Archivi tag: Agostino Di Scipio

[r] _ poesia e ‘oggetto estetico’

Forse non lo riscriverei così, o non parola per parola, ma insomma rivedendo questo articolo del 2005 trovo che ha forse qualche numero per risultare ancora utile. Era uscito su “YIP” nel 2003 e poi in Italianistica On Line (26 maggio 2005): http://www.italianisticaonline.it/2005/poesia-e-oggetto-estetico/

_

Quando nel testo poetico entrano, a fare struttura, inaggirabili, flussi di cifre, cartine, calchi paleografici, oggetti, video, voci, e ancora differenti elementi “estranei”; e se questo accade nell’arco non di pochi anni, ma per decenni ricodificandosi – regola o eccezione – in autori distantissimi tra loro; allora metro e ritmo, come sintassi e spezzatura, possono e forse devono sentirsi chiamati a un lavoro di ridefinizione e discussione, e di confronto anche mediato – ma inevitabile – con le arti. Questo lavoro, per il secondo Novecento, non è forse neppure agli inizi.

Se la pagina 11 del Conte di Kevenhüller è la riproduzione anastatica di un avviso settecentesco; se le opere di Zanzotto sono costellate di disegni, frecce, abrasioni; se quasi l’intero lavoro di Emilio Villa è uno stemma di sconfinamenti e sovrascritture reciproche fra le arti; se – oggi – un “riporto” epigrafico conclude il poemetto Spostamento, di Giovanna Frene; (per tacere – ma perché tacere? – di decenni di poesia concreta, o delle esperienze di riviste come «Testuale» e «Anterem»); può essere ancora pensata – e come? – una diversa mappa della metrica del secolo ormai concluso? E poi: della sola metrica?

In verità molti parametri sono inadatti a toccare e descrivere cento anni di letteratura segnati già dal principio dai gesti di Tzara, o dalla voracità inclusiva e anarchica dei Cantos. Le opere-mondo sono così, funzionano così. Continua a leggere

tre frammenti video dal “tiresia” // giuliano mesa / agostino di scipio / matias guerra

grazie a Matias Guerra:

la lontananza nostalgica utopica futura / luigi nono. 1988-89

Luigi Nono (1924-1990): La Lontananza Nostalgica Utopica Futura, madrigale per più “caminantes” con Gidon Kremer, per violino e otto nastri magnetici (1988-1989).

Daniele Colombo, violino
Agostino di Scipio, regia del suono ed elettronica.

Registrazione dal vivo effettuata durante la settimana di musica contemporanea (dissonanzen ’09) nella chiesa di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, Napoli, 11/11/2009.

Cover image: Dadamaino – Cromorilievo (1974) tavola con tasselli (particolare)

per “camera expo in studio guerra”, a milano, oggi, 29 giugno: agostino di scipio, matias guerra, simone petracca

a Milano, OGGI, lunedì 29 giugno, h. 19:00, nell’ambito di
CAMERA EXPO in STUDIO GUERRA

presso lo STUDIO MATIAS GUERRA (Via Pastrengo 13)
www.matiasguerra.org | www.lacameraverde.com

:: In collaborazione con O’ ::
Presentazione del libro

POLVERI SONORE

di Agostino Di Scipio

(Ed. La Camera Verde – Collana Argento)

e

MODI DI INTERFERENZA / 3

sistema di feedback audio con chitarre elettriche e amplificatori collegati mediante computer
2007

di Agostino Di Scipio

con performance di

Agostino Di Scipio, Matias Guerra, Simone Petracca

O’

Via Pastrengo 12 -Milano

www.on-o.org

*

… e …

 Martedì 30 giugno

20:00-22:00 Presentazione dei video

L’home à l’écoute du silence 1998

L’étreinte 2003

di Robert Cahen

* Continua a leggere