demo / mg. 2018

qui il mio contributo al n. 4 della rivista “Trivio”, numero dedicato al tema della democrazia.

 

DEMO

[inedito, da Oggettistica]

sono bravi, piantano gli alberi
fanno una o la cassetta di legno

c’è tutto un perimetro di legno (contenitore) che loro fanno a cassetta come barriera, una, o specie di recinto mettono dentro al recinto la terra (contenuto) poi mettono dentro che scavano quando

hanno scavato mettono dentro di qualcosa il come un prima dell’albero un come fosse un albero c’è un albero mettono dentro l’albero ha/hanno piantato un albero i suoi il è esso è il:

il grande albero della democrazia esso è il grande albero della democrazia

questo albero (della) produce frutti molto buoni ma bisogna con grande attenzione

questo albero produce frutti molto ma bisogna con grande attenzione rispettare i semi anche i semi sono molto e grande attenzione

alcuni li assaggiano alcuni se
ne cibano quanti più alberi si piantano tanto più si cresce

la democrazia c’è tutta una foresta iniziano a parlarsi al telefono non sono più tanto però comunque in campagna più tardi

gli alberi e tutta la popolazione (a tutta) può essere felice perché tranne pochi tutti quanti possono votare come sceglie la cosa migliore (essi scelgono, essa sceglie)

spesso il motivo per cui le cose in una città procedono
pulitamente speditamente sono perché in queste persone alberga una saggezza e tutte le persone decidono secondo questa

le cose vanno limpidamente speditamente veloci va tutto sono i riti piantano alberi anche non della democrazia piantano quanti altri alberi alcuni sono alberi

alcuni sono alberi parassiti come per esempio la robinia ha fama pessima racconta sia una pianta parassitante in effetti se ne trovano tristi che stupenda
cosa è piantare gli alberi piantare la democrazia con poco sforzo puoi avere i si tratta di aspettare

_