archivio dei cinque cuori e altri archivi: alla fondazione baruchello (via del vascello, roma) – da gennaio ad aprile

Fondazione Baruchello

Presenta

ARCHIVIO DEI CINQUE CUORI E ALTRI ARCHIVI

Martedì 30 gennaio 2018

ore 18:00 Inaugurazione
ore 19:00 Incontro con Paolo Virno 

Via del Vascello 35, Roma 

 Dal novembre 2017 la Fondazione Baruchello ha intrapreso la digitalizzazione di una sezione specifica dei suoi archivi. A partire da questa attività, che prosegue la catalogazione e l’ordinamento di tutto l’archivio iniziati nel 1998, una parte dei materiali sarà resa consultabile nella sede di Via del Vascello 35, attraverso un allestimento in progress.

Per riflettere sull’idea e sulla pratica dell’archiviare, dal 30 gennaio all’ 8 giugno 2018 parte di tali materiali sarà trasferita nella sede in Via del Vascello, 35.

Viene presentato per la prima volta l’Archivio dei cinque cuori un’operazione iniziata nel 1962 e portata avanti da Gianfranco Baruchello per più di trent’anni, che racchiude, come suggerisce il titolo, cinque diverse epoche della sua vita, dall’infanzia fino al 1998, in cui affetti, amicizie, curiosità e lavoro si mescolano senza ordine.

Il fondo originale, conservato in un mobile metallico Olivetti presso lo studio dell’artista, contiene un centinaio di titoli e soggetti raccolti in altrettante cartelle sospese contenenti ritagli, appunti, scritti e immagini riferite ognuna ad una determinata tematica.

Il libro e la fotocopia sono stati scelti per mostrare al pubblico questa enorme quantità di materiali. Prendendo l’Archivio dei cinque cuori come punto di partenza di questo nuovo allestimento, saranno presenti circa duecento volumi corrispondenti ai cento soggetti raccolti nel corso del tempo. Ogni volume è pensato come un contenitore fittizio di 150 pagine, che raccoglie e riproduce i documenti raccolti sotto una “voce”, così come la cartella di provenienza li aveva raccolti nel tempo, senza aver tentato un nuovo ordinamento, o un qualsiasi criterio di selezione, montaggio o spiegazione.

I volumi sono editi da ARB(O)R – Archivi Riuniti Baruchello (O) Roma.

All’interno degli spazi di Via del Vascello vengono inoltre presentati, attraverso film, oggetti e immagini fotografiche, una serie di progetti corrispondenti alle cartelle dell’Archivio e realizzati nel corso degli anni come: Leftovers (1975), alcuni esempi di Foto di foto (1975) e film tra i quali A partire dal dolce (1979), Quaranta immagini (1996), Quanto (1999) e Ars memoriae (2009).

Nell’ambito del progetto saranno infine ospitati una serie di incontri tematici  a cura di Felice Cimatti a partire da alcuni termini ricorrenti nella ricerca di Baruchello.

Attesa, desiderio, diario, errore, limite, oblio, parola, paura, rumore, taglio terra, sono le parole chiave che, individuate dall’artista insieme a Felice Cimatti, docente di Filosofia del Linguaggio all’Università della Calabria, costituiscono il punto di partenza di undici incontri aperti al pubblico. Ogni appuntamento sarà l’occasione per immaginare nuovi intrecci tra linguaggi, storie, immagini, idee ma anche per esplorare insieme le potenzialità dell’archiviare documenti, fotografie e oggetti.

Il primo incontro si terrà martedì 30 gennaio alle ore 19.00 presso la sede della Fondazione in Via del Vascello, 35 con la partecipazione del filosofo Paolo Virno, docente di Filosofia del Linguaggio all’Università di Roma 3, che intraprenderà una riflessione a partire dal termine PAROLA.

Gli incontri della durata di sessanta minuti avranno cadenza bisettimanale il martedì a partire dal mese di gennaio fino a giungo 2018.

