asemic writing – scrittura asemantica / marco giovenale. 2013

articolo in “l’immaginazione”, n. 274, mar.-apr. 2013

materiale citato per l’incontro del 2 maggio 2018: CONCRETA – festapoesia,
incontro all’Accademia d’Ungheria, intervento su Scritture di ricerca e scrittura asemantica, h. 9:30 circa

_

lavoro, immigrazione: un articolo su alfabeta2

Non è un discorso sul “capitale umano”, questo (condivisibilissimo) di Franco La Cecla. Anzi.

Allo stesso tempo, può a mio avviso implicitamente e non inutilmente sottolineare come anche discorsi limitanti e odiosi (e altrui, e spesso purtroppo istituzionali) come quelli sul “capitale umano” rischino di essere una sorta di avanguardia (perfino umanitaria, al punto in cui si è) e un avanzamento, un paradossale progresso, rispetto all’indifferenza, al razzismo e alla cecità che in Italia governano i rapporti con i rifugiati, gli immigrati, le migliaia di persone che una società preistorica come quella italiana spinge ai margini.

http://www.alfabeta2.it/2014/08/26/lerba-vorrei-franco-cecla/

_

sul “manifesto” di ieri

segnalo questo notevole articolodi Gian Maria Annovi,  su Eliot/Waste Land.
sul “manifesto” di ieri: http://www.ilmanifesto.it/area-abbonati/in-edicola/manip2n1/20120810/manip2pg/10/manip2pz/327092/

[accodo (en passant) un rinvio a una riflessione personale sul Tiresia di Giuliano Mesa, a proposito del quale facevo riferimento al poemetto eliotiano: http://puntocritico.eu/?p=1213]

_