letture di questo giovedì alla fondazione primoli (via zanardelli 1, roma; ore 17:30)

In occasione dell’incontro di studio dell’8 marzo alla Fondazione Primoli (ore 17:30), leggerò miei testi da Curvature e Superficie della battaglia (entrambi usciti, nel 2002 e 2006, presso la Camera verde), La casa esposta (Le Lettere, 2007), Storia dei minuti (Transeuropa, 2010), Shelter (Donzelli, 2010), Quasi tutti (2010 e 2018), In rebus (Zona, 2012), Maniera nera (Aragno, 2015), Il paziente crede di essere (Gorilla sapiens, 2016), Strettoie (Arcipelago Itaca, 2017), Oggettistica (inedito).

Si tratterà ovviamente di prelievi calibrati per una lettura tutt’altro che fluviale; e che anzi – nel complesso – non supererà i 20 / 25 minuti. Ma credo possa disegnare in modo piuttosto preciso un arco non ristretto di scelte stilistiche (e anni).

La lettura si inserisce nel contesto del Laboratorio-Roma, rassegna “Genealogie novecentesche – Tendenze della poesia degli anni 2000”, a cura di Roberto Antonelli e Luigi Severi.

Con i miei, giovedì saranno presentati i testi di Vincenzo Ostuni.

Il titolo complessivo della giornata dell’8 sarà Scrittura poetica come opera mondo. Sotto questo profilo, appunto, verranno presentati e discussi da Luigi Severi i testi di V. O. e miei.

Qui ulteriori dettagli:
https://slowforward.net/2018/03/02/8-marzo-fondazione-primoli-laboratorio-roma-andrea-malagamba-marco-giovenale-vincenzo-ostuni/