Archivi tag: filosofia

esce il nuovo numero di ‘container’ – osservatorio intermodale di [dia•foria

La rivista CONTAINER – osservatorio intermodale esce con il secondo numero (B). Dopo due anni di lavori, covid compreso, finalmente vede la luce una pubblicazione ancora più ricca e articolata della precedente. Sono state inaugurate al suo interno nuove rubriche per permettere di ordinare al meglio la multifocalità di queste 84 vulcaniche pagine. Si va dalla critica letteraria, alle arti visive, passando per glossolalia, Carmelo Bene, Adriano Spatola, pornografia e critica radicale.

Caratteristiche tecniche:

Formato chiuso a doppia piegatura: 165×310 mm.
Formato chiuso: 330×310 mm.; formato apero: 660×310 mm.
Pagine: 84
Stampa: b/n
Prezzo: euro 15,00
[dia•foria, 2022

La rivista è divisa in quattro fascicoli, e si pregia anche per questo numero di un nutrito laboratorio dedicato alle traduzioni (tutte prime italiane). Può essere richiesta direttamente all’indirizzo: info@diaforia.org

http://www.diaforia.org/diaforiablog/2022/10/05/container-b-osservatorio-intermodale/

derrida today

http://derridatoday.com.au/journal/

https://www.euppublishing.com/loi/drt?expanded=vdrt-1

fondazione primoli: visioni francesi. qual è la differenza del pensiero francese? il pensiero delle donne

6 aprile – 4 maggio

Alla FONDAZIONE PRIMOLI
(Roma)

Visioni francesi / visions françaises. Qual è la differenza del pensiero francese? Il pensiero delle donne

Ciclo a cura di FRANCESCA BREZZI e MARIA SERENA SAPEGNO

Locandina / Programma

Il pensiero femminile o pensiero della differenza sessuale ha fatto irruzione nella temperie del pensiero novecentesco, caratterizzato dall’ardua fatica di pensare la differenza: differenza di culture, di ideologie, di etnie, di lingue e di religioni, che rinviano ad una complessità crescente del panorama teoretico.
La riflessione delle donne sulla differenza sessuale ha generato un sapere nuovo, un parlare diverso, una riflessione in precario equilibrio tra un dire e un detto, tra parola e silenzio. Contro il logos totalitario ed unificante si è fatto strada un nuovo soggetto e lo spazio per una ragione anche frammentaria inquieta, balbettante, critica e discontinua, da sempre trattenuta nei silenzi o nelle pieghe nascoste del Sapere, ma presente anche nel mito e nella tragedia, nella metafora e nella fantasia, ragione che parla delle donne e pone inquietanti domande.
Giustamente una studiosa Susan Moller Okin parla del “prisma dell’appartenenza sessuale” per indicare non solo una ricca produzione bibliografica, ma anche un arcipelago di posizioni, appunto un prisma, di grande originalità e forza che può confrontarsi paritariamente con la tradizione filosofica. Pertanto è significativo indagare il pensiero femminista all’inizio del terzo millennio, e proponiamo tre figure, Simone de Beauvoir, Françoise Collin, Catherine Malabou.

Mercoledì 6 aprile
Marisa Forcina (Università del Salento)
Fina Birulés (Universitat de Barcelona)
Françoise Collin, una filosofa femminista

Mercoledì 4 maggio
Gabriella Baptist (Università di Cagliari)
Angiola Iapoce (psicoanalista)
Catherine Malabou: trauma e ricostruzione dell’esistenza

Tutti gli incontri si svolgono alle ore 18.

L’evento sarà trasmesso anche in streaming (6 aprile – 4 maggio).

Per accedere sarà necessario esibire il Green Pass rafforzato.
Info: eventi@fondazioneprimoli.it

*

FONDAZIONE PRIMOLI
Via G. Zanardelli 1, Roma
tel. 06.68801136 / 06.68801827

a firenze, “teatro e filosofia”, 21 marzo @ aics / nuova buonarroti

.

wittgenstein in free download

link all’articolo:
https://www.artribune.com/editoria/libri/2022/01/ludwig-wittgenstein-open-source-wikimedia/

download:
https://www.wittgensteinproject.org/w/index.php?title=Project:All_texts

_

mario perniola: “tiresia contro edipo. vite di un intellettuale disorganico”

Sandro Ricaldone

MARIO PERNIOLA
Tiresia contro Edipo
Vite di un intellettuale disorganico
a cura di Enea Bianchi
Il Melangolo, 2021

La prossima settimana uscirà l’autobiografia postuma di Mario Perniola per Il Melangolo.