 

Calendario dei prossimi appuntamenti:

13 FEBBRAIO    ERRORE – Giovanni Garroni, Architetto

27 FEBBRAIO    DIARIO – Francesco Tedeschi, Professore presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

6 MARZO           LIMITE – Francesca Iannelli, Ricercatrice presso l’Università degli Studi di Roma Tre

27 MARZO         OBLIO – Walter Procaccio, Psichiatra e Psicoterapeuta

10 APRILE         TERRA – Paolo D’Angelo, Professore presso l’Università degli Studi di Roma Tre

 

———–

 

Fondazione Baruchello

Presents

ARCHIVE OF THE FIVE HEARTS AND OTHER ARCHIVES

 6 pm Opening  

7 pm Talk with Paolo Virno 

Tuesday 30 January, 7 pm

Via del Vascello 35, Roma

In November 2017, the Fondazione Baruchello began digitalizing a specific section of its archives. Stemming from this activity, a continuation of the cataloguing and organization of the entire Baruchello Archive begun in 1998, some of the materials will be made available for consultation in the foundation’s headquarters at Via del Vascello 35, through a system currently in the process of being set up.

To reflect and work on the idea of the practice of archiving, the Fondazione has decided to transfer some of those materials to the headquarters at Via del Vascello, 35, between January 30 and June 8, 2018.

The Archive of the five hearts, an effort Gianfranco Baruchello began in 1962 and continued to work on for more than thirty years, will be presented for the first time. The title indicates five different eras of his life, from his childhood until 1998, in which Loves, friendships, curiosities and work are mixed in no particular order.

The original archive, kept in a metal Olivetti cabinet in the artist’s studio, contains about a hundred titles and subjects gathered in the same number of hanging files. Each file contains clippings, signed pages, notes and images regarding a given subject.

From the various possibilities, the book and the photocopy have been chosen to show the public this enormous quantity of materials. The Archive of the five hearts was thus taken as a point of departure for this new assemblage: an archive that generated about two-hundred volumes corresponding to a hundred subjects, collected over the course of time. Each volume is conceived as a fictional container of 150 pages, gathering materials corresponding to an “entry” or subject, just as they had been gathered in their original file over time, with no attempt to rearrange them or to apply any criteria or selection, editing or explanation. The volumes are published by ARBOR – Archivi Riuniti Baruchello (O) Rome.

The spaces in the Via del Vascello location will present films, object and photographic images regarding a series of projects corresponding to the Archive’s files and created over the years, including Leftovers (1975), a few examples of  Foto di foto (1975) and films like A partire dal dolce (1979), Quaranta immagini (1996), Quanto (1999) and Ars memoriae (2009).

There will also be a series of thematic discussions held within the sphere of the project, based on some recurrent terms in Baruchello’s work. Waiting, desire, diary, error, limit, forgetting, word, fear, noise, cut and earth are the key words individuated by the artist together with Felice Cimatti, a professor of Philosophy of Language at the University of Calabria, which constitute the point of departure for eleven encounters open to the public. Each appointment will be an opportunity to imagine new interconnections between languages, stories, images and ideas, and also to explore together the potential in the practice of archiving documents, photographs and objects.

The first encounter will be held Tuesday January 30 and 7 pm at the Fondazione headquarters located at Via del Vascello, 35, with the participation of the philosopher Paolo Virno, who will lead a discussion on the term WORD.

The sixty-minute encounters will be held bi-weekly on Tuesdays.

Upcoming events:

13 FEBRUARY    ERROR – Giovanni Garroni, Architetto

27 FEBRUARY    DIARY – Francesco Tedeschi, Professor at the Università Cattolica del Sacro Cuore, Milan

6 MARCH           LIMIT –  Francesca Iannelli, Researcher at the University of “Roma Tre”

27 MARCH         FORGETTING – Walter Procaccio, Psychiatrist and Psychotherapist

10 APRIL            EARTH – Paolo d’Angelo, Professor at the University of “Roma Tre”

 

Scarica qui il comunicato stampa | Dowload here the press release