimo anniversario della nascita del grande autore e poliartista romano (1924-2007).

http://www.onyxebook.com/toti-tutti-i-versi/

free download – formato epub

_

serata unica per pagliarani: a roma il 31 marzo, teatro vascello

a Roma, lunedì 31 marzo, alle ore 21:00,
presso il Teatro Vascello
(via Giacinto Carini 78)

in occasione dell’uscita di

Elio Pagliarani, Tutto il teatro

a cura di Gianluca Rizzo (Marsilio)

SERATA UNICASERATA UNICA

un evento speciale a cura di

Simone Carella

 letture recitate con la partecipazione di

Walter Pedullà, Cetta Petrollo, Luigi Ballerini, Andrea Cortellessa, Vincenzo Ostuni, Francesco Muzzioli, Tommaso Ottonieri, Luca Archibugi, Luciano Mazziotta, Lidia Riviello, Gilda Policastro, Maria Grazia Calandrone, Sara Ventroni, Laura Cingolani e Fabio Lapiana, Manuela Kustermann, Alessandra Vanzi, Patrizia Bettini, Marco Solari, Patrizia Sacchi, Carola De Berardinis, Federico Pacifici, Massimo Napoli, Veronica Zucchi, Guidarello Pontani, Luigi Rigoni, Canio Loguercio, Alessandro D’Alessandro, Areta Gambaro, Luca Venitucci

serata a ingresso libero e in diretta streaming su www.docstation.org

_

a roma, il 13 marzo, presso la biblioteca vallicelliana, “dal rumore bianco”, di mariano baino

A Roma, mercoledì 13 marzo 2013, alle ore 17:00
presso la Biblioteca Vallicelliana
(Piazza della Chiesa Nuova, 18)

presentazione del libro

DAL RUMORE BIANCO

di Mariano Baino

(Ad est dell’equatore, 2012)

Intervengono
Cecilia Bello Minciacchi, Massimiliano Manganelli, Francesco Muzzioli

_

a Roma, stasera: Carla Vasio


OGGI, 18 ottobre: “Presenza del testo”: le edizioni Oèdipus a Roma, da Empiria

presso la Libreria Empiria
(Roma, via Baccina 79)

OGGI, martedì 18 ottobre, alle ore 18:30

“Presenza del testo”

Una lettura di poesie, e un’occasione di confronto.

Con
Cecilia Bello Minciacchi, Francesco G. Forte, Marco Giovenale, Giovanna Marmo,
Giulio Marzaioli, Francesco Muzzioli, Vincenzo Ostuni, Ivan Schiavone, Ferdinando Tricarico

Su faceboook :
https://www.facebook.com/event.php?eid=125286254242431

*


Oèdipus nasce nel 1997 per farsi testimone dei percorsi nuovi e, non di rado, sperimentali sui quali si sono incamminati nel nostro paese i linguaggi della poesia e narrativi. Accompagnano tale vocazione lo speciale interesse per testi rari e (ancora) nascosti, ed una inclinazione verso la ricerca storico-culturale. C’è anche, in bella evidenza, l’adesione a temi e motivi espressi dalle lettere e dalla cultura latinoamericane, insieme alla (più audace) decisione di mantenere viva l’attenzione sulla drammaturgia, non solo nazionale. Oèdipus pubblica 15-18 titoli in un anno e Lo stato delle cose, periodico di pensiero critico e scritture.

Oèdipus
http://www.oedipus.it

*

Empirìa
http://www.empiria.com