oggi mariangela guatteri allo studio campo boario: “tecniche di liberazione”

OGGI, venerdi 30 novembre 2018
alle ore 18 @ Studio Campo Boario
(Roma, Viale Campo Boario 4a)

una conversazione con
Arturo Mazzarella, Brunella Antomarini, Marco Giovenale, Mariangela Guatteri

su

Mariangela Guatteri,
Tecniche di liberazione = Techniques de libération

Traduction française: Michele Zaffarano.
Colorno : Tielleci, 2017. – 152 p. : ill. ; 19,5 cm.
(Benway Series ; 10).

https://benwayseries.wordpress.com/2017/11/04/mariangela-guatteri-tecniche-di-liberazione-techniques-de-liberation-benway-series-10/

comunicato stampa:
https://slowforward.files.wordpress.com/2018/11/comunicato-stampa-tecniche-di-liberazione-2.pdf

evento facebook:
https://www.facebook.com/events/983698245165322/

30 novembre, studio campo boario: mariangela guatteri, “tecniche di liberazione”

Roma, venerdi 30 novembre 2018
alle ore 18 @ Studio Campo Boario
(Viale Campo Boario 4a)

una Conversazione con
Arturo Mazzarella, Brunella Antomarini, Marco Giovenale, Mariangela Guatteri

su

Mariangela Guatteri,
Tecniche di liberazione = Techniques de libération

Traduction française: Michele Zaffarano.
Colorno : Tielleci, 2017. – 152 p. : ill. ; 19,5 cm.
(Benway Series ; 10).

https://benwayseries.wordpress.com/2017/11/04/mariangela-guatteri-tecniche-di-liberazione-techniques-de-liberation-benway-series-10/

comunicato stampa:
https://slowforward.files.wordpress.com/2018/11/comunicato-stampa-tecniche-di-liberazione-2.pdf

evento facebook:
https://www.facebook.com/events/983698245165322/

19 dicembre: “una cartografia del non-simbolico”, presentazione alla fondazione baruchello

a Roma, martedì 19 dicembre 2017, alle ore 18:00
presso la Fondazione Baruchello,
Via del Vascello, 35

Presentazione del libro
Una cartografia della tecno-arte. Il campo del non simbolico

di Vincenzo Cuomo

Sarà presente l’autore, in conversazione con

Daniela Angelucci, Arturo Mazzarella, Carla Subrizi

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

La Fondazione Baruchello ospita la presentazione del libro appena pubblicato da Cronopio. L’autore introdurrà il testo. Seguirà una conversazione con Daniela Angelucci (Università di Roma Tre), Arturo Mazzarella (Università di Roma Tre) e Carla Subrizi (Università La Sapienza). Il libro, sulla base di alcune radicali tesi antropo-ontologiche, delinea una cartografia delle sperimentazioni tecno-artistiche novecentesche e contemporanee attraverso le nozioni-campo di crudeltà, metamorfosi, ibridazione, sensazione, immersione, vuoto. L’obiettivo esplicito è quello di descrivere con ciò l’emergere di un campo generale del “non-simbolico” in grado di interpretare non solo il senso di queste sperimentazioni artistiche ma anche quello delle trasformazioni in atto nelle forme di vita umane.

Scarica qui il comunicato stampa.

Fondazione Baruchello / website: fondazionebaruchello.com

venerdì 9 giugno, incontro su “cercando la poesia perduta”, di luca vaglio

https://www.facebook.com/events/1942443635991414/

a Roma, venerdì 9 giugno, alle ore 18:30
presso la Libreria Assaggi
(via degli Etruschi 4)

dibattito sul libro di Luca Vaglio,
Cercando la poesia perduta
(Marco Saya, 2016)

Insieme all’autore interverrano Maria Grazia Calandrone, Marco Giovenale, Arturo Mazzarella e Guido Mazzoni.

Durante l’incontro si discuteranno i temi affrontati nel libro e più in generale quello della condizione attuale della poesia in Italia.

Luca Vaglio nel saggio-inchiesta Cercando la poesia perduta (Marco Saya Edizioni, 2016) propone un’analisi dedicata alla condizione, e alla possibile marginalizzazione recente, della poesia in Italia e con questo fine raccoglie punti di vista differenti sullo stato delle cose. Il libro ospita interventi di Mauro Bersani, Maria Grazia Calandrone, Biagio Cepollaro, Daniele Giglioli, Guido Mazzoni, Marco Ragazzi, Cesare Viviani e Paolo Zublena. Nell’intervista pubblicata nella seconda parte, il professore di letteratura italiana Paolo Giovannetti (Iulm) evidenzia nella poesia degli ultimi decenni un fenomeno simile a quello già capitato alle arti figurative, ovvero una tendenza alla concettualizzazione, a trarre, se così si può dire, legittimità e fondamento da supporti teorici esterni. Nell’intervista inoltre viene sviluppata un’ampia digressione storica che prende il via dalla rivoluzione del verso libero fino ad arrivare ai giorni nostri.

Luca Vaglio vive a Milano, dove lavora come giornalista. Ha pubblicato il saggio-inchiesta Cercando la poesia perduta (Marco Saya Edizioni, 2016) le raccolte di poesia Milano dalle finestre dei bar (Marco Saya Edizioni, 2013), La memoria della felicità (Zona, 2008) e il racconto In riva al Lario (Lite Editions, 2013).