Scritture asemiche, disorientamento, un piccolo esempio

Se immaginiamo di proiettare il profilo cangiante di una figura dai contorni dunque irrazionali su un piano cartesiano descrivibile in termini euclidei, e se il risultato non risponde a nessuna delle aspettative che prefiguravamo, e cambia a ogni nuovo tentativo, forse abbiamo un buon esempio di come narriamo a noi stessi le scritture asemiche, il disorientamento che generano e sono.