2 testi di corrado costa (da “the complete films”) e 1 nota

 

*

aggiungo solo una nota, ricordando che Corrado Costa purtroppo muore proprio all’inizio degli anni Novanta, esattamente nel ’91.

cosa sarebbe stata la poesia o meglio ancora la scrittura di ricerca in Italia già negli anni Novanta se Costa non fosse scomparso a inizio decennio, se non fosse stato così appartato, se fosse stata, la sua, una linea editorialmente privilegiata o anche soltanto considerata, ascoltata, dalle grandi case editrici e/o dai piccoli gruppi e dalle piccole riviste?

ho un’ipotesi di risposta: un certo tipo di poesia e di scrittura si sarebbe manifestata per tempo, prima. sarebbe stata riconosciuta prima. avrebbe avuto attenzioni editoriali diverse e si sarebbe presentata con spalle più solide all’inizio del nuovo secolo. sarebbe sembrato logico quello che in alcuni libri – a partire da quelli di Costa – stava accadendo almeno dagli anni Settanta.

si sarebbe verificato in Italia quello che giusto in quegli anni stava capitando in Francia. ci sarebbe stata sintonia con autori molto giovani, con le loro riviste e opere e ricerche.

non sarebbe stato necessario aspettare il 2006 per trovare sintonia, synchronicity, dialogo, e vedere tradotte certe opere. (non solo dal francese ovviamente).

nel deprimente contesto nell’ultimo decennio del millennio scorso, forse il solo scrittore in Italia avvicinabile a Costa, e anche lui molto indipendente ed isolato, è stato – io credo – Carlo Bordini.

_

“una musa indiscreta”. per emilio villa

http://tysm.org/emilio-villa-leclettico-verbovisivo/

La raccolta UNA MUSA INDISCRETA – Quattro testi su Emilio Villa  (Archimuseo Adriano Accattino, edizione. f. c.) riunisce interventi dedicati al poeta clandestino nell’ambito del Convegno ‹‹I Verbovisionari. L’altra avanguardia tra sperimentazione visiva e sonora ››, tenutosi alla Scuola Normale Superiore di Pisa, il 24 e 25 novembre 2016. Percorsi paralleli che, pur nei differenti approcci dei singoli autori in ambiti di ricerca consonanti, ci consegnano una pluralità di rimandi e intrecci dell’eclettico multiverso villiano.

a bologna: una mostra dedicata a rosanna chiessi

Istituzione Bologna Musei | MAMbo Museo d’Arte Moderna di Bologna,
Comune di Reggio Emilia Biblioteca Panizzi e l’Archivio Pari&Dispari
invitano alla mostra

Rosanna Chiessi. Pari&Dispari
A cura di Lorenzo Balbi

Il MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna prosegue nella programmazione espositiva dello spazio Project Room, dedicato a una ricognizione di protagonisti e vicende tra le più significative per la storia artistica del territorio, presentando un focus dedicato a Rosanna Chiessi, a cura di Lorenzo Balbi e organizzato in collaborazione con l’ Archivio Storico Pari&Dispari – Rosanna Chiessi e Comune di Reggio EmiliaBiblioteca Panizzi.

le nostre posizioni / independent project / gammm

“LE NOSTRE POSIZIONI” / CORRADO COSTA = https://goo.gl/bFCcKJ = http://gammm.org/index.php/2018/05/10/da-le-nostre-posizioni-corrado-costa-2018-1972/ = https://issuu.com/benwayseries/docs/anteprima_corrado_costa__le_nostre_

“OUR POSITIONS” / CORRADO COSTA = https://goo.gl/9MpT3j = http://gammm.org/index.php/2018/05/10/da-le-nostre-posizioni-corrado-costa-2018-1972/ = https://issuu.com/benwayseries/docs/amnteprima_corrado_costa__our_posit

esce, per benway series, “le nostre posizioni”, di corrado costa

forse il libro italiano più incisivo (o che sarebbe stato incisivo se
non fosse comparso in Italia) del secondo Novecento:

Corrado Costa,
Le nostre posizioni = Our Positions
English translation by Paul Vangelisti.
Colorno : Tielleci, 2018. – 144 p. ; 19,5 cm.
(Benway Series ; 11).

now on line: ​rosanna chiessi, historical archive pari&dispari / ora in rete: rosanna chiessi, archivio storico pari&dispari

http://www.pariedispari.org/news/pubblicato-larchivio-storico-fotografico-pari-e-dispari

http://panizzi.comune.re.it/Sezione.jsp?idSezione=2802