10 giugno, milano, mudima: conceptual writing


Reframing, Uncreativity, Unoriginality sono alcune delle modalità compositive che caratterizzano la conceptual writing, un movimento letterario sperimentale ancora in formazione, attivo principalmente nel mondo anglosassone, e in grado di dialogare con sistemi solo apparentemente lontani da quello più strettamente letterario.
Anziché proporre delle definizioni, questo libro segue l’andamento dei fenomeni associati alla scrittura concettuale contemporanea e alle sue interazioni con altri modelli espressivi: dai debiti verso le sperimentazioni della scrittura di ricerca e della poesia concreta fino alle relazioni con l’arte concettuale della seconda metà del Novecento.
Cinque conversazioni con i principali protagonisti della conceptual writing, Kenneth Goldsmith, Craig Dworkin, Nick Thurston, Christian Bök, Derek Beaulieu chiudono il volume affrontando la sfida lanciata dalle diverse logiche che regolano il sistema di testualità diffuso oggi attraverso i social networks e forme mediali più o meno innovative.

facebook.com/events/479131069495333/

http://www.ilverri.it/index.php/le-collane/collana-blu/conceptual-writing-1-detail

_

festapoesia concreta (accademia d’ungheria in roma, 21 apr. – 5 mag. 2018): i materiali verbovisivi e l’incontro del 2 maggio

C O N C R E T A – FESTAPOESIA

21 aprile – 6 maggio

Accademia d’Ungheria in Roma
via Giulia 1

da un’idea di Giuseppe Garrera, István Puskás e Sebastiano Triulzi.
in collaborazione con Lorenzo de’ Medici The Italian International Institute
https://www.facebook.com/events/2110818065815317/

 

Quest’anno l’edizione di UrbsArt è dedicata alla lingua e alla poesia nelle sue varie forme: il 21 aprile 2018 inaugura il festival di poesia e musica CONCRETA-FESTAPOESIA. Una grande mostra, e ogni venerdì e sabato incontri di poesia (poeti dall’Ungheria, dall’Italia, dalla Svezia, dalla Norvegia, dalla Slovacchia, dalla Francia, dalla Germania, dalla Finlandia, dalla Polonia, dalla Repubblica Ceca, dagli USA), arte (esposizioni e omaggi monografici) e musica (concerti d’avanguardia e di ricerca sonora e visiva). Continue reading

scritti critici inediti di sanguineti, nelle edizioni del verri

Una serie di scritti critici di
Edoardo Sanguineti apparsi su varie testate
dal 1948 fino al 1965 e mai più riproposti in
altra sede. Si trovano le primissime recensioni
a libri e film di un Sanguineti neppure
ventenne pubblicate su riviste come “Sempre
Avanti!”, “Numero” e “il verri”, che si
arricchiscono di contributi più tardi dedicati
da Sanguineti a Foscolo, Kafka, Landolfi,
all’estetica di Tolstoj, alle traduzioni dallo
spagnolo di Ungaretti. Tra queste carte disperse
e ora ritrovate si legge anche una
breve ma fondamentale recensione a “Come
si agisce” di Nanni Balestrini uscita su “marcatré”
nel 1963 oltre al resoconto dello
storico incontro del gruppo 63 a Palermo,
pubblicato anonimo e ora qui attribuito a
Sanguineti in modo inequivocabile dai curatori
Gian Luca Picconi e Erminio Risso.
Il volume si conclude con una serie di saggi
critici di Surdich, Rodda, Morando, Lorenzini,
Zublena e Ottonieri che si confrontano con la
figura di Sanguineti storico della letteratura
a partire proprio dal materiale bibliografico
qui riproposto

http://www.ilverri.it/index.php/le-collane/collana-blu/edoardo-sanguineti-e-il-gioco-paziente-della-critica-detail

milano, 10 marzo: “power pose”, di michele zaffarano, alla libreria popolare

A Milano, sabato 10 marzo, alle ore 17:30
presso la Libreria popolare
(Via Tadino 18)

Presentazione:

POWER POSE

di Michele Zaffarano

edizioni del verri, 2017

Con l’autore intervengono
Paolo Giovannetti e Gian Luca Picconi

Modera:
Barbara Anceschi

Evento Facebook

20 febbraio: “il verri” festeggia le edizioni del verri

Martedì 20 febbraio, ore 18:30, alla mudima, via Tadino 26, Milano
Buon compleanno Luciano Anceschi. il verri festeggia le edizioni del verri
Introducono Nanni Balestrini e Milli Graffi
Interventi di: Daniele Giglioli e Paolo Zublena

gian luca picconi recensisce “power pose”

https://www.alfabeta2.it/2017/12/15/michele-zaffarano-potere-della-prassi/

Il nuovo libro-poemetto di Michele Zaffarano, Power Pose, si apre su due testi in corsivo, a introduzione di 66 lasse in tondo scandite in sei sezioni numerate progressivamente. Si tratta di un raffinato oggetto editoriale, come sempre i libri del verri, impaginato secondo una struttura […]

continua qui