Un testo che raccoglie gli ultimi e drammatici sforzi intellettuali di un filosofo che si è improvvisamente ritrovato con poco più di un anno di vita. A partire dal novembre 2016 Mario Perniola inizia ad aprirsi e ad aprire gli angoli più intimi della propria esistenza, modellando e ricombinando contesti geografici, avventure erotiche, teorie estetiche, aneddoti e amicizie. 86 intensi capitoli in cui arte, letteratura e vita si danno come una cosa sola, “in guerra con il mondo intero ma a cuor leggero”.

mario perniola: autobiografia

1 giugno, webinar su operaviva magazine

Martedì 1 giugno, ore 18:00 – Un incontro webinar su OperaViva Magazine. Con Alfonso Amendola, Nicolas Martino, Ilaria Bussoni, Viviana Vacca, Giovanna Chicca Ferrara, Peppe Il Console.

Per seguire l’incontro: https://urly.it/3d762 
(si accede con Microsoft Teams)

“estetica. uno sguardo-attraverso”, di emilio garroni

Torna finalmente in stampa Estetica. Uno sguardo-attraverso.

La nuova edizione del testo, arricchita da una bella e importante introduzione di Stefano Velotti, inaugura la nuova collana di Estetica “Guardare attraverso”, diretta da Dario Cecchi per Castelvecchi editore.

Non si tratta, semplicemente, di un omaggio a un grande maestro. Ancora oggi, a distanza di quasi trent’anni dalla sua pubblicazione, Estetica. Uno sguardo-attraverso rappresenta infatti un punto di riferimento imprescindibile per tutti gli studiosi di estetica. Un testo che merita di essere letto, riletto, studiato e discusso.

(facebook.com/story.php?story_fbid=10157686781982212&id=644982211)

esce la nuova edizione di “estetica. uno sguardo-attraverso”, di emilio garroni: giornata di studi

https://fb.me/e/20XWxnGcL

https://uniroma1.zoom.us/j/82855739201?pwd=ZHJ6bTBXR0dFUXRxOE16eVB4Rlp4Zz09

20 novembre: presentazione di “avere. sulla natura dell’animale loquace”, di paolo virno

Venerdì 20 novembre, ore 18, in diretta streaming su DINAMOpress

LUM presenta:

Avere. Sulla natura dell’animale loquace (ed. Bollati Boringhieri)

di Paolo Virno

Ne discutono con l’autore:

Marco MazzeoFrancesca PiazzaFrancesco Raparelli

***

Il verbo avere risiede al cuore del nostro linguaggio. Diciamo continuamente che gli esseri umani hanno pensieri, desideri, dolori, esperienze, beni, paure. Ma che cosa intendiamo? Quali implicazioni nascondono queste frasi così familiari? Ce lo spiega Paolo Virno, che partendo dal verbo avere ci guida in un viaggio denso e suggestivo all’interno della natura del linguaggio, chiave privilegiata per comprendere poi quella dell’uomo. Muovendo da una verità fondamentale: chi possiede qualcosa non è mai un tutt’uno con la cosa posseduta. Se anzi possiamo avere qualcosa, è proprio perché non siamo quella cosa. L’animale umano non coincide mai del tutto con l’insieme di facoltà, disposizioni ed esperienze che possiede, e che lo distinguono dagli altri viventi. Questa «scissione» ci consente di riflettere su noi stessi, su ciò che pensiamo e facciamo, e di avere quindi una coscienza. Ma anche di essere liberi: non essendo un tutt’uno con la nostra vita, né con nessuna delle nostre capacità, possiamo decidere che cosa farne. Abbandonare ciò in cui non ci riconosciamo più, e desiderare ciò che non abbiamo ancora – un amico intimo, un lavoro più gratificante, una comunità di cui sentirci parte. Proprio perché l’uomo partecipa di molte cose (pensieri, progetti, relazioni) senza coincidere con nessuna di queste, il verbo avere è il termine che incarna perfettamente la sua natura relazionale, sempre in comunicazione con l’altro da sé. E Virno è maestro nel raccontare le tante voci di questo dialogo.

fabio mauri: “l’esperimento del mondo” @ galleria nazionale, roma, 28 novembre

L’esperimento del mondo. Mistica e filosofia nell’arte di Fabio Mauri

Mercoledì 28 novembre 2018, ore 17:30
Roma, Galleria Nazionale, Sala delle Colonne
Ingresso libero

Intervengono, in dialogo con l’autore: Fabio Benzi, Furio Colombo, Andrea Cortellessa, Paolo D’Angelo

Modera:
Nicolas Martino

“L’enigma dell’arte racchiude in sé quello del mondo,
però lo rende formalmente praticabile.”
“L’arte è inverosimile come l’esistenza: sono pari.”
Fabio Mauri

celan / heidegger / libreria stendhal / roma / 28 settembre

https://www.facebook.com/librairiefrancaiserome/

_

fragments from martino oberto’s “anaphilosophia”, translated into english by peter carravetta

pdf here: http://www.petercarravetta.com/wp-content/uploads/2013/02/Oberto-ANAPHILOSOPHIA.pdf

foucault in rete

da

http://www.alfabeta2.it/2014/01/02/foucault-in-rete/

a

matfouc

http://www.materialifoucaultiani.org/

_