nanni balestrini, o del passare bruciando / andrea cortellessa su “doppiozero”

da https://www.doppiozero.com/materiali/nanni-balestrini-o-del-passare-bruciando

Balestrini “non è ineffabile per l’insondabile sua supposta interiorità (come nella tradizione umanistica e idealistica); viceversa è tale per come è tutto rivolto all’esterno – scuoiato ed eviscerato, come in una certa terribile poesia del maestro Edoardo Sanguineti –, diffratto ed “esploso” in tutte le direzioni. (È la dimensione che Lacan, con uno dei suoi concetti più geniali, definiva estimità)”.

A. C